Qual è la differenza tra speranza e aspettativa?

Quando ho iniziato a lavorare con la M / F 9-5, guardavo spesso al venerdì. Costruirei questa immagine mentale del venerdì come il giorno perfetto e fuggire dal mio lavoro quotidiano / dalla mia vita personale. Il venerdì sarebbe finalmente arrivato. Il moderno giorno santo è qui. Il venerdì per eccellenza per dominarli tutti. E alla fine del venerdì sera, 9/10 volte sarei deluso. Non sarebbe nemmeno importante se avessi una grande serata o una notte terribile. Il livello di delusione era lo stesso. Questo è attribuito a grandi aspettative.

L’aspettativa è un attaccamento rigido alla credenza irreale e non provata. L’aspettativa richiede esattamente ciò che vogliamo che avvenga indipendentemente da ciò che sta realmente accadendo. L’aspettativa è in genere fissa e bloccata, senza flessibilità per il cambiamento e l’accettazione di circostanze diverse. Quando ti aspetti di fare un test, non lasci la possibilità di un solido B + e finisci per essere sconvolto quando la realtà colpisce. Le aspettative sono limitate alle precedenti esperienze, utilizzando questi momenti di età per cercare di predire il futuro. Solo perché la tua squadra ha vinto sei partite di fila non significa che tu abbia una settima vittoria. Le aspettative sono il tuo più grande nemico e il tuo migliore amico perché sono troppo facili da adottare e davvero difficili da dissipare. Tenere le aspettative è come essere infettati da una piaga parassitaria, poiché tendono a influenzare comportamenti e atteggiamenti. Questa volta, nel 6 ° grado, mi aspettavo che questa ragazza dicesse di sì quando le chiesi di essere la mia ragazza. Un mio amico mi ha detto che mi piaceva davvero. Lei ha risposto con un NO duro. Crepacuore. Ogni anno circa il tempo di ritorno dei redditi, mi aspetto di ricevere una pesante dichiarazione dei redditi. Ogni anno, in termini di dichiarazione dei redditi, sono gravemente deluso e affranto. Mi aspettavo ogni venerdì sera in città di essere la migliore notte di sempre, perché è venerdì sera, e di solito mi sento vivace. Ho avuto un numero allarmante di notti deludenti del venerdì. Alcune delle mie serate più divertenti sono state di domenica e di lunedì, i giorni in cui meno ti aspetteresti. Non sappiamo nulla e non dovremmo aspettarci nulla … ma c’è speranza.

La speranza è il desiderio che qualcosa si verifichi. La speranza è flessibile, fluida, molto fredda e anche in grado di rispondere a tutte le situazioni contro la lotta contro quelle che sembrano essere l’opposto. La speranza consente alle cose di accadere semplicemente mentre accadono. La speranza ammette la realtà, prestando sempre attenzione a ciò che è, rispetto a ciò che dovrebbe essere. La speranza è allineata con la crescita e non è limitata dalla precedente esperienza. Spero giocosamente balla con incertezza, invece di cercare di condurre l’incertezza come l’attesa arrogante. Possiamo sperare in ciò che sappiamo e anche sperare in qualcosa di meglio. Spero di trovare una situazione lavorativa che possa godere e sostenere per il resto della mia vita, anche se mi aspetto che una tale situazione non esista. La speranza è influenzata dall’immaginazione e dai sogni. Poiché la speranza ammette l’incertezza, non muore quando non viene soddisfatta. Possiamo sempre continuare a sperare mentre ci fa andare avanti e ci riempie di vita. Ogni notte prima di andare a letto, spero per un domani più luminoso, ma se è grigio e nuvoloso, va bene. La tua speranza non è un’aspettativa scolpita nella pietra. Quando esco in città adesso, non mi aspetto nulla. Mi aspetto che quella notte non sia niente di speciale, o peggio, una notte morta, ma spero che si verifichi l’incertezza di eventi emozionanti positivi. Immagino che potrei morire e spero di sopravvivere per svegliarmi il mattino dopo. Quando mi sveglio la mattina dopo, sono contento che le mie aspettative siano state soddisfatte. E di solito si verificano anche altre grandi cose, come rari risate, e uscire con gente di qualità. Puoi solo salire da una serie di aspettative cupo e rock. Spero ti liberi di andare avanti con qualsiasi cosa accada. Prima che si possa sfruttare la speranza, bisogna liberarsi dell’aspettativa …

5 modi per sbarazzarsi delle aspettative:

