Come ci si sente a essere senzatetto?

La prima notte è terrificante. Il pensiero di dormire per le strade non è lo stesso di andare in campeggio. Non è principalmente una preoccupazione per il tempo, ma molto più per essere vulnerabili.

Dopo pochi giorni si ha meno paura, e si è scelto da pochi “punti nascosti” per addormentarsi. Quindi si tratta principalmente di essere in grado di raggiungere gli enti di beneficenza che offrono cibo e di essere al sicuro durante il giorno.

La maggior parte delle città ha alcuni rifugi per senzatetto, ma per lo più le ho evitate. Essendo nel sud-ovest degli Stati Uniti il ​​tempo durante la notte non era terribile. I ripari sono luoghi pericolosi e offrono poca o nessuna sicurezza, né puoi aspettarti protezione dalla polizia. Per me erano l’ultima risorsa. Preferivo affidarmi alle mie capacità piuttosto che alle buone intenzioni delle organizzazioni caritatevoli e alle intenzioni disperate degli altri senzatetto.

La cosa più difficile era stare puliti e fare il bucato in modo che potessi cercare lavoro. Molti senzatetto avevano rinunciato a guardare, quindi ero insolito nel farlo. Ottenere un numero di telefono e un indirizzo da utilizzare per le domande di lavoro è un altro grosso problema. Pochi lavori decenti ti prenderanno sul serio se usi un ente di beneficenza come informazioni di contatto. Sono stato MOLTO fortunato ad avere qualcuno disposto a prendere messaggi per me senza rivelare la verità delle mie circostanze. Pochi senzatetto hanno anche quel piccolo sostegno da parte degli altri.

Avere trovato un lavoro dopo un mese mi sembrava il doppio più difficile essere sulla strada e prepararmi al lavoro ogni mattina. Le due settimane tra l’assunzione e il mio primo stipendio erano un vero e proprio atto di bilanciamento. Essendo giovane e ben parlato, potevo andare a sbattere in posti diversi all’università per essere ripulito e ammazzare qualche ora al chiuso la sera, ma sono sicuro che la sicurezza è molto più stretta in questi giorni.

Le persone vicine a me mi dicono tutto il tempo di non dire agli altri che in effetti sono stato un senzatetto per 18 mesi negli Stati Uniti.

Questa è la prima volta che racconto della mia esperienza pubblicamente.

(Editori Quora: ti chiedo di non alterare la mia risposta e di non rimuoverla perché potrebbe raggiungere la persona giusta e potrebbero essere in grado di fare qualcosa per porre fine alla povertà).

La mia fase di senzatetto era straordinariamente speciale: ero un senzatetto in … aspetta … Mercedes Benz C230!

L’esperienza che ho avuto è stata l’esperienza più unica e preziosa.

Il mio stipendio al mio ultimo impiego prima della fase dei senzatetto è stato di $ 175.000 / anno. Un anno prima della mia fase di senzatetto, ho parlato a 27 conferenze in tutti gli Stati Uniti, incluso far parte di una delegazione alla Casa Bianca per promuovere l’imprenditorialità.

Google, Netflix, Accenture, Yahoo e molti altri mi hanno intervistato (senza che io mi rivolgessi a nessuno di questi e avendo rifiutato più volte Google e Yahoo in passato perché non volevo contaminare la mia proprietà intellettuale) per una posizione significativa durante quella fase , senza sapere che ero senzatetto.

Il giorno in cui sono stato invitato a parlare a Los Angeles durante un meetup MySQL + PHP (il gruppo Meetup MySQL di Los Angeles) nessuno sapeva che stavano ascoltando un senzatetto.

Ho accettato il mio destino e ho rifiutato di cercare o ottenere aiuto da quelli che conoscevo. L’unico modo accettabile per me era guadagnare. Non andavo nei rifugi per senzatetto e preferivo non mangiare da strutture per senzatetto perché ho capito che dovrebbero esserci altre famiglie, donne e uomini che potrebbero trarne beneficio.

Ho imparato che, indipendentemente da quanto fosse vicino o filantropico un individuo, il certificato di essere senzatetto era una prova sufficiente per loro per rompere definitivamente tutti i legami con me.

I miei “amici” e “contatti” e “estranei” non mi permetteranno nemmeno di parcheggiare la macchina nel loro quartiere. Ho iniziato a parcheggiare la macchina nei parcheggi vuoti dietro i centri commerciali. Neanche questo era accettabile. Alla fine ho ricominciato a parcheggiare la mia auto sulle montagne di CA. Nella mia auto, lavoravo sempre online (per fortuna avevo acquistato un dispositivo per produrre abbastanza elettricità per ricaricare il mio portatile e il dispositivo Internet.

A volte, quando non potevo permettermi di pagare la bolletta Internet, parcheggiavo fuori da McDonald o vicino a Starbucks per usare la loro connessione Internet gratuita. Ho incontrato così tante persone in una situazione simile usando la connessione wifi gratuita per lavorare online o per trovare posti di lavoro che ottengono gratificanti complimenti per la promozione dell’imprenditorialità senza nemmeno rendersene conto.

I poliziotti mi svegliavano quasi ogni giorno. Durante quei 18 mesi, i poliziotti americani mi hanno mostrato come coloro che erano più vicini a provare umanità, dato che non mi davano mai problemi e mi consigliavano sempre dove dovevo parcheggiare per dormire.

Neils Bohr una volta disse: “Niente esiste fino a quando non viene misurato.” Senza quella fase della mia vita, non c’è modo in cui una comprensione della povertà potesse esistere nella mia mente. Non avrei potuto sentire la povertà, compreso le cause scientifiche di ciò che crea povertà a livello globale e la soluzione fondamentale per superarla a livello internazionale.

Ho iniziato a capire l’ipocrisia delle Nazioni Unite, le istituzioni si sono concentrate sull’eliminazione della povertà e la corruzione e la presa in giro di ogni singolo governo in termini di come incassano continuamente su “povertà” e “poveri”.

Le Nazioni Unite, ad un certo punto, volevano “sradicare la povertà” entro il 2015. Stavo chiedendo loro ripetutamente che come possono persino iniziare a farlo se:

  • non capisco nemmeno le cause della povertà?
  • non può definire la povertà in modo scientifico
  • il fatto che la povertà esiste in tutto il mondo per una ragione fondamentale?

Durante la mia fase di senzatetto, nel 2009, un’organizzazione denominata Seven Fund stava concedendo milioni in premi per documenti di ricerca per ridurre la povertà in una specifica regione del mondo. ( http://sevenfund.org (SEVEN Fund (@SEVENFundi) | Twitter). Ho presentato il mio documento sull’unico modo scientifico ed economico per porre fine alla povertà a livello mondiale. Ero convinto da quel punto che tutti i tentativi globali di porre fine alla povertà sono state tecniche di marketing e promozionali davvero intelligenti per fare tutto tranne concentrarsi sul porre fine alla povertà.

Come potrebbero qualcuno affermare di voler porre fine alla povertà se non comprendono appieno la sfida che pretendono di risolvere?

L’obiettivo principale della scienza è quello di astrarre un problema all’infinito fino a trovare la radice del problema. Arrivare alla domanda giusta è un requisito prima di iniziare a cercare soluzioni.

