È normale sentirsi arrabbiato con qualcuno per la loro reazione anche se sai che sei colpevole?

Spesso, quando facciamo qualcosa di sbagliato, le persone intorno a noi ricorrono a misure eccessive per “punirci”.

C’è un detto secondo cui due torti non vanno bene .

Qualunque cosa tu abbia fatto potrebbe essere stata sbagliata, ma il tuo amico non era del tutto onesto nel costringerti a scegliere. (Anche se non fornisci dettagli sulla situazione, quindi non possiamo arrivare a un giudizio equo su nessuno).

La punizione dovrebbe sempre essere proporzionata al crimine. Quando un crimine di minore importanza viene trattato con una punizione inutilmente importante, i risentimenti si accumulano. Questo esploderà ad un certo punto nel futuro, se non lo affronterai ora.

Costringerti a smettere di parlare con il tuo altro amico è una punizione piuttosto importante, se quell’amico fosse una parte importante della tua vita.

Le suggerirei di dirle che, mentre ti dispiace per quello che hai fatto, ti piacerebbe farlo con lei in altri modi che non comportano il taglio di un’amicizia.