Se eliminassimo qualsiasi forma di ruoli di genere, ci sarebbe ancora bisogno di genere?

L’idea di un bisogno di genere è interessante. Non penso che ci sia alcun bisogno intrinseco di genere nella società di oggi, sebbene ci sia certamente un genere.

Uno dei principali valori che il genere ci dà oggi è un modo sociale di comunicare il sesso. Quando gli uomini tendono a guardare, vestirsi e comportarsi in un certo modo, e le donne tendono a guardare, vestirsi e comportarsi in un certo modo, è un’espressione abbastanza chiara di chi è maschio e chi è femmina. Poiché la maggior parte delle persone tende ad avere sessualità radicate nel sesso dei propri partner, la comunicazione del sesso in un contesto sociale può essere utile.

Ma quando mettiamo le ragazze di 3 anni in abiti, sarebbe difficile sostenere che li stiamo truccando per attirare i bambini di 3 anni. E la gente sembra continuare ad esprimere il genere dopo aver commesso monogamicamente anche un singolo partner. Se tutto ciò fosse davvero solo per esprimere il sesso, quale sarebbe il punto?

Un’altra cosa che il genere ci dà è un gruppo a cui appartenere per impostazione predefinita. Ci fornisce un contesto con cui interagire con il mondo. Per chi si identifica fortemente con le norme per il proprio genere e tende a conformarsi ai ruoli e alle aspettative di genere, tali ruoli e stereotipi sono utili . Rendono il processo di interazione con altre persone più naturale e forniscono una base operativa efficace per l’interazione con il mondo.

Ma poi ci sono molte persone per le quali non funziona così bene. Anche i quattro temperamenti, uno dei primi e più rudimentali sistemi di categorizzazione della personalità, hanno quattro opzioni . Il binario di genere ne ha solo due.

Possiamo immaginare un sistema simile che non escluda così tante persone? Credo di si. Un sistema del genere sarebbe necessariamente radicato nel permettere alle persone di determinare autonomamente le proprie categorie, piuttosto che assegnarle e aspettarsi che tutto si risolvesse.

Entrambe queste cose forniscono valore, però. Se eliminiamo il genere, abbiamo bisogno di sostituzioni praticabili sia per segnalare socialmente il sesso sia per dare alle persone una categoria lavorativa da cui vivere. Se non riusciamo a trovare un buon modo per colmare queste lacune, è probabile che il genere riemergerà in modo organico. Ma non direi che è tanto un bisogno di genere quanto una pressione sociale latente perché si formi.

Non ci sono ruoli di genere tra gli animali, eppure la femmina fissa ancora dove il branco passerà l’inverno.

Le iene sono guidate da una femmina dominante.

Tra gli elefanti i figli lasciano le loro madri.

Tra i cavalli selvaggi è la più vecchia cavalla che conduce la mandria e decide quando è il momento di muoversi. Lo stallone li protegge e quando è il momento fa i bambini.

Tra i gorilla il capo d’argento è il capo dominante.

Come animale, mi sento a mio agio con i ruoli di genere. (in realtà sono contro tutto ciò che dice che essere un uomo o una donna è cattivo)