1. Svuota la tazza. Nella tradizione Zen c’è un concetto chiamato shoshin, o “mente del principiante”. Suggerisce che dovremmo venire in ogni situazione con una tazza vuota, pronta a ricevere. Se la nostra coppa è piena, allora non abbiamo posto dove mettere ciò che ci viene. Svuotando la nostra tazza, liberiamo la nostra aspettativa e il nostro senso di “conoscenza” che ci consente di vedere ciò che è direttamente di fronte a noi. Questa sensibilità ci aiuta a rimuovere la nostra tendenza ad interporre il nostro ego in una situazione, e anche a deviare la nostra tendenza a interporre il controllo. Quando ti avvicini a una fontana di soda e vuoi prendere una nuova bevanda, avrebbe senso buttare via tutto ciò che è già lì, giusto? Immagina che la tua vita sia la fonte della soda e che ogni nuova esperienza sia una nuova bevanda. Devi svuotare la tazza prima di ogni situazione o potresti finire con una strana miscela di tè freddo e coca cola che non ha un sapore troppo grande. Certo, puoi mescolare, ma non sarai in grado di ottenere una valutazione accurata di ogni situazione di vita senza prima svuotare la tazza.

2. Guarda attraverso gli occhi del tuo sé di 5 anni . Nel vedere con gli occhi di un bambino, ogni situazione ci apparirà sempre nuova. Se ogni situazione è nuova, quindi, per definizione, non possiamo aspettarci nulla. Non “sappiamo” cosa accadrà; possiamo solo aspettare e vedere. Se entriamo in una situazione di “conoscenza”, per così dire, perdiamo l’opportunità di sperimentare le sfumature e le differenze che rendono unica quell’esperienza, anche se quell’esperienza è apparentemente identica a quella che abbiamo avuto prima.

3. Sii presente . Lo sentiamo sempre, ma, in questo contesto, se nutriamo un’aspettativa, allora non siamo collegati a ciò che sta accadendo intorno a noi. Camminando con una tazza piena e una sensibilità di “conoscenza”, non siamo presenti nel momento, siamo presenti solo nel nostro passato. Essere presenti ci collega alla nostra esperienza in modo tale che non finiamo per interferire con noi stessi o per fare a modo nostro. Siamo aperti alla novità dell’esperienza, quindi diventa fresca e nuova.

4. Controlla la tua premessa. Controllare la tua premessa significa valutare se ciò in cui credi si abbini realmente alla realtà. La nevrosi viene spesso considerata come qualcosa che si ripete continuamente in attesa che cambi. La versione del sistema di credenze è una sorta di visione del mondo congelata – “È proprio così com’è” o “È proprio così come sono”. Facendo un passo indietro da un’esperienza costantemente deludente e osservando se stiamo iniziando o meno da un luogo realistico, ci aiuteremo ad aggiustare la nostra prospettiva in modo tale da abbinare in modo più accurato la realtà e ottenere un risultato potenzialmente diverso.

5. Scarta le tue fantasie fisse. Molte volte, le persone che incontriamo nelle nostre vite ci raccontano storie e ci aggrappiamo con fervore a loro. Queste sono spesso nozioni culturali come “Se vado in un college della Ivy League ho un ottimo lavoro e sono ricco” o “Se sposo il giusto tipo di donna, sarò un successo”. Altre idee che riteniamo carissime sono semplicemente intrecciate nel tessuto della cultura e della società come “Il posto di una donna è nella casa” o “Gli uomini sono i capifamiglia”. Scartare questo tipo di fantasie fisse per la società è qualcosa che per noi è molto importante in termini di apprendimento per essere flessibili nel contesto di una cultura che cambia. Se, diciamo, portiamo al tavolo i costumi con cui i nostri genitori ci hanno cresciuto e proviamo ad applicarli ad un adolescente nel 21 ° secolo, semplicemente non funzionerà perché quei costumi – e le aspettative che li hanno generati – sono intrappolati nel momento in cui erano applicabili.

Le speranze sono considerate più salutari delle aspettative; speranze fallite non sono pericolose come aspettativa fallita.

aspettativa
Con aspettativa, ti senti autorizzato a qualcosa che accada. Quando non sei deluso o turbato. Quando succede, non si ottiene alcuna gioia perché era parte del diritto. L’aspettativa ha il potenziale negativo per una grande sofferenza e il potenziale positivo di, beh, niente.

Speranza
Con speranza, vuoi che succeda qualcosa e quando lo fa, sei davvero felice. Questo è qualcosa che non ti è stato garantito, quindi è un regalo, un bonus. Ma quando non succede, va tutto bene perché sapevate che molto probabilmente non sarebbe successo. La speranza ha il potenziale negativo per nessuna risposta, ma il potenziale positivo della felicità.

Tutti abbiamo aspettative.

Essere umani, è naturale avere aspettative.

Crescendo, ci imbattiamo in molte storie e incidenti e speriamo che le cose accadano allo stesso modo.

Dopo aver visto The Notebook, le donne di tutto il mondo si aspettavano che i loro fidanzati fossero altrettanto romantici.