Solo la persona che è stata senzatetto può veramente vedere il vero volto dell’umanità e percepire ciò che una “maledizione” percepita come senzatetto è per gli altri (anche se il senzatetto non si lamenta di essere senzatetto).

Dopo essere uscito da un senzatetto, ho fondato e autofinanziato una Delaware C Corporation di nome Opportunities Research Inc., incentrata sull’applicazione delle ultime tecnologie per la ricerca di problemi universali fondamentali che noi umani affrontiamo e che rimangono irrisolti anche oggi.

I miei tweet seguenti da A PORT OF UNITIES ti daranno un’idea di ciò che ho imparato sulla povertà e sulla mia frustrazione per il rifiuto dei responsabili di ascoltare anche:

2 ott 2015 È una verità estremamente triste e sfortunata capire che @ WorldBank e @ ONU non sanno che la povertà esiste a livello globale per lo stesso motivo # youthbiz ( UN PORT OF UNITIES su Twitter )

World Bank @ WorldBank

14 mar 2013 Per aiutare a sradicare la povertà , devi trovare quelle cose che ti entusiasmano davvero -Pres Kim a # youth on @ ndtv http://bit.ly/Yahrum

Caro @ WorldBank , come diavolo “trovare cose che ti eccitano veramente” porta all’eradicazione della povertà? per WB non pensare è comico (UN PORT OF UNITIES su Twitter)

15 mar 2013 Dovrebbe essere la connessione della povertà non combatterla. Ciò che deve essere combattuto è la resilienza ignorante al cambiamento, alla comprensione e all’esecuzione.

19 nov 2015 @ philiptaylor51 @ worldbank Prima di un’azione per porre fine alla povertà , è necessaria una comprensione scientifica del perché la povertà esiste a livello globale (lo stesso motivo)

19 Nov 2015 @ worldbank In realtà, una comprensione scientifica dell’economia come grafico e povertà come una disconnessione economica è fondamentale per eliminare la povertà

19 ago 2013 Kim @ worldbank “ha sottolineato l’importanza di includere i giovani in prima linea nel porre fine alla povertà estrema e nel promuovere la prosperità condivisa”, ha fatto?

19 Ago 2013 Se avessi tempo libero ti farei causa: @ un , @ worldbank , @ melindagates @ acumenfund @ sevenfund per stupro povertà .

19 agosto 2013 ho chiesto @ un , @ worldbank , @ melindagates @ acumenfund @ sevenfund : quando capirai : l’organizzazione benefica per affrontare la povertà rende la povertà più resiliente?

19 ago 2013 ha chiesto @ un , @ worldbank , @ melindagates @ acumenfund @ sevenfund : Quando capirai che la povertà non è un problema geograficamente isolato?

19 ago 2013 Su merit @ un , @ worldbank , @ melindagates e alan greenspans ecc. Ottengono tutti una “Z” (F sarebbe troppo onoraria) per la loro comprensione della povertà

@ WorldBank 27 giu 2013 Global Voices: che cosa # significa porre fine alla povertà

27 giu 2013 ancora una volta. parla con me. @ WorldBank @ Storify What # ittakes to End Poverty ,

25 giu 2013 @ WorldBank Pres. KIM: Io sono la persona con cui dovresti parlare per quanto riguarda l’eliminazione della povertà .

14 dic 2010 Si prega di fornire 2 minuti del proprio pensiero a @ acumenfund riguardo alla fine della povertà . tweet qs to @ acumenfund video: http://ow.ly/3pd4I

14 dic 2010 Possiamo dedicare un minuto al giorno a pensare ai modi per porre fine alla povertà che ci circonda? Sarebbe come applicare il cloud computing all’economia!

14 dic 2010 Quali sono alcuni dei modi non monetari / non finanziari in cui puoi aiutare qualcuno a uscire dalla povertà ?

14 dicembre 2010 Adam Smith: “La vera tragedia dei poveri è la povertà delle loro aspirazioni”.

Acumen Fund ha invitato domande per Bill Gates sulla povertà. Tutte le mie domande sono state apprezzate dal Fondo Acumen, ma non sorprende che non sia stato preso alcun commento o risposta.

14 dic 2010 Caro @ acumenfund quali sono i tuoi criteri per determinare l’impatto in termini di povertà effettiva prima di selezionare un progetto rispetto all’altro?

14 dic 2010 Caro @ acumenfund, perché non vediamo la povertà come una disconnessione economica e aiuti coloro che sono scollegati collegandoli con un grafico economico?

14 dicembre 2010 Caro @ acumenfund Quando smetteremo di cercare di risolvere la povertà attraverso il mezzo non scalabile della carità monetaria?

14 dic 2010 Caro @ acumenfund Quando capiremo che è attraverso la promozione dell’imprenditorialità che si può trovare una soluzione scalabile alla povertà ?

14 dic 2010 Caro @ acumenfund Perché non investiamo i nostri pensieri nel comprendere le vere ragioni della povertà ?

14 dic 2010 Caro @ acumenfund Quando smetteremo di usare ‘finire la povertà ‘ come veicolo di marketing per intraprendere azioni per porvi fine in modo scalabile?

All’inizio è stato sorprendente perché all’improvviso ti rendi conto di quanto siamo concentrati sull’avere un posto dove “andare” tutto il tempo. Quella mancanza di direzione pianificata è come essere colpiti alla testa con un martello. Stavo lavorando a tempo pieno, passando attraverso il dolore di un bambino che muore per malattia. La morte è stata una buona cosa, un finale buono e pacifico, ma mi ha lasciato alla deriva. Andavamo con gli amici a trovarci quando è morto, quindi non c’era più pietà a tenermi lì. E inoltre ero stanco di essere il live in cameriera, quindi quando ho iniziato a lavorare non ho cucinato o pulito per la casa per qualche giorno e sono abbastanza sicuro che sono diventati croccanti e mi avrebbero bloccato a caso. Ma era ok, ero grato per questo, così sentivo loro la loro decisione e non parte del mio piano. Ero stanco di prendermi cura delle persone e volevo essere solo in lutto.

Ho comprato una tenda e ho vissuto nel parco in un quartiere benestante. Ho immaginato un miglior vicinato, maggiore sicurezza. E ho lavorato part time. In molti modi è stato fantastico campeggio sul lago, seppellendo il mio kit e andando a lavorare alcuni giorni alla settimana. Fare il bagno ogni giorno in un lago sereno – la natura mi ha aiutato a guarire il mio dolore.

Ma l’inverno stava strisciando così la temperatura sarebbe arrivata a 30 secondi. Sono diventato un fanatico del tempo sul mio telefono, i giorni di pioggia la rovina della mia esistenza!

Ho fatto domanda per un nuovo lavoro, a tempo pieno l’ho preso, sono rimasto con una sorella di insegnanti per una settimana ma me ne sono andato anche io. Era anziano, malaticcio e onestamente non volevo stare in mezzo alla malattia e morire di nuovo. Ho pianto di andarmene perché era una casa enorme e una doccia, il mio primo mese è stato fantastico, tv, una stufa per cucinare, comprare cibo crudo per cucinare. Diventi così diretto, fast food, aggrappato a un budget che ti dimentichi di quanto sia efficiente lo shopping. Potevo solo portarlo, riporlo nel mio armadietto o nascondermi nel mio sito di tende non deperibili. Non sono orgoglioso del fatto che diverse volte, forse mezza dozzina ho rubato dai supermercati, dollaro di famiglia, ma ho provato a fare acquisti in quei posti per rimettere i soldi indietro.

