Come smettere di sentirsi in colpa per il mio impatto sul nostro pianeta

Quando scrivo, ho un posto preferito nella mia casa che si affaccia sul mio giardino, l’ispirazione per la quale provengo dalle mie esperienze della prima infanzia nel cortile dei miei nonni.

Quello stesso mondo selvaggio sfiora i confini con il mio, fornendo una lente chiara attraverso cui trovare la comunanza tra quella natura selvaggia e le nostre vite spesso confuse. Attraverso quella lente, posso trafiggere il velo di pensieri e sentimenti che molti di noi credono compongono la totalità della nostra esistenza, per rivelare un nucleo più profondo.

Un nucleo inestricabilmente legato a una forza creativa che è infinitamente più grande, più antica e più autentica della realtà che sperimentiamo attraverso il filtro delle nostre percezioni.

Ma come possiamo far confluire questo legame con la Natura nella nostra vita quotidiana? Come possiamo cominciare ad apprezzare pienamente che siamo tutti un risultato previsto dell’espressione creativa della Natura, piuttosto che un invasore pernicioso?

Con tutte le notizie sul riscaldamento globale, le calotte glaciali in diminuzione, le specie in via di estinzione e simili, è facile credere che l’umanità sia diventata un intruso non gradito in una natura incontaminata. Un breve esperimento biologico che è andato terribilmente storto.

Ed è vero, gli esseri umani hanno ed esercitano un’enorme pressione sul pianeta. La pressione che la scienza ci dice sta causando rapidi cambiamenti al nostro clima, agli oceani e al bioma. E non ho dubbi che sia vero.

Ma il fatto è che, in tutta la lunga storia del nostro pianeta, si sono verificati molti cambiamenti drammatici, inclinando il tenue equilibrio ambientale in favore di certe specie e contro altre. I vulcani, gli impatti delle meteore, le masse di terre in movimento, ecc., Hanno tutti apportato cambiamenti drammatici e duraturi al modo in cui il nostro pianeta ora appare e funziona. Eppure, rimane una gemma splendente nell’universo.

La nostra casa è forse l’unico posto che sapremo mai che è in grado di sostenere la vita in tale abbondanza e non mostra alcun segno di gettare la spugna. L’umanità dovrebbe prendersi più cura della nostra preziosa Terra? Assolutamente.

E per fortuna, molti dei governi di tutto il mondo stanno discutendo e stanno sviluppando una legislazione che causerà uno spostamento verso più fonti di energia rinnovabili, il contenimento delle emissioni di carbonio, il perseguimento dei crimini ambientali e il ripristino degli habitat critici, così che le piante e gli animali con cui condividere il pianeta può prosperare insieme a noi, a terra come nei nostri oceani.

Da questa prospettiva, diventa possibile reindirizzare la nostra postura emotiva sul nostro pianeta che cambia da uno di colpa a uno di innovazione .

La concezione di nuovi modi di vivere in modo più sostenibile con la natura. Guida meno, usa l’acqua e altre risorse in modo più ponderato e, soprattutto, trova una zona di terra dove puoi iniziare a coltivare la vita.

Il nostro incredibile pianeta è infinitamente produttivo e con un piccolo aiuto, ogni posto sulla Terra è in grado di supportare la vita animale e vegetale.

Versa tutto il tuo amore e cura in quel terreno sacro e guardalo rispondere con abbondanza e gratitudine. È attraverso questo cambiamento nella tua relazione percettiva con la Natura e il tuo coinvolgimento intimo con essa che inizierai a scoprire e conoscere il tuo Sé interiore.

-Shane Eric Mathias

Autore di “The Happiness Tree”

Disponibile su Amazon: ISBN 9 781504 343343

A volte è difficile non essere paralizzato da quel senso di colpa perché ti senti così impotente. A volte mi sento anche un po ‘così, principalmente perché l’apparente riconoscimento dell’importanza della vita su questo pianeta (che sembrava crescere qualche anno fa) è diminuita mentre il mondo / i media si concentra sulle minacce più immediate intorno a noi .

Ti suggerisco di scegliere un’organizzazione che fa un buon lavoro e donare a loro, firmare alcune delle più importanti petizioni online e apportare solo piccoli cambiamenti nella tua vita (prendi le tue borse quando vai a fare shopping, ricicla, usa la tua auto solo quando devo e camminare, andare in bicicletta, usare i mezzi pubblici quando puoi ecc. ecc.).

Non è tua responsabilità cambiare il mondo: è solo tua responsabilità cambiare te stesso. Se fai sinceramente ciò che puoi, allora il senso di colpa dovrebbe svanire.

E, a proposito, il pianeta andrà bene – è la vita che attualmente vive su di essa che ha bisogno di protezione. Se falliamo, il pianeta sopravviverà e alla fine la vita tornerà.