Ho sempre la sensazione di essere lontano dal raggiungere il mio obiettivo, di essermi perso e di non sapere come raggiungerlo. Qual’è la soluzione?

A livello pratico, ti consiglierei di leggere “Come smettere di procrastinare” di Steve Scott. Stabilisce un processo passo-passo su come identificare i valori fondamentali e legarli ai primi 5 elementi che vorresti ottenere nei prossimi anni. Quindi ti aiuta a trasformare queste 5 cose in progetti e ti insegna come ridurli in pezzi di piccole dimensioni (mini-obiettivi) per renderli più gestibili.

A livello emotivo, impara la pazienza. Viviamo in un’era digitale che sopravvaluta la gratificazione istantanea a causa della velocità con cui tutto accade.

Costruire una carriera o realizzare qualcosa che valga la pena richiederà più tempo e impegno rispetto all’effettuazione dell’ordine con pochi clic e la consegna il giorno successivo tramite Amazon Prime. Ma il problema è: questa è la velocità con cui siamo abituati a ottenere risultati.

Quindi il processo per raggiungere un obiettivo è faticoso e longevo, ma i risultati saranno molto più gratificanti di qualsiasi altra cosa che sia immediatamente gratificante. Per favore guarda il lavoro di Simon Sinek, puoi iniziare a guardare i suoi video su YouTube. Il ragazzo ha distribuito alcune intuizioni incredibili in merito alla ricerca di realizzazione nel mondo di oggi.

A livello mentale, la tua mente ti bombarderà con pensieri casuali per tutto il giorno. Il 99% di questi pensieri sono inutili e sono “vampiri energetici” che non fanno altro che criticarti e metterti a terra. È anche conosciuto come il nostro critico interiore .

Se compri uno di quei pensieri, il tuo corpo reagirà secondo qualunque pensiero.

Se il pensiero è positivo, ti sentirai sicuramente felice, euforico o contento.

Se il pensiero fosse negativo, diventerai confuso, ansioso, arrabbiato o depresso.

Quindi il flusso di pensieri tipico di una persona va così:Sono così inutile, perché non posso mai ottenere qualcosa di significativo? Guarda Nick, ha appena comprato una casa e ha iniziato a lavorare solo 3 anni fa … se solo riuscissi a trovare un buon lavoro e uno stipendio tranquillo come lui. Oh sì, dov’è il mio telefono? Ho bisogno di fissare l’obiettivo per la settimana … oh aspetta, ho 5 notifiche su Facebook, vediamo prima quelle … Vedi! Te l’ho detto, sei inutile, Amanda sta celebrando la nuova vittoria della sua squadra al lavoro. A questo ritmo, non sarò mai in grado di realizzare nulla nella vita. Ho intenzione di finire senzatetto come il ragazzo che ho appena dato i soldi per giovedì scorso?)

Questo è il funzionamento del critico interiore . Se scegli di credere in una sola cosa dal tuo flusso di pensieri, allora sarai praticamente soffocato nella vita, non sapendo come, né avresti il ​​coraggio e la motivazione per andare avanti nella vita.

Invece, impara a diventare un osservatore dei tuoi pensieri e scegli consapevolmente quali pensieri in cui credere.

Ogni volta che si verifica un pensiero negativo, prima di acquistarlo, chiediti:

È qualcosa che posso dimostrare di essere vero il 100% delle volte? Se no, ignoralo.

I pensieri sono solo pensieri. Avranno il potere su di te solo se li comprerai .

Occasionalmente, gli stessi pensieri potrebbero tornare a perseguitarti in un’altra forma, ma finché puoi mantenere un certo livello di consapevolezza e continuare a pormi la stessa domanda per eliminare tutti i pensieri senza senso che ti bloccano la mente – allora essere in grado di aprire più spazio nella tua mente per consentire sforzi creativi e nuove idee e modi per raggiungere i risultati desiderati.

Il primo passo è sempre il più difficile, ma con sufficiente determinazione e perseveranza, tutto può essere raggiunto.

Padroneggia i tuoi pensieri e padronerai la tua realtà.

Offro pensieri sul dolore a The Jolly Widow .

risposta rapida: MAPPA DELLA VITA Che cos’è una mappa della vita? Sta iniziando dal traguardo e sta andando all’indietro.

Vuoi finire l’università e hai appena finito il liceo. Su un grande foglio di carta metti la laurea in cima alla pagina. poi sotto quello messo anno sr, sotto quello messo anno jr, sotto quello messo anno soph, sotto quello messo fine anno fresco, sotto quello messo classi 2 ° semestre, al di sotto di quello messo classi 1 ° semestre, a lato mettere attività extra da fare, al di sotto del primo semestre, quello che devo fare per andare all’università, prendere ACT, fare domande, ascoltare i genitori e gli altri che hanno completato l’università cosa hanno fatto per entrare.

Assomiglierà a un albero capovolto che si nutre nel tronco principale che è l’obiettivo da raggiungere. Ci sono consulenti di salute mentale che sanno come fare, trovarne uno. Puoi mettere le cose nell’albero come parlare con le persone per il supporto. Decidi cosa vuoi nell’albero e quando li compisci li segnalo come fatto e ti sentirai così bene. Metti l’albero in un posto dove lo vedrai ogni giorno per ricordarti dove vuoi andare.

Devi cambiare il tuo modo di pensare. Tutto ciò che hai appena detto è negativo. Come puoi aspettarti di ricevere un risultato positivo se credi nel risultato che non vuoi? Potresti SENTIRE lontano dal raggiungimento dei tuoi obiettivi, ma questo non significa necessariamente che SEI lontano da esso. È necessario avere un piano, essere specifici in ciò che si vuole ottenere, annotare i propri obiettivi, creare una tempistica uniforme e lavorarci ogni giorno. Alla fine, inizierai a vedere i tuoi obiettivi a fuoco.

Ci sono così tante risorse su internet per aiutarti a ottenere più chiarezza.

Prova a seguire Brendon Burchard. Lui è un allenatore di prestazioni e ha alcuni fantastici video gratuiti e podcast che puoi seguire.

Se desideri un’assistenza personalizzata e sei disposto a impegnarti per il tuo risultato e uscire dalla tua zona di comfort, ti suggerisco di assumere un allenatore.

Tutto il meglio 🙂

Con ogni obiettivo sono piccoli obiettivi. Riducili a piccoli trampolini di lancio che sono più realizzabili su base giornaliera / settimanale / annuale. Premiati per ogni passo !!! Goditi il ​​viaggio!!

la soluzione è dedicare più tempo ad ottenere l’obiettivo invece di quora.

Non c’è niente chiamato fine della storia. Perché sei l’autore della tua vita,