Non mi sentivo intorpidito, mi sentivo semplicemente disinteressato nel gestire la vita come avevo gestito così tanto per anni prima. Spesso pregavo per vincere la lotteria in modo che potessi scappare alle Bahamas … ..

Aspettalo.

Ho vinto il lotto.
Due volte.
Nessuna bugia.

Il mio amico insegnante, mi avrebbe chiesto di ritirare i biglietti per lui … così mi ha incoraggiato a spendere un dollaro o due.
L’ho fatto.
Ho vinto poco più di diecimila.
La prima cosa che ho fatto è stato trovare un motel … era la vigilia di Natale. Sono sdraiato sul letto della ling, nudo … un’altra cosa è che raramente sei abbastanza sicuro da essere completamente nudo. Ho guardato il cavo, ho comprato dei bei pasti e alla fine sono passato a un motel più vicino al lavoro.

Hai ancora nostalgia per l’intimità. Wanda Coleman ha scritto poesie su senzatetto e sesso. Ho incontrato uno studente forse vent’anni più giovane e per un mese abbiamo fatto sesso sul letto, lui aveva messo cuscini e un tappetino sui pavimenti, giravamo per ore per volta e poi avevo un motivo / posto per la doccia Là. Non so nemmeno il suo cognome, ma mi ha fatto sentire carina e viva.

Il mio nuovo lavoro era in un grattacielo in costruzione, quindi sono stato in grado di rimanere in ritardo e lavorare sulla mia musica, leggere, di nuovo godermi il silenzio. Ho preso in considerazione un appartamento ma è stato più semplice alloggiarlo, anche se alla fine ho iniziato a cambiare hotel perché potevo permettermi di cercare più economico ma sicuro e conveniente. Ancora una volta ho preso in considerazione un rooming house ma gli hotel sono così puliti, privati ​​e silenziosi.

Diventi vigile e opportunista … Starbucks dal mio lavoro lascia dei sacchetti di cibo, buono, ancora in vendita a mezzanotte.

Il mio nuovo lavoro ha una cucina completa, quindi cucino una mezza dozzina di pasti a settimana, ne porto la metà in frigo, ne porto la metà in albergo.

Sono diventato più efficiente e vivo secondo la massima, non ho bisogno di cose che posso sostituire. Puoi diventare un piccolo pacchiano. Mi accorgo di ovvi senzatetto, troppe cose dannate! Cos’è quello?

La mia “abilità” tacituristica mi ha messo nei guai, arrestato una volta perché ho infranto le mie regole e sono diventato avido cercando di fare un pranzo di ringraziamento per il mio sì lui amico. Poche ore in una cella, un biglietto per $ 200 e una ferma comprensione che karmicly gestivo la mia gamma. Ok, ho rubato un apriscatole mesi dopo … LOL, era semplicemente un prezzo ridicolo e spendo molto a Duane reade.

Non faccio droghe, ho bevuto un drink a cena due anni fa. Resto pulito, vestiti asciutti attraverso il lavoro.

Mi sono reso conto anche mentre pago il telefono, la conservazione, l’hotel, le fatture personali che sono a budget per un posto, ecc. Non voglio ancora la responsabilità di integrarmi completamente nella società.

Judy

Doloroso. Spaventoso. Deprimente. Solitario. Traumatico. Estenuante. È molto tragico e molto limitante.

Le persone possono essere offensive, cattive e crudeli nei tuoi confronti.

Sono stato sputato, preso a calci, picchiato, quasi ucciso una volta, rubato al punto di pistola per il mio portafoglio (e non avevo soldi per darli) , riso, dato sguardi sporchi, ecc.

Alcune persone ti giudicheranno, ti etichetteranno e ti licenzieranno come “senzatetto” senza prendere il tempo per sapere chi sei veramente.

Giorno dopo giorno la mia depressione sta peggiorando. Ho pensato di porre fine alla mia vita perché è una situazione troppo impossibile per me. Ho pregato il mio medico di aiutarmi a fare domanda per il suicidio assistito dal medico in Svizzera per porre fine a tutto ma lei ha detto che non supporta la mia decisione di porre fine alla mia vita.

Ho diverse disabilità che complicano e rendono impossibile per me avere l’energia necessaria per ottenere un lavoro.

Senzatetto per me significa che avrai difficoltà a sopravvivere e trovare cibo, la gente non vorrà essere tua amica e non vorranno nemmeno sapere il tuo nome, sarai discriminato, affronterai l’esclusione sociale e avrai più difficoltà a trovare lavoro, alloggio di base o accesso all’assistenza sanitaria.

Anch’io sono rimasto sorpreso quando ha iniziato a succedermi. A volte anche i medici hanno discriminato me e hanno sabotato i miei tentativi di accedere legittimamente all’assistenza sanitaria.

Ho avuto dei medici che dicevano che non ero malato e mi hanno negato una diagnosi e / o l’ accesso al trattamento di cui avevo disperatamente bisogno quando ero veramente malato e ho ricevuto l’aiuto di cui avevo urgente bisogno da un altro dottore.

-un altro medico mi ha urlato contro e mi ha rimproverato di fronte al suo staff perché “non potevo permettermi un cellulare” e ha pensato che avrebbe fatto sembrare bello farmi vergognare pubblicamente di fronte ad altre persone.

-un altro dottore mi ha detto che la cosa migliore per me era andare in chiesa e pregare per Dio di darmi dei soldi.

-un altro dottore ha detto “Guarda i tuoi senzatetto, non aiuto i senzatetto. Ti sto scaricando. Non venire di nuovo qui. Se hai bisogno di vedere un dottore ce n’è uno dall’altra parte della strada. ”

Vorrei andare avanti, ma penso che molte persone non capirebbero a meno che non l’abbiano vissuto.

*Sospiro*

Mi rende solo frustrato.

Poi, quando volevo tornare a scuola, la scuola superiore locale mi ha impedito di andarci. Mi è stato dato un ultimatum, al quale ho risposto dicendo che non approvo il loro ultimatum. Quindi, invece di essere autorizzato ad andare a scuola, dovevo invece iscrivermi a una scuola online.

Nel complesso, essere senzatetto non è affatto una buona cosa, è molto brutalizzante per la salute mentale, la salute fisica e l’umanità della tua anima.

I senzatetto uccidono, almeno dove sono io, a Toronto. I rigidi inverni qui hanno ucciso molti senzatetto.