E dopo aver visto film motivazionali come 3 Idiots, molti studenti hanno voluto lasciare i loro studi e intraprendere un viaggio per trovare la loro passione. Credevano di incontrare lo stesso livello di successo degli attori del film.

Quelle sono aspettative.

Quindi cos’è la visione?

C’è un’enorme differenza tra visione e aspettative.

Sei deluso quando non rispondi alle tue aspettative. Ci provi un paio di volte di più ma quando il fallimento continua a colpirti, decidi di scegliere l’opzione successiva.

La visione è diversa.

Quando hai una visione specifica per il tuo futuro, lavorerai duro finché non lo realizzi. Sacrificerai tutto per il gusto di farlo, la tua passione, i tuoi amici, i tuoi parenti e persino la tua pace. Non hai intenzione di riposare finché non ce l’hai. Ogni volta che fallisci, sei motivato a continuare a rialzarti e colpire di più.

Niente può abbatterti.

Molte persone confondono visione e aspettative.

Prenderanno per scontata la loro visione, daranno la priorità ad altri aspetti della vita più del loro obiettivo.

Non faranno alcun sacrificio. Vogliono ottenere tutto nella vita gratuitamente.

E incolpano gli altri per il loro fallimento.

Il successo è una strada difficile.

La gente sa che non sarà facile, ma alcuni di noi cercano di cercare un modo facile.

Non esiste un modo semplice per farlo.

Devi passare attraverso innumerevoli pensieri che non ce la farai, e il pensiero di rinunciare ti spaventa più del fallimento.

Le aspettative non sono mai soddisfatte.

Le visioni si avverano sempre.

L’aspettativa deriva dalle tue esperienze passate, le speranze derivano dai tuoi sogni. È comunque una buona cosa sperare, non aspettarsi.
Finché speri che ciò accada, lavorerai verso di esso, la speranza ti spinge. L’attesa del momento inizia, l’unità finisce .

Sia chiaro. La speranza è un ottimismo. Come ha scritto il presidente Obama, avere l’audacia per la speranza. Ovviamente ha scritto un volume su di esso. L’aspettativa è una certezza. È come affermano le affermazioni dei matematici date le loro definizioni.

La speranza non è contro-fattuale, ma vede la circostanza e almeno persiste. La speranza crescente supera i fatti e quando invecchia abbastanza supera l’ostruzione.

L’aspettativa è chiarita come emozione, opposta alla sorpresa. Assumi che ogni circostanza non può essere diversamente. Si accorda con il modo attuale. Se hai padronanza, puoi prevedere le conseguenze. Quest’ultimo prende la formazione e la successione logica per fare tale aspettativa.

“Non c’è dubbio che l’auto-lode porti ego ed è un peccato. Lo stesso auto-elogio può essere usato come medicina nel contesto della bassa autostima. Il veleno del serpente è dannoso in condizioni normali. Ma lo stesso veleno è usato nella preparazione di un medicinale chiamato “Vishaamrutarasa” (medicina ayurvedica), che viene usato nella fase finale della febbre virale come medicina. Lo stesso veleno salva l’essere umano in quel particolare contesto. Allo stesso modo, l’auto-lode porta ego ed è dannoso per l’essere umano in condizioni normali. Ma lo stesso auto-elogio funge da medicina nello stato di bassa autostima che conduce alla depressione, che a un’ulteriore intensificazione può portare persino al suicidio. In questo contesto, non si può dire che l’auto-lode sia un peccato. Non è un peccato ogni volta nel caso di tutti.

Se è sempre un peccato, Hanuman non deve averlo usato. L’auto-depressione ha effetti anche sulla salute fisica. Cibo, corpo e mente sono interconnessi anche secondo la moderna scienza medica. Anche la pura consapevolezza è anche legata al cibo. Se il cibo non viene dato, l’energia inerte non viene generata, che entra nel sistema nervoso e genera la pura consapevolezza. La mente è una facoltà specifica o degna di pura consapevolezza. Al digiuno, la mente scompare e lentamente anche la pura consapevolezza scompare provocando la morte. L’auto-lode è inevitabile quando si è soli. Puoi usare la medicina prescritta dal medico dalla tua farmacia stessa. Se il tuo amico o predicatore è con te, aumenterà la tua fiducia lodandoti. La stessa medicina può essere somministrata anche dal medico o dall’infermiere. Hanuman era solo a Lanka e quindi, ha lodato se stesso.

A Lanka, anche Sita lo ha lodato dicendo che è coraggioso e capace (Vikraantastvam …). Migliorò la sicurezza di Hanuman in modo che Hanuman potesse bruciare Lanka. Quando Arjuna entrò nello stato di depressione, Krishna diede la giusta analisi nella forma della Gita. Krishna ha anche alzato la fiducia in se stesso in Arjuna dicendo che Krishna stesso è Arjuna (Pandavanam Dhanamjayah) e che dice che Arjuna è nato con tutte le qualità divine (Maashuchah …).

