Da quando ho compiuto 21 anni, a volte mi sento vuoto o preoccupato. È una cosa normale che succede agli adulti?

È vero per me Mi annoio, mi stresso, mi distacco. Ma so che – finché è solo “a volte” – non è qualcosa di cui preoccuparsi, è solo il modo in cui il mio corpo e la mia mente reagiscono, ad esempio, a un programma serrato. Più siamo anziani, meno energia fisica e mentale abbiamo e diverse emozioni sono uno dei sintomi. Inoltre, il tuo periodo di “rabbia ormonale” è finito o quasi finito, quindi non hai la spinta aggiuntiva proveniente da quella direzione. Penso che le ragioni siano per lo più fisiche.

A un certo punto della crescita ho dovuto rivalutare la mia percezione della felicità. Da adolescente, pensavo che la felicità significhi sentirsi sollevati per un lungo periodo di tempo. Ora so che ha più a che fare sapendo che la mia vita è soddisfacente, anche se non mi sento molto felice in un dato momento. Ad esempio, anche se il mio lavoro è la mia passione, a volte mi annoio a fare alcune parti di esso. Ma è solo un’emozione e non influenza il fatto che sono felice del mio lavoro.

D’altra parte, se in qualsiasi momento ti accorgi che queste emozioni ti impediscono di funzionare pienamente nella vita, dovresti cercare dei modi per affrontare questo problema.