Hai mai visto l’episodio della zona crepuscolare dove il ragazzo viene condannato a “invisibilità” per un anno, e gli hanno lasciato un segno sulla fronte? Le persone si rifiutano di parlargli, fare affari con lui o riconoscerlo. Diventa pazzo e inizia a urlare alle persone, ma continuano a ignorarlo …

Ecco come è senzatetto. Vivo in Canada, e non è la fame che ti prende, non è il duro, freddo pavimento, non è la violenza e non è l’insonnia, è il rifiuto che mangia il tuo cervello. Ho trascorso quasi 5 anni dentro e fuori strada quando ero un adolescente, e non riuscirò MAI a superare il modo in cui sono stato abbandonato e ignorato dalle persone, semplicemente perché quella sera ero su un foglio di cartone. Non dimenticherò mai. Mi sono trasferito attraverso molti livelli della società ora, attraverso la vita universitaria, il servizio pubblico, le organizzazioni non profit, ecc. Ho aiutato più persone di quanto pensassi, ma non dimenticherò mai di essere stato lasciato lì da così tanti, che forse ci pensavano era “niente che potevano fare”.

Se solo sapessero quanto male fa male essere invisibili. La gente si chiede perché i mendicanti a volte continuino con storie grandiose e prolisse … è perché potrebbero essere DISPERATE per il riconoscimento come essere umano!

Quando ero là fuori, la gente evitava il contatto visivo, o camminava e contattava segretamente una guardia di sicurezza per tirarmi fuori dalla loro tromba delle scale piuttosto che passare due secondi a chiedere perché un sedicenne dormisse in un parapetto. Penso di aver preferito le persone che mi sputavano, almeno era una forma di essere visti.

Ho perso il conto di quante volte ho notato una persona che fingeva di non vedermi. Mi ha preso tutto il fiato e mi ha fatto venire voglia di rannicchiarmi e morire – ogni volta. Penso ancora di essere in una specie di inferno, e combatto ancora per la comunità perché so che se faccio qualcosa per convalidare un’altra persona, vivo in un mondo che contiene almeno un atto compassionevole.

Non hai idea di quanto li hai feriti rifiutandoti di vederli.

I senzatetto sono reali e non qualcosa che la gente vuole. Ci sono in realtà molti percorsi in senzatetto come vedrai e non molte vie d’uscita. Una persona molto intelligente che altrimenti cade in condizioni che li portano in quella situazione può trovarsi sorprendentemente spogliata di ogni potenziale e accesso alle cose di cui un tempo godevano. Può succedere a chiunque nelle giuste circostanze.

Com’è? Dipende dal tipo di senzatetto. Esiste da vari punti di vista.

Senzatetto dei bambini. Hai un genitore che ha perso la carriera e devi imparare come dormire in un’auto in giovane età. Quel genitore alla fine si rimette in piedi, ma tu vivi attraverso la loro tortura di dover tornare indietro con i genitori, la loro perdita di dignità diventa tua. Non sai esattamente cosa sta succedendo, sai solo che in qualche modo non è normale. D’altra parte, si diventa molto più a proprio agio con la povertà in giovane età.

Colletto bianco senzatetto. Chiamali consulenti, chiamali freelance, qualsiasi cosa tu chiami, sono esperti di business, e / o esperti di tecnologia o creativi che sembrano pronti a lavorare ovunque. Hai un sacco di adulti che sembrano avere successo all’esterno. Guida un’auto decente, magari hai una tuta e puoi lavorare in loco presso la sede di un cliente. Per una serie di motivi, non possono ottenere un appartamento o una casa e vivono essenzialmente in alberghi puliti. Non hanno una vera casa. Le persone che guardano fuori possono affascinare la loro situazione, ma questi intrepidi viaggiatori di solito sono un risparmio di un mese lontano dalla prossima categoria di senzatetto.

Post White Collar senzatetto. Nessuno lo segue veramente, ma ci sono persone che si sono imbattute in una situazione difficile mentre lavoravano in quello che gli altri avrebbero definito un ottimo lavoro. Forse sono passati da un grande lavoro a un altro ottimo lavoro, ma non ha funzionato e bastava trasferirli dalla classe dirigente alla classe economica della situazione di vita. Per un po ‘, potrebbero calpestare l’acqua attraverso le tariffe degli hotel, o il saldo di un affitto o di un mutuo che ora non possono permettersi. Lo fanno peggiorare mentalmente quando passano a vivere in un’auto perché hanno tutto e ora non hanno niente.

Negazione dei senzatetto. Questo è dove sei senzatetto, ma negarlo per molte ragioni. Vivi in ​​macchina, ma non potresti mai ammettere di essere povero e senzatetto. Dal tuo punto di vista, ti stai semplicemente tenendo fermo finché non torni sulla strada giusta. Combatti con il cibo che ora devi mangiare che non avresti mai considerato prima. Qualunque cosa abbiate tenuto in borsa inizia a sparire (troppo pesante o troppi). La cosa più difficile è dormire bene quando sei veramente stanco perché se riposi da qualche parte troppo a lungo, qualcuno ti sveglia involontariamente (rovina la tua posizione sociale di più). Devi affrontare difficoltà nella spesa frugale quando ne hai più bisogno a causa del tuo acclimatamento a una realtà di bilancio diversa.

Senzatetto a lungo termine. Non stai più negando. Accetti che nonostante i tuoi sforzi, sei in qualche modo incompatibile con la società ora relegata ai margini di quella società. Ti dirigerai verso il cibo, dormi sulle panchine del parco e cammini ovunque. Altre aree di alloggio possono includere aree boschive e sotto passa sopra quando hai perso l’auto o non ti puoi permettere il gas.

Alcuni senzatetto a lungo termine in qualche modo sono riusciti a vivere e sono stati scollegati dai cicli e dalle cure della società. La gente ti evita di più e diventa un ciclo che si autoalimenta. Una volta ho incontrato una persona che è stata morsa da un serpente a sonagli. Un ex-marine. Sapeva come vivere fuori dalla griglia, ma il serpente lo ha catturato. Stavo sorseggiando una bevanda quando si è avvicinato a me e ha raccontato la sua storia. Lo vedrei in luoghi pubblici per chiedere eventuali monete che una persona potrebbe risparmiare. Parte della sua storia era la cura del medico per il morso del serpente, ma da allora non l’ho più visto.

Ogni tanto vedo una madre e sua figlia vagano nello stesso furgone in cui dormono. Ricordo quando sono diventati senzatetto. Non ho mai chiesto la storia dietro la loro situazione. Rivelare una cosa del genere può essere imbarazzante. In termini di dignità di un’altra persona, a volte la discrezione è la migliore. Anni dopo, si sono stabiliti nella loro situazione di senzatetto. Hanno lavori di fast food, ma non fanno abbastanza per trasformare l’auto in una casa.

Nel complesso, è terribile essere senzatetto in un paese del primo mondo ed è qualcosa che dovresti sforzarti di evitare e limitare quanto ragionevole ed etico. Prova tutto ciò che puoi nell’ambito del tuo sistema di credenze per evitare i senzatetto. Gli amici che pensavi di avere non sono più amici. Anche le organizzazioni religiose, forse una volta in cui sei stato attivo, possono allontanarti (non una ragione per porre fine alla tua fede, ma per pregare per le loro).

Le prove possono essere molte, poiché il tuo corpo e la tua mente possono essere sotto pressione su molti fronti. Può rafforzarti mentalmente in qualche modo ma è una condizione che può accelerare la tua morte. Se hai ancora un servizio di telefonia mobile mentre passi a un senzatetto, alcuni non crederanno alla tua situazione. Se sopravvivi in ​​qualche modo e reintegrati nella società, non ti crederanno. La verità è che gli Stati Uniti sono ostili alle situazioni di senzatetto ed è una delle aree principali della nostra società che dimostra quanto poco abbiamo effettivamente avanzato. In una società veramente avanzata e / o illuminata, il senzatetto non esisterebbe.

