Pensi di avere ancora l’esperienza “infantile” di vera gioia da adulto?

Ciao, ho postato una risposta a una domanda simile e ne sto includendo la maggior parte qui sotto, spero che aiuti!


Domanda davvero importante perché non riesco a pensare ad un fondamento più forte per la felicità di quello che viene da una prospettiva infantile (alias “gioco”). Essere felice come un bambino è così fantastico perché è secondo me una delle forme più pure di gioia che si possa provare. La parte più importante di questo è che la felicità infantile valorizza un’esperienza intrinsecamente (in sé e per sé) senza secondi fini, che è qualcosa che molti adulti sembrano aver dimenticato nel tempo.

Ecco un paio di idee che mi sono venute in mente su come raggiungere quello stato di gioia spensierata che definiamo “infantile”:

1) Non prenderti troppo sul serio – per essere libero da bambini, non puoi essere troppo legato alla tua stessa importanza, sia nella tua carriera che nella tua vita personale. I bambini, per la maggior parte, non hanno sviluppato la dimensione di ego che hanno gli adulti, quindi sono per definizione meno coinvolti con se stessi. Questo permette loro di giocare senza distrazioni su domande sciocche come “sto facendo la cosa giusta in questo momento?”, “È questo il miglior uso del mio tempo?”, “Cosa sto facendo prima, facendo questo adesso?” o “come fa a far avanzare la mia causa?”. A meno che tu non sia troppo consapevole di te stesso e sensibile all’opinione degli altri, magari decorare la tua scrivania al lavoro con fantastici totem come piccoli animali imbalsamati, teste a casaccio, cartoline stravaganti o palline di gomma. Se ritieni che sia impossibile, forse ti stai prendendo troppo sul serio. Non farlo. Nessuno è troppo bello per ricordare a se stesso la nostra stupidità collettiva come una razza.

2) Non aspettarti risultati del tuo gioco – la felicità infantile deriva la sua intensità dall’essere in un momento di flusso. Per massimizzare le possibilità di raggiungere il flusso, la tua mente non può essere troppo distratta da pensieri inutili (diversi da quelli necessari per eseguire l’atto reale del gioco), ad esempio, pensando al passato o al futuro.

3) Pianifica tasche di tempo non strutturato – a parte il tempo impostato per “finire le tue responsabilità”, concediti un periodo di tempo regolarmente da dedicare al gioco e all’esplorazione. Potrebbe essere dopo il lavoro o in qualsiasi altro momento.

4) Coltiva il tuo senso di timore e curiosità – i bambini sono genuinamente capaci di provare stupore o almeno un vero senso di curiosità per alcune cose che scoprono per la prima volta. Da adulti, siamo stati in giro e abbiamo visto cose e, a volte, abbiamo iniziato a darle per scontate. Pensa ai tramonti, al volo dei narcisi, alla presenza colossale di camion, ai fuochi d’artificio, all’avventura di una passeggiata nella foresta o all’infinità della vita sotto la superficie di un torrente. Se ti senti incapace di emozionarti come un bambino, pensa a se ti puoi eccitare su qualcosa che già conosci come se non lo avessi mai conosciuto prima. Per alcune persone, questo è naturale: sono in contatto con i loro sé infantili e sanno come smettere di raccogliere qualche castagna, o come guardare rapiti nella notte stellata. Per gli altri, niente di tutto ciò è facile. Posso pensare a un suggerimento (il prossimo) in questo caso.

5) Apprezzo che tutto possa essere un miracolo : tutti hanno standard o soglie diversi prima che considerino qualcosa di straordinario. La chiave per la felicità infantile è avere una soglia bassa per l’apprezzamento miracoloso. Pensa a una foglia. Se pensi che sia noioso / ordinario, considera quello che serve per produrre questa foglia, considera le vene che lo attraversano come una mano umana e considera i processi necessari per renderlo sano e verde. Se ciò non ti muove, considera il miracolo che una foglia può persino esistere come conseguenza dell’albero che deve esistere per primo. Pensa al seme da cui potrebbe nascere un albero così grande. Non vale la pena considerarlo di per sé notevole? Pensa al miracolo della musica, all’armonia di dozzine di strumenti in un’orchestra, al fatto che gli esseri umani possano persino costruire strumenti.

6) Liberarsi dal tempo (almeno occasionalmente) – prima dell’introduzione di pezzi meccanici che per sempre dividevano il nostro mondo in piccole unità di tempo artificiale, le persone vivevano in accordo con i cicli e le stagioni della natura. Come qualcuno ha detto una volta, la vita era più breve, ma c’era più tempo. Penso che il bene più grande che i bambini hanno sia il tempo e penso che sia ciò di cui hai bisogno per dilettarti, scarabocchiare, giocherellare e semplicemente scherzare con qualsiasi cosa attiri il tuo interesse come se il tempo (il tipo urbano, industriale che detta quando vai al lavoro e quando vai a letto) non esisteva davvero. Per fare questo, massimizza i tuoi fine settimana per il tempo libero, pianifica le vacanze o, se il tuo programma di lavoro ti sta schiacciando, prendi un congedo sabbatico. Se tutto il resto fallisce e hai un po ‘di coraggio e dei risparmi, prenditi un po’ di tempo libero se sei seriamente intenzionato a connetterti con il tuo sé giocoso! Ricorda, mentre i bambini hanno effettivamente più tempo, noi adulti abbiamo il vantaggio di essere capaci di apprezzare veramente il tempo come una risorsa preziosa e limitata. Quindi, anche se non hai fisicamente un periodo di otto ore come il tuo tipico bambino di cinque anni per giocare, se sai apprezzare il tempo allora quindici minuti (come nel mio caso) o una sola ora passata deliberatamente a perdere te stesso il gioco può avere la sensazione di otto ore che avevi quando non sapevi quanto fosse bello.

7) Scorciatoia: rivisita i tuoi preferiti d’infanzia – anche se sparare alle corde elastiche degli uccelli potrebbe non trattenere più lo stesso fascino a cui era solito, considera la possibilità di rivisitare tutte le cose che amavi da bambino e chiediti perché non ti piacesse ancora. O aspetta, non chiedertelo, vai e fallo! Vai a calciare quella palla, costruisci quell’aereo modello, nuota nel lago. Il problema per alcune persone sarà con questo, tuttavia, che ti senti come se senza il contesto per quelle attività (vecchi amici, nonna, una casa estiva, l’odore di un barbecue, ecc.) La felicità o la ricchezza che hai apprezzato non può essere replicato. Penso che sia un punto giusto, quindi questa scorciatoia probabilmente funziona principalmente con attività non troppo dipendenti da tali “fattori di nostalgia”.