Un narcisista piangerebbe nei film tristi?

Ho un punteggio piuttosto alto nelle scale narcisistiche e sono appassionato di storia e piangerò in una buona storia ben raccontata, in genere durante il climax del film. (È interessante forse che non importa se il finale è positivo o negativo, solo che la storia è meravigliosamente avvincente).

Non vedo davvero che cosa abbiano in comune queste cose … Forse l’ipotesi di fondo è che, poiché i narcisisti si apprezzano così tanto, non possono valutare le cose che sono esterne a se stesse? In questo caso: non è così che funziona. Valorizzare le cose non deve essere immaginato come vasi comunicanti. Alcune persone sostengono di non apprezzare nulla in questo mondo tranne se stessi e i loro cani. Altre persone sostengono di valutare il mondo intero in una certa misura. (Se il lettore si riconoscesse in quest’ultima categoria: Namaste a te).

Se capisci che il narcisismo guarda in basso (la maggior parte) altri umani – la definizione sociale diciamo – allora di nuovo non riesco a capire cosa ha a che fare con i film per la stessa ragione sopra elencata.

Forse stai confondendo le persone nella vita reale e i personaggi nella storia e pensi che sia strano preoccuparsi dei personaggi ma non delle persone. Ma in un certo senso è solo la magia della storia. Il nichilista e anarchico Joker di Heath Ledger era un personaggio immensamente irresistibile, ma se fosse giunto alla vita (reale) e tu fossi soggetto alle conseguenze reali delle sue azioni, non avresti la minima simpatia / empatia per lui.

Qual è la differenza quindi tra personaggio e persona? Devi occuparti personalmente delle persone e devi affrontare le conseguenze delle loro azioni. Andando in teatro, tu (a priori) capisci che questo non sarà il caso per nessuno dei personaggi – per quanto avvincenti possano essere. Questa è un’impostazione emotiva completamente diversa e uno stato d’animo completamente diverso. Ad esempio, nei film si può facilmente trovare una persona stupida irresistibile, magari toccandola. Nella vita reale, dovrai costantemente confrontarti con il loro comportamento in modi socialmente accettabili.

Ma credo che la magia della storia vada ancora più in profondità. Ad esempio, ho notato che odio davvero masticare rumori con una passione … finché non è in un film. Poi all’improvviso mi infastidisce molto meno. Non ho idea di cosa lo causi. Il punto è semplicemente che la storia e la vita reale sono fondamentalmente diverse dal primo istante, quindi valutare nella vita reale e valutare nella storia è necessariamente anche diverso. Quindi, non credo che il narcisismo e il pianto nei film abbiano molto in comune.

Alcuni lo fanno. Alcuni no. Quelli che fanno sentono le proprie emozioni attraverso un mezzo come un film. Attraverso, scusate il gioco di parole, proiezione. I film sono veicoli di catarsi manipolativa per le persone che non si conoscono abbastanza bene da elaborare le proprie emozioni quotidianamente. Il film è fondamentalmente strutturato per ottenere una risposta da te e dirti come sentire e cosa pensare su determinati argomenti. Non vale la pena il mio tempo.

Quindi il narcisista parlerà a lungo del film per un po ‘e dei personaggi fantastici. Anche se si tratta di un film biografico, è ancora romanzato in misura tale che il pubblico che guarda la cosa è totalmente manipolato.

Il narc è particolarmente disgustoso quando piange durante un film perché non prova nulla per te nella vita reale che equivalga alla compassione. Non verseranno lacrime per te. Solo un film stupido.

* Questa risposta non è per la riproduzione. Grazie.

Piangeranno se c’è una vittima da innamorare. Piangeranno se otterranno qualcosa da esso.

Mancano di empatia o simpatia per gli altri. Quindi, se li vedi piangere durante i film o per altre persone, puoi dare per scontato che siano state strappate lacrime di coccodrillo. Ma se piangono per se stessi, allora potrebbe essere vero, perché l’unica persona a cui stanno a cuore è se stessa.

Io personalmente no. È solo un film e mi manca empatia. In realtà non capisco perché la gente pianga molto durante i film tristi, soprattutto se è puramente fittizia.

Occasionalmente ho visto scene di film che mi fanno sentire leggera tristezza o rabbia, ma è solo se mi associo veramente a ciò che il personaggio sta attraversando e mi colpisce a un livello molto personale.

Dubito, i narcisisti hanno un’angoscia compromessa, quelli con il disturbo della personalità attuale e non solo le persone normali con tratti narcisistici intendo, non riescono a sintonizzarsi con la tristezza o le sensazioni di qualcuno, quindi perché vedere disturbare qualcun altro? a meno che la situazione non abbia innescato qualcosa che avevano vissuto nel loro passato dubito che gliene importi, si preoccupano solo di se stessi.

Il mio ex totalmente. Film emozionali, anche super-schizzinosi, buona musica, qualunque cosa. Era un tale acquedotto. Una ragione per cui mi convincevo di amarmi. Sì, ero cieco.

Sicuro. Ho visto un Narcissit piangere durante un film triste. È sicuro … non sono realmente vulnerabili o mostrano segni di debolezza o sono coinvolti in alcun modo.

Solo quando vogliono che qualcuno lo veda.

Buona fortuna, Mac

Direi di sì, a condizione che qualcuno che manipolano abitualmente stia seduto vicino a catturare le lacrime drammatiche.