Perché quegli uomini in età lavorativa che hanno lasciato il mercato del lavoro americano non tornano. È una caratteristica della società. Dovresti evitarlo personalmente se puoi. Non dare per scontato che tu sia insensibile perché è successo anche a molte persone facoltose durante gli anni ’20 e ’30 negli Stati Uniti e in altre persone benestanti con la forza nella Germania nazista. È la vera ragione dell’avanzamento della politica liberale (io sono indipendente) perché nessuno vuole veramente vuole l’austerità velata o il vincitore prende tutto troppo male per il resto della politica dei duri conservatori. Ad ogni modo, dovremmo lavorare tutti per porre fine alla povertà, per i senzatetto e osservare le raccomandazioni della visita di Papa Francesco negli Stati Uniti.

Modifica il 1/3/2017

Nell’ottavo paragrafo dall’alto, menziono un senzatetto che è stato morso da un serpente a sonagli. Dopo un anno , mi sono imbattuto in lui ieri. Ci è capitato di essere nello stesso posto nello stesso momento. Mi sono rivolto a lui per nome e ho chiesto come andavano le cose. Ho chiesto del morso del serpente. Ha detto che è tutto a posto. Ha anche accennato che sta iniziando un nuovo lavoro nella prossima settimana. La sua storia mostra che puoi sopravvivere ai senzatetto con grinta, fede e sostegno della comunità.

I senzatetto non sono sempre una brutta cosa. A volte, a seconda di chi sei, devi essere libero dalla società. Liberi di pensare come vuoi Libero dalle distrazioni della vita frenetica. Libero di essere il tuo vero sé sotto Dio. Alla fine, potresti recuperare gli standard di vita della società in generale, ma in mancanza di questo, il senzatetto non è il destino peggiore possibile.

È costante insicurezza e paura, specialmente se hai figli.

Viene emarginato, giudicato, scartato, svalutato … qualsiasi numero di cose negative. Sono stato senzatetto più di una volta a causa della violenza domestica. Se rimani con il tuo aggressore, sei giudicato debole e stupido. Se esci, non sempre è disponibile l’aiuto per avere un altro posto dove andare. I rifugi molto raramente hanno aperture a meno che non siate abbastanza fortunati da chiamare a pochi minuti dalla partenza di un altro residente. I fondi sono estremamente limitati per i buoni dell’hotel. Anche gli amici e la famiglia non avranno un posto per te perché hanno bisogno di proteggersi. Se vivi in ​​una macchina, rischi di avere i tuoi figli portati via.

I tuoi giorni consistono nel trovarti al telefono, cercando disperatamente di trovare qualche briciolo di aiuto. Diventi demoralizzato rapidamente viene detto “no” così tante volte. Ti senti inutile dover elemosinare per i bisogni più elementari. È difficile trovare un posto in cui stare al passo con l’igiene, e peggio si guarda, meno la gente vuole aiutare perché presume che tu sia drogato o senzatetto perché sei irresponsabile. È umiliante.

È come essere un topo che vive ai margini della società. Non puoi capirlo finché non lo hai vissuto. Anche allora, è soggettivo. Sono una donna cisgender istruita, millenaria e bianca. Questo è quello che è stato per me:

Sorprendentemente (o forse non sorprendentemente), essere senzatetto a Berkeley è stato divertente. Quando ho soggiornato in un rifugio per i giovani, ho incontrato molte altre persone problematiche che avevano la mia età. Eravamo una grande famiglia di bambini di strada che imprecava parecchio, fumava erba nei parcheggi e talvolta si frequentavano a vicenda.

La cosa più grande di cui mi preoccupo è il sonno. Dormire in un rifugio non era facile a causa degli odori di corpi non lavati, animali domestici, voci forti, russare e altre variabili. In un rifugio, sono stato fortunato ad avere 5 o forse anche 6 ore di sonno a notte. Tuttavia, sono sempre stato grato per un posto sicuro e caldo dove dormire. Il personale del rifugio era molto gentile e compassionevole, la mia unica lamentela è che avevano ancora conversazioni molto forti per tutta la notte, anche se c’erano 50 senzatetto che cercavano di dormire nella stessa stanza.

Durante i mesi invernali e piovosi, è molto difficile entrare in un rifugio. Lo spazio è limitato e si riempiono rapidamente. In realtà è molto difficile entrare in un rifugio, punto. Ci sono solo troppi senzatetto e non abbastanza rifugi.

Dormire fuori fa freddo. E illegale. Ti rende vulnerabile a persone e animali. Quando devo, dormo in aree remote e boscose, al contrario della città, per evitare le forze dell’ordine, i coglioni e gli stupratori. I boschi non sono così silenziosi come si penserebbe. Tutti i tipi di animali diventano attivi di notte. All’inizio, avevo paura di tutti i misteriosi fruscii intorno a me nella foresta oscura. Ma mi ci sono abituato. Fortunatamente, non ho avuto alcun incontro con i leoni di montagna.

Come una senzatetto, di solito cerco compagnia maschile per proteggermi dagli altri maschi. Sono stato molestato e quasi violentato due volte (una di quelle volte mentre dormivo) quindi ho paura degli uomini, ma ironicamente mi baso su di loro per proteggermi da quelli più spaventosi. Non dormo da solo a meno che non sia assolutamente necessario. Ho un compagno che si accampa con me a meno che non abbia un episodio psicotico. Alcuni uomini diversi mi hanno offerto rifugio in cambio di favori sessuali. Ho sempre rifiutato queste offerte.

Durante il giorno, sono uguale a chiunque altro, perché faccio la doccia in palestra o uso le case di altre persone per prendermi cura della mia igiene. Anche se a volte, mi chiedo se gli altri possano dire che sono senzatetto a causa del mio zaino pieno di cose o di rametti e foglie che a volte si aggrovigliano tra i miei capelli.

Fa più male quando dico ai vecchi amici del problema che ho avuto. Appena sentono che sto dormendo fuori, diventano più tranquilli, cambiano argomento e smettono di parlarmi. È come se non sapessero come gestire questo tipo di informazioni. O forse pensano che devo meritarmelo, perché ho fallito in questa società così oh-così-grande in cui tutti presumibilmente hanno pari opportunità. Destra.

I senzatetto possono sembrare piuttosto cupi e senza speranza. Fai quello che devi fare per sopravvivere. Ho imparato a lasciare andare i miei beni. Abbracciato uno stile di vita minimo. Se riesco a procurarmi del cibo per riempirmi la pancia e un posto dove appoggiare la mia testa, dovrei essere felice, giusto?

È solo difficile superare l’indegnità di tutto questo.

