I miei amici hanno visto metà del mondo e non sono stato fuori dalla mia città natale. Mi sento davvero male. Cosa dovrei fare?

Smetti di paragonare la tua vita con un’altra persona.

Sono andato a New York, Los Angeles, San Francisco e Mountain View attraverso il lavoro nel 2013 – appena uscito dal college. Ho postato le foto su Facebook del mio viaggio da condividere con amici e familiari. Una sera ho incontrato un’amica che stava studiando in quel periodo e si è lamentata con me che la sua vita era noiosa, non aveva mai lasciato la sua città natale e vedere le mie fotografie l’ha resa triste per la sua stessa vita.

Questo è il momento in cui mi sono reso conto di quanto sia sbagliato in tutti noi – confrontandoci con gli altri e idealizzando le loro vite.

Quello che le mie foto di Facebook non hanno rivelato è stato –

  • Stavo lavorando 18 ore al giorno
  • Stavo saltando almeno un pasto al giorno a causa del sovraccarico di lavoro
  • Sono stato aggredito alla SF e al punto di pistola (sì, avrei potuto morire!)
  • Mia madre era in terapia intensiva per una settimana mentre ero in un altro continente

Non puoi mai sapere la lotta perché la gente non la condivide. Smettila di idealizzare le vite dei tuoi amici e indulgere in confronto – è come veleno, si diffonde rapidamente e prima che tu lo sappia sei bloccato in un circolo vizioso di odio.

Tutti noi abbiamo i nostri viaggi di vita e quindi le esperienze e i tempi delle esperienze di due individui non possono mai essere gli stessi.

Viaggiare non significa andare in molti posti. Viaggiare significa conoscere quei luoghi, sei stato, a fondo. Non disperare.

Viaggiare non significa nemmeno andare in luoghi esotici. Stai anche viaggiando in un posto vicino, vicino alla tua città natale.

Esplora qualsiasi luogo tu vada e scopri i posti che solo i locali conoscono. Viaggia per te stesso e non mostrare agli altri che stai vedendo posti diversi effettuando il check-in in un determinato luogo.

Inizia con luoghi vicino alla tua città, fai viaggi brevi e scopri te stesso. Tutto il meglio 🙂

Non confrontare con gli altri Non c’è fine alla competizione Fai domande a te stesso

1 È conveniente per me viaggiare

2. Viaggiare nella congiuntura attuale mi aiuta nella mia vita personale e professionale

3 mi piace davvero viaggiare

Se le risposte sono sì per tutte e tre, aspettate l’opportunità

Il tempo troverà la soluzione da solo

Risparmia i tuoi soldi in modo che col tempo avrai abbastanza denaro per viaggiare in posti exiotici. Nel frattempo impara da loro su altri paesi. Non essere invidioso della loro fortuna. Sii felice per i tuoi amici che sono in grado di farlo. Ricordagli di inviarti una cartolina.

ti senti male perché il tuo amico lo ha fatto e quindi non ti rendevi in ​​qualche modo cattivo con te stesso. SE così non Ma viaggio un po ‘, ho vissuto nella stessa città in cui sono nato. Ma in te non sei felice di trasferirti, potrebbe dover risparmiare denaro, non so questioni finanziarie, niente affari. Ma tu vivi ancora nella piccola città, solo in viaggio. L’inferno va a trovarla. Non si sa mai, a parte l’amico potrebbe essere nostalgia di casa. Basta fare qualcosa al riguardo invece di pensarlo troppo. in bocca al lupo