Filosofia della vita quotidiana: la narrativa individuale è basata sulla responsabilità?

Nel senso tradizionale della responsabilità individuale, sì, penso che sia una finzione. In un senso non tradizionale, ma più razionale, no, non lo è.

Molte persone sostengono che quando una persona “esercita il proprio libero arbitrio” la persona è “causa” delle proprie azioni ed è quindi responsabile. Dal momento che non sembra esserci una cosa come il libero arbitrio classico, questa contesa è probabilmente un’analisi errata.

Il determinismo sembra essere la “prima causa” per tutte le catene di azione-reazione che consistono in cose di basso livello come comportamenti quantici, atomici, molecolari, chimici, elettromagnetici, gravitazionali e biologici. Ad un livello più alto, tuttavia, è possibile un comportamento adattivo. Gli esseri umani possono imparare e modificare almeno alcune delle loro azioni. Ciò rende possibile che le persone siano considerate, a volte, la causa “primaria” delle loro azioni.

In generale, qualcuno è la causa principale di un’azione quando l’azione è basata sul loro:

  • obiettivi
  • Comprensione dei risultati potenziali
  • Conoscenza
  • Ragionamento
  • Etica

Allineare i propri comportamenti con i propri obiettivi, conoscenze, ecc. Sembra essere per lo più un comportamento appreso. L’apprendimento potrebbe derivare da una combinazione di formazione specifica, esperienze generali e ragionamento.

In questo modo la responsabilità individuale non è una finzione. Mi sembra che una società razionale vorrebbe che i suoi membri fossero la causa principale delle loro rispettive decisioni.

Emotivo Credo che sentirsi colpevoli sia il risultato della consapevolezza di questa responsabilità collettiva. Ma nessuna azione o pensiero personale può essere completamente messo fuori, fino a che esso sicuramente influenzerà e per periodi di tempo più lunghi, adattare il modo in cui si pensa e si agisce.

Ma sì, l’umanità nel suo insieme è responsabile delle proprie creazioni e della propria crescita, sia che siano positive, neutre o negative.

Il successo ha molti fallimenti di padre è un orfano.

Se uccido qualcuno, la società è in colpa?

Tu e tu solo sei responsabile delle tue azioni. Una brutta vita non fornisce la scusa per fare male. Come comunemente menzionato con il pedofilo: la maggior parte è stata abusata da bambini, questo non fornisce loro la scusa per abusare dei bambini.

responsabilità individuale significa che sei responsabile per la cosa / attività. Se sei responsabile di qualcosa che significa che sei responsabile anche per il tuo ambiente interno ed esterno, quindi non significa che sia collettivo, significa che sei il solo responsabile del controllo interno ed esterno e sei scelto per completare l’attività.

Se hai la responsabilità di allevare un bambino, sei collettivo con tua moglie e te stesso, se ti viene dato un compito di fare eccellere lavori in una squadra o lo fai individualmente così tutto dipende da cosa stai facendo …

se hai una ragazza, sei responsabile per renderla felice

È sia / che in termini di individuo e sociale. L’individuo, tuttavia, è l’unico nella posizione di fare una scelta diretta e specifica su un particolare problema. L’agente è l’unico con le mani sulle leve del potere: chi può vedere il contesto e prendere decisioni.

Ci sono diverse influenze sui nostri comportamenti. Sì