Senzatetto a Denver 2016

Cronicamente senzatetto significa:

Un “senzatetto con disabilità”, come definito nella sezione 401 (9) del McKinney-Vento Homeless Assistance Act (42 USC 11360 (9)), che: [Un individuo che può essere diagnosticato con uno o più dei seguenti condizioni: disturbo da uso di sostanze, grave malattia mentale, disabilità dello sviluppo (come definito nella sezione 102 della Legge sui diritti di assistenza per gli handicap dello sviluppo del 2000 (42 USC 15002)), disturbo da stress post-traumatico, disturbi cognitivi derivanti da lesioni cerebrali, o malattia fisica cronica o disabilità]

Vive in un luogo non destinato all’abitazione umana, a un rifugio sicuro o in un rifugio di emergenza; ed è stato senzatetto e vivente come descritto al paragrafo (1) (i) di questa definizione continuamente per almeno 12 mesi [un anno] o in almeno 4 diverse occasioni negli ultimi 3 anni, [dove ogni senzatetto era almeno 15 giorni] fintanto che le occasioni combinate equivalgono ad almeno 12 mesi e ciascuna pausa in senzatetto separa le occasioni incluse almeno 7 notti consecutive di non vivere come descritto nel paragrafo (1) (i). I soggiorni in strutture di assistenza istituzionale per meno di 90 giorni non costituiranno una pausa per i senzatetto, ma piuttosto questi soggiorni sono inclusi nel totale di 12 mesi, a condizione che l’individuo vivesse o risiedesse in un luogo non destinato all’abitazione umana, rifugio sicuro, o un rifugio di emergenza immediatamente prima di entrare nella struttura di assistenza istituzionale;

Una persona che risiede in un istituto di assistenza istituzionale, compreso un carcere, abuso di sostanze o impianto di trattamento della salute mentale, ospedale o altra struttura simile, per meno di 90 giorni e soddisfa tutti i criteri di cui al paragrafo (1) di questa definizione , prima di entrare in quella struttura; o Una famiglia con un capofamiglia adulto (o se non vi è un adulto in famiglia, un capofamiglia minorenne) che soddisfi tutti i criteri di cui al paragrafo (1) o (2) di questa definizione, compresa una famiglia la cui composizione ha fluttuato mentre il capofamiglia è stato senzatetto.

Non c’è una singola esperienza di senzatetto, dal momento che non esiste una sola causa per i senzatetto. Posso solo dirti che, per me stesso, essere senzatetto per due anni e mezzo è stata l’esperienza più solitaria della mia vita. Tuttavia, è un tipo particolare di solitudine, dal momento che sei da solo nel mezzo di milioni di altre persone, che fingono che tu non esista, dal momento che le fa sentire inopportune o infelici nel riconoscerti.

C’è un episodio della serie di Twilight Zone ripresa nel lontano 1980 che mi viene in mente quando penso a come ci si sente. In questo episodio, un uomo aveva fatto qualcosa o era stato accusato di qualcosa – non ricordo cosa o se fosse colpevole – ed era stato condannato all’invisibilità. In realtà non era diventato invisibile, bada bene. Era appena stampato sulla fronte con un segno che significava che tutti gli altri dovevano ignorare la sua presenza. All’inizio, l’esperienza per l’uomo era quasi liberatoria, ma molto rapidamente diventava esasperantemente infelice, ed era sempre più disperato che qualcuno gli desse il semplice dono di riconoscere che esisteva come membro della società.

È come è, o almeno come è stato per me, e per alcuni altri con cui ho parlato e lavorato nel corso degli anni. Non è un’esperienza che tutti meritano.

DIPENDE MOLTO DOVE SEI E CHI SEI E UN LOTTO COMPLETO DI ALTRI FATTORI CHE LE PERSONE CHE NON HANNO MAI STATO SENZA FONDAMENTA NON AVREBBERO MAI MAI ANCORA PENSATO DI ESSERE RILEVANTE A TALE SITUAZIONE! Essere senzatetto … molto tempo fa … era abbastanza comune tra i giovani che andavano alla deriva in giro per il paese in cerca di lavoro … o in cerca di avventura …. o semplicemente guardandosi attorno, in modo che potessero comprendere meglio la vita. PER QUELLI DI FOLLS, i senzatetto erano un’avventura, e tali persone credono sempre che possano smettere di essere senzatetto ogni volta che scelgono di farlo. MA … PER LE PERSONE PIÙ SENZA FINE … non c’è avventura … e spesso NESSUNA speranza che le cose migliorino. All’inizio, forse … ma siccome le settimane si trasformano in mesi e i mesi si trasformano in anni, vieni spinto sempre più lontano dalla parte della civiltà umana … e alla fine, puoi davvero diventare un animale selvatico! PERDE TUTTO IL CONTATTO CON LA CIVILTÀ NORMALE E LE PERSONE NORMALI … e le persone non vogliono avere niente a che fare con te … e tu non vuoi più davvero tanto lavoro con loro. LE PERSONE CHE SI TROVANO IN QUELLA SITUAZIONE POTRANNO PIÙ SVILUPPARE GRAZIE MALATTIE MENTALI … non sono nate per la maggior parte, ma possono sicuramente finire in quel modo. E QUALSIASI PERSONA DAVVERO SENTENTE SUL PIANETA È TOTALMENTE CONSAPEVOLE DI QUESTA POSSIBILITÀ MOLTO REALE. Per la maggior parte dei senzatetto, essere senzatetto NON è una scelta, e ASSUMONO che alla fine saranno in grado di tornare a una vita normale … e cercano le possibilità di farlo accadere. MA COME I GIORNI E SETTIMANE E MESI VAI ACQUISTO … le preoccupazioni, le paure e la disperazione crescono …. e può diventare una vera mancanza di speranza, nel qual caso, inizi a vagare e ti fermi anche a cercare di sfuggire alla tua situazione … nel qual caso finisci come le persone che ho appena menzionato un attimo fa …. malati di mente e totalmente emarginati! OGNI GIORNO È UNA RICERCA INFINITA PER UN LUOGO PER DORMIRE SICURAMENTE, PER ANDARE AL WC, PER OTTENERE PULITO, PER RAGGIUNGERE QUALCHE MODO DI MEZZO PER MANGIARE …. E PROVARE A TROVARE QUALCHE MODO PER FARE ALCUN SOLDI, COSÌ PUOI FINALMENTE … FINALMENTE … FINALMENTE SCOMMETTERE LE STRADE. Il problema è … ogni giorno che sei in strada, più lontano ti ritrovi ad essere un normale essere umano, sempre più! E IN UNA REPUBBLICA …. CONSERVATIVO …. SOCIETÀ DOMINATA … DOVE I RICCHI CORRONO TUTTO … E CARE NULLA A TUTTO SULLE PERSONE SENZA DIMORA … LA PROBABILITÀ DI SEMPRE DIVENTERÀ NORMALMENTE DI NUOVO …. OTTIENE SEMPRE PIÙ DISTANTE !!!

Casa, è uno stato mentale o solo un riparo da un elemento esterno? Crescendo in una casa senza mamma e un padre che non è mai stato a casa, ho passato la maggior parte della mia infanzia a ruotare tra le case degli amici. Non ho fatto tesoro della casa condivisa con nonna, zia e servi. La gente mi ha preso in sempre scherzosamente mi ha chiamato il ragazzo senzatetto. Immagino di aver voglia di amore materno e paterno e spero di passare alla deriva da casa a casa.
Ho avuto un breve momento di senzatetto quando sono scappato dal Vietnam su una barca da pesca. Sì, ero uno di quelli che galleggiavano sul mare sperando di fuggire dal Vietnam devastato dalla guerra e alla ricerca di una nuova vita che rischia tutto e lascia tutto alle spalle. Siamo stati fortunati e siamo andati sulla rotta giusta per Singapore solo pochi giorni dopo che siamo partiti dal più grande villaggio di pescatori del sud, il Vietnam, chiamato Ca Mau. Tuttavia, la Marina di Singapore o la Guardia Costiera non ci ha accettato e ha rimorchiato la nostra barca nel Mare Internazionale. Nonostante l’avvertimento di essere colpito, ho tagliato il cavo di traino e fatto scattare la barca a metà. Non hanno altra scelta che ci hanno rimorchiato sull’isola vicina. L’isola divenne un campo profughi per il futuro popolo di barche dal Vietnam chiamato Pulau Besa.
Per i primi giorni, non mi trasferii sull’isola e vissi piuttosto sulla nave rotta e la chiamai a casa. Non c’erano regole, nessun orologio, nessun programma, nessuno ti diceva cosa fare. Era totalmente come i nostri giorni di antenati cavernicoli. Se vuoi mangiare, prendi un pesce, caccia o mangia il frutto. Più tardi arrivò la Croce Rossa e cominciò a distribuire porzione giornaliera di riso, uova e prodotti essenziali come sapone, medicine e alcuni indumenti donati dalla terraferma. Niente di speciale ma solo elementi essenziali.
Guardando indietro, quei giorni senzatetto sono stati uno dei miei ricordi migliori. Ero single e non ho mai avuto problemi a nutrirmi ed era Robinson Crusoe, tranne che c’erano centinaia o migliaia di persone che venivano ogni giorno. Io e un paio di amici iniziammo ad entrare nel settore immobiliare e vendemmo capanne costruite da abbattere alberi sull’isola. Abbiamo costruito capanne secondo il desiderio della gente e addebitato di conseguenza da $ 25 a $ 250 col passare del tempo. Prendiamo il pesce dal mare stendendo le reti dalla barca di notte e condividendole tra di noi. Vorrei essere più bravo nella gestione del denaro. Non mi interessa molto allora e finché ho cibo e posso giocare a pallavolo, sono stato bravo.
Poi mi offrii come interprete usando il mio inglese limitato. Credo di essere stato apprezzato da molte Nazioni e ho trascorso meno di 6 mesi sull’isola. Il mio paio di jeans è diventato un paio di pantaloncini quando sono salito sull’aereo da Kuala Lumpur negli Stati Uniti. Guardando indietro, provo per quei rifugiati di guerra in Europa ora. Queste persone sono state costrette a flottare il loro paese e hanno lasciato tutto alle spalle. Ricchi e poveri, ora sei senzatetto e stai aspettando la grazia della mano degli estranei. Ecco perché ho sempre un debole per i senzatetto.
Poche persone sono nate senzatetto in tutto il mondo, la popolazione dei senzatetto negli Stati Uniti è enorme che si aggira intorno a 650.000 con circa 60.000 veterani. Disoccupazione, malattie mentali, violenza domestica, divorzi, dispute familiari, alcol, abusi di droga, criminali riformati, erano tutte cause di senzatetto.
C’erano diversi video virali su Youtube sulla vita dei senzatetto se vuoi davvero sapere com’è. Dare una mano quando ne vedi o ne incontri uno.

Quando ero senzatetto, un paio di bambini hanno provato a molotov la mia tenda. Detto questo, incontrerai le persone più simpatiche E incontrerai le persone più CRUDELE. Tende e ti stressizza, mentalmente e fisicamente. O cresci più forte o più debole, dipende davvero dalla persona. Ci sono state volte in cui ho pianto da solo pensando che non ci sarebbe stata alcuna speranza. E ci sono momenti in cui sono fiducioso che le cose possono cambiare.

Sfortunatamente, ora che vivo normalmente, ho ancora quella mentalità da senzatetto. Io pizzico i penny, vivo la vita essendo attenta e gli occhi dietro la mia testa, mi sorprendo a svegliarmi dal mio letto solo per muovermi e dormire a terra, ottengo terrori notturni da anni di senzatetto e abusi con cui ho avuto a che fare , e tante altre cose.

È estremamente difficile, a seconda della persona e della situazione. Ognuno gestisce le cose in modo diverso.

Sono rimasto senza casa per un po ‘. E ti dirò questo … E ‘stata una delle cose più difficili che abbia mai vissuto. Ti dirò anche che l’esperienza del senzatetto è stato anche il fattore qualificante, che ha cambiato la mia vita .. In meglio.

Come senzatetto, qualunque cosa ti abbia portato in strada, droghe, prigione, malattie mentali, abusi, quei traumi non sono più la prima linea della tua mente. Quando sei un senzatetto, non puoi rimanere bloccato nel passato o avere ansia per il futuro. Devi rimanere nell’ora per sopravvivere. I miei giorni non erano pieni di preoccupazione per quello che è per cena, cosa c’è in TV stanotte, ecc. La mia giornata consisteva in quello che mangio? Come faccio a prendere da mangiare? I miei oggetti sono al sicuro? Dove posso provare a ripulire? Dove posso usare il bagno e non essere cacciato via dalla sicurezza.

Le cose che davo per scontate, piccole cose come carta igienica o pizzi per le mie scarpe, divennero per strada, beni preziosi più preziosi del cibo. E quando il sole tramonta, le strade sono una città completamente nuova, piena di coloro che non sono usciti durante il giorno. Come donna, ero un bersaglio per i senzatetto, che sono là fuori perché sono devianti alla società.

Non ci volle molto prima che fossi immerso nella vita di strada. Il mio modo di pensare è cambiato per strada e mi sono ritrovato a fare le stesse cose che ho giurato di no. Ben presto dimenticai la vita “normale” e vissi la vita di strada.

La maggior parte dei senzatetto è molto gentile e ospitale. Si guardano l’un l’altro. Ma ci sono alcuni che sono pericolosi predatori e dovevo stare costantemente in guardia. E ‘stato estenuante e degradante, spesso sono stato giudicato semplicemente perché ero senzatetto, anche dopo essere stato molestato dalla polizia per essere rimasto seduto troppo a lungo in un’area pubblica.

Alla fine ho ricevuto aiuto e oggi sono molto meglio e grato di avere una casa … E la carta igienica.

Ho dovuto attraversare quei momenti difficili per diventare umile, non dare nulla per scontato e sono diventato una persona migliore. Ma ci sono ancora innumerevoli là fuori che hanno perso la speranza e il rispetto di sé che hanno ancora bisogno di aiuto.

Non giudicare un libro …… Ricorda che potrebbe capitare a quasi nessuno

Come qualsiasi cosa, ci sono fasi di sentimenti in termini di senzatetto. Il primo è la frustrazione, unita alla disperazione e alla vulnerabilità. Quindi è mancanza di fede. Può farti mettere in dubbio Dio e perché sei stato messo in quella posizione.