Concentrazione su “Io” significa che dovresti analizzare l’io. Se l’insegnante dice che dovresti concentrarti sulla fisica, ciò non significa che devi meditare o lodare la Fisica. Significa solo che dovresti approfondire l’argomento della fisica. Allo stesso modo, la concentrazione su “Io” significa che dovresti analizzare il concetto di “Io”. Quando si dice che “Io” ha una fonte, significa chiaramente che “Io” non è la fonte ultima o Dio. Poiché la fonte dell’io non è rivelata, significa solo che la fonte dell’io è il Dio inimmaginabile. Potresti pensare che in tal caso si debba dire che la fonte dell’io dovrebbe essere concentrata. Non è detto così perché la fonte dell ‘”Io” non può essere concentrata poiché è inimmaginabile. La concentrazione non deve significare lode e meditazione. Potrebbe anche significare che dovresti analizzare profondamente l’io, che in realtà non è Dio ma sembra essere Dio a causa di alcune interpretazioni errate.

Anche un ladro che appare come un gentiluomo dovrebbe essere concentrato nel senso che tale persona dovrebbe essere rilevata attraverso un’analisi approfondita. L’analisi intensiva mostra che anche la pura consapevolezza non è eterna, che dipende dalla fornitura di energia inerte generata dal cibo. Se prendi la parola “Io” pronunciata dall’incarnazione umana come Krishna, dovresti concentrarti su quell’Io. Tale “Io” indica il Dio inimmaginabile presente in Krishna. Dal momento che non si può meditare su tale Dio, bisogna meditare solo sulla forma esteriore di Krishna poiché Dio si identifica anche con la forma esteriore. La concentrazione di “io” non significa solo l ‘”io” usato da te. Può anche essere l ‘”io” usato dalla forma umana di Dio. Pertanto, la concentrazione su “I” significa

1) L”io’ usato da te dovrebbe essere analizzato per sapere che l”io’ non è Dio ma solo pura consapevolezza.

2) L ‘”io” usato dalla forma umana di Dio indica il Dio inimmaginabile presente nell’incarnazione umana e

3) L”io’ usato dalla forma umana Dio indica la forma esteriore di Dio su cui meditare perché Dio inimmaginabile è pienamente identificato con Essa.

Tutte queste conclusioni sono indicate dalla parola concentrazione e non dovresti limitare questa parola all ‘”io” usato da te solo e dire che l’ “io” usato da ogni essere umano ordinario come te deve essere meditato come Dio. Se vuoi dire che “Io” è Dio, devi limitare questo “Io” solo all’Io usato dall’incarnazione umana o da Dio. L ‘”io” usato da te significa solo la pura consapevolezza generata dal cibo e in tal caso, “Io” è solo una parte della creazione e non Dio. Dovresti anche ricordare che il modo in cui Shankara dice chiaramente che “Io” appartiene a Dio e “tu” appartieni all’anima individuale. Significa che l”io’ usato da Dio dovrebbe essere preso come Dio e il ‘tu’ usato da Dio, per denotare le anime ordinarie diverse da Se stesso (Dio), dovrebbe essere considerato come gli oggetti creati e non Dio. L’intera terminologia dovrebbe essere presa con riferimento a Dio solo dappertutto. “Io” è sempre singolare, il che denota l’unico Dio. Puoi essere singolare o plurale che denota un’anima o le anime multiple.

Io secondo la risposta di: Ken Miyamoto

chi ha detto in una frase concisa cosa mi avrebbe richiesto molto più tempo per esprimere.

Nat, desiderando di essere più conciso, più spesso …

Un giorno questo mondo sarà libero dalla povertà. ( Questa è Speranza)

Perché io? Non farò nulla per rendere questo mondo privo di povertà. Voglio che gli altri facciano. (Questo è Aspettativa)

“Speranza” parla al desiderio, “aspettativa” parla alla probabilità.

La speranza è quando desideri che qualcosa si trasformi nel modo in cui vuoi che sia come me – spero che il mio prossimo bonus sarà di almeno $ 2000. Quando speri di non essere deluso come quando te lo aspetti perché quando speri che sarà così, sai che c’è una possibilità che ciò che speri non accada.

Quando ti aspetti che succeda qualcosa che vuoi, rimarrai profondamente deluso quando non lo farà e nella vita la maggior parte delle cose non andrà per la nostra strada, quindi non mi aspetterei troppo dalla vita. Mi aspettavo di perdere 5 libbre entro venerdì per inserirmi in qualcosa e non ho perso nulla, quindi è stato deludente e scoraggiante.

La speranza trasuda dubbio. L’aspettativa trasmette fiducia.

Dopo aver visto le previsioni del maltempo per domani, mi aspetto che piova come ha detto il meteorologo, ma spero che non lo farà.