Ogni volta che gioco a litigare con mia madre, mi sento spaventato perché mi picchiava molto e mi incatenava ogni volta che si arrabbiava. Considera l’abuso? Devo agire felice quando lei mi fa il solletico e non si tira indietro perché sono terrorizzato dall’interno.

Basandoti sul fatto che hai postato questo qui invece di portarlo da un consulente a scuola o da un familiare, mi induce a credere che non sei sicuro se hai un motivo per temere o se tua madre è semplicemente cattiva in un modo nuovo. Ho intenzione di rispondere in questa luce, perché mi sembra che tu non voglia metterla nei guai finché non sai per certo che non hai altre opzioni.

Se ha fatto sforzi per fermare il suo comportamento violento e sembra capire che ti ha ferito in passato, devi lavorare per parlarle delle tue paure. Inizia semplicemente declinando – dicendo che non sei in vena di giocare a combattere o essere solleticato stasera e chiederle se vuole fare qualcos’altro. Se puoi dirle che non vuoi farlo e lei sembra a posto, aumenterà la tua fiducia per parlarle di più. Potrebbe volerci molto tempo prima che tu possa essere onesto con lei, ma ogni passo ti aiuterà. Se lei mostra che si fermerà quando lo chiedi, significa che sta cercando di essere migliore. Potrebbe usare questi combattimenti di solletico come una forma di affetto. Molti molestatori, anche dopo aver desiderato cambiare, non possono facilmente imparare ad essere affettuosi. Potrebbe non voler fermare le lotte del solletico a causa di ciò. Se pensi che lei non sappia come essere affettuosa, potresti essere in grado di trovare un modo per aiutarla. Se ci sono forme di affetto con cui ti trovi a tuo agio, come coccolarti sul divano durante un film o leggere libri insieme, allora usalo come sostituto dei combattimenti di solletico. Una volta che vedi che lei è disposta ad ascoltare, ti renderà anche più facile aprirti.

Se decidi di parlarle delle tue paure, inizierei dal suo vecchio comportamento e parlerò di quanto sei contento che lei non faccia quelle cose. Riconoscere che ha provato a cambiare. Ma a volte le paure tornano e tu non sei sempre sicuro che non si arrabbierà di nuovo. Falle sapere che alcuni toccanti riportano quelle paure e tu vuoi essere in grado di dire no a volte. Chiedile come puoi dirglielo quando non vuoi fare qualcosa, così lei saprà che tu intendi.

Se non sei in grado di parlare con lei senza sentirti come se si stesse arrabbiando con te, o si rifiuta di accettare che non vuoi combattere, non sarai in grado di cambiare la situazione da solo. Avrai bisogno di avere un adulto per aiutarti. Qualcuno della tua famiglia o della tua scuola potrebbe essere in grado di aiutarti.

Tuttavia, se l’abuso si interrompe per altri motivi o per nessun motivo, potrebbe sostituire i combattimenti di solletico per cose che non può più farla franca. Se lei sente che non può più farla franca, significa che hai un avvocato (un genitore o un nonno che interviene per te) o crede di non essere più abbastanza debole da abusare. In tal caso, andrei da quell’avvocato e parlerò delle tue paure in modo che possano aiutarti a trovare una soluzione. Se non hai un avvocato, potresti aver bisogno di aiuto esterno per sentirti al sicuro abbastanza da parlarne. Vai dal tuo consulente scolastico e diglielo.

Potresti non volerla mettere nei guai. Ma a meno che tu non possa iniziare a parlare e lei possa iniziare ad ascoltare, non sarai in grado di farlo senza qualcuno che possa aiutarti. Non significa che andrà in prigione o che dovrai spostarti. Se lei vuole cambiare, ci possono essere modi per aiutare senza che queste cose debbano accadere. Se lei non vuole cambiare, sarà triste per te. Ci sono molte paure quando accadono cose del genere. Ma a volte dobbiamo affrontare le nostre paure. Se vuoi che tua madre e tu possa avere una buona relazione, potresti dover affrontare quella paura e fare qualcosa di veramente difficile. Un po ‘come ottenere un colpo dal dottore, può far male molto quando succede, ma sarai migliore quando il dolore non ci sarà più. Fai la cosa difficile e parla.

Se questa è una domanda seria, vai dall’infermiera della tua scuola e diglielo. Puoi anche chiamare il dipartimento sanitario della tua contea. Quanti anni hai? I servizi di protezione dell’infanzia possono aiutarti.

Sì, era un abuso e il solletico può essere una forma di abuso se non è il benvenuto. Giocare a combattere non è una cosa normale per genitori e figli. Hai il diritto di essere terrorizzato dall’interno. Cerca aiuto da un adulto.

Sì, quello era un abuso. Smetti di fingere di giocare con lei. Certo che sei terrorizzato. I bambini non dimenticano le loro paure. Buona fortuna a te.