Quindi, mentre accetti la tua situazione, inizi ad attingere alla tua resilienza e alle risorse interiori. Raggiungi tutti per trovare un posto dove vivere e trovare un reddito. Famiglia, amici, agenzie di servizi sociali, istituzioni religiose. Fai tutto il possibile per trovare un posto dove vivere, non importa quanto sia disfunzionale.

Essendo una donna single, che è stata quasi senza casa diverse volte nel 2014, si sente molto vulnerabile. In molti dei posti in cui sono stato costretto a vivere a breve termine, il padrone di casa maschio o il mio inquilino si è presentato a me. Pensavano che fossi così vulnerabile a cui non avrei resistito. Anche se, l’ho fatto.

Essere senzatetto non è una scelta per molti. È una circostanza in cui una cosa conduce a un’altra. Alla fine, ne esci più forte, sapendo che sei riuscito a navigare nel folto delle sfide portate dai senzatetto.

Se ti piace questo post, per favore seguimi e per favore controlla il mio romanzo basato sulla mia esperienza di essere quasi senza casa: Back in OC: Quasi senzatetto.

È terrificante immaginare che non ci sia posto dove andare. Alla mia ragazza ea me fu detto di lasciare il cortile dei miei genitori, dove eravamo stati accampati. Ho pianto a lungo e poi mi ha gentilmente detto che dovevo arrendermi e che dovevamo fare un piano per la notte e per il prossimo futuro. Abbiamo parcheggiato la nostra auto, fortunatamente verde, in questo campo, dietro alcuni cespugli. Il recinto che racchiudeva il campo aveva un cancello che sembrava essere chiuso a chiave, ma non lo era. Abbiamo dormito con la testa sulle mie ginocchia e io la stavo mentendo. Quando uscivo per allungare solo alla luce del giorno, c’era un giovanissimo procione seduto alla base di un piccolo albero vicino alla macchina. Mi guardò male e io mi alzai in piedi, quasi stupidamente guardandolo e chiedendomi se mi stesse per saltare addosso. Si allontanò con un’ultima, minacciosa occhiata alle sue spalle. I miei primi pensieri convincenti erano che avevo fame e non avevamo assolutamente niente da mangiare.

La cosa terribile che abbiamo imparato abbastanza rapidamente era di non fidarsi di nessuno. Una persona appena senzatetto è solo carne fresca per la maggior parte degli altri senzatetto; saranno il tuo migliore amico, che ti dicono che semplicemente non credono nell’uso o nel furto da parte di altre persone … In realtà aspettavo che una persona dichiarasse di credere in Karma; è allora che sapevo che probabilmente erano un sociopatico predatore che ci avrebbe rubato ciechi o altrimenti ci avrebbe lasciato con meno di quello che avevamo.

Ci siamo avvicinati molto; ci siamo letteralmente scambiati solo l’un l’altro. Siamo diventati una buona squadra: ero la persona in-your-face che non avrebbe tollerato alcuna assurdità, tollerava il furto zero, ecc. Era molto più una persona di tipo finezza.

È morta nel 2013. Mi manca e rido per lei, forse con lei, quando ricordo alcune delle situazioni che abbiamo incontrato. Sarebbe toccata per sapere quante persone la ricordano e sono state rattristate dalla sua morte.

Ci si sente soli e dipende da quanto si adatta ovunque, da leggermente scomodo a estremamente deprimente. Non puoi essere abbastanza fresco in estate o abbastanza caldo in inverno. Anche se cerchi di essere pulito e presentabile ti senti sempre sporco. Non hai mai abbastanza sonno e abbastanza raramente cibo. La noia è una costante a meno che tu non ami davvero leggere. Devi costantemente preoccuparti di dove viene il tuo prossimo pasto, dove dormirai, della tua roba rubata o distrutta, dei poliziotti che ti molestano, degli adolescenti che ti attaccano e del tempo. È difficile uscire dai senzatetto senza soldi e la maggior parte dei posti non ti assumerà se sei un senzatetto. Mentre molti senzatetto hanno un lavoro, o li hanno avuti prima di diventare senzatetto o sono molto persistenti nel trovare lavoro. Ma alcuni aspetti positivi sono se si ottiene un assegno o si diventa senzatetto per scelta (una buona idea se sei giovane, ti dà un sacco di prospettiva sulla vita e ti rende una persona più forte) hai un po ‘di libertà e vedrai le cose e incontrare persone che non vedono mai. Alcuni dei miei migliori amici che ho incontrato mentre ero senzatetto. E a causa dei miei problemi mentali ho difficoltà a gestire l’essere alloggiati in modo da avere un tempo molto più facile mentalmente quando sono senzatetto. Quando ho un appartamento o sto con gli amici, sono costantemente pronto nel caso in cui finisca di nuovo senza casa. È una paura che è sempre in fondo alla tua mente. Diamine, adesso sono senza casa. Sto scrivendo questo dalla mia casa di amici dove esco durante il giorno. I crash in alcuni boschi di notte nelle vicinanze. Essendo Northern Kentucky, non fa molto freddo di notte, ma è abbastanza freddo da essere a disagio senza un incendio che non posso avere se non voglio essere svegliato dalla polizia ad un certo punto. Quindi mi accampo freddo e mi sveglio dolorante dappertutto.

È umiliante e schiacciante. Anche se hai lavorato duramente per tutta la vita – come ho fatto io – sembra che nulla di ciò che hai fatto abbia significato qualcosa. Troppe persone credono che tu sia una persona cattiva o disonesta perché sei senzatetto, ma la realtà è che per la maggior parte degli americani, è un solo disastro finanziario. E una volta diventato senzatetto, è così, così difficile uscire dalla strada. Molti proprietari non vorranno affittare persone che non possono elencare un indirizzo recente, e se lo fanno, molti vorranno ulteriori depositi, che la maggior parte delle persone che cercano di scendere dalle strade non possono permettersi. Ho avuto la fortuna di avere ancora la mia macchina e di ricevere pagamenti mensili di invalidità (che tra l’altro hanno richiesto tre anni). Non era abbastanza per impedirmi di diventare senzatetto, ma stavo meglio di molti altri. Se non fosse per quello, e per gli altri che mi avrebbero dato una mano quando ne avessi avuto bisogno, probabilmente sarei senzatetto e / o morto oggi stesso, semplicemente come risultato di essere disabile.

Ho molto poco da aggiungere alle eccellenti risposte che precedono le mie. Penso che oltre alla paura, all’umiliazione, al degrado e all’emarginazione che i senzatetto affrontano ogni giorno della loro esistenza, dobbiamo aggiungere l’assoluta disperazione che indubbiamente accompagna tutto ciò.

Nel “paese più ricco del mondo”, abbiamo un tasso di povertà inestricabilmente alto. Una volta che una persona diventa senzatetto, non c’è assolutamente alcun programma, o modo sponsorizzato dalla società, per lui o lei di sfuggire a quella condizione di senzatetto. Dovremmo, come società, avere programmi in atto per ospitare coloro che sono caduti in difficoltà e restituirli alla produttività, ma non lo facciamo.

Prima ho fatto un’intervista con un senzatetto. Guarda e capirai di più. È una persona molto speciale, non vuole elemosinare, avere un lavoro per se stesso e fare pulizia nel gioco.

Mr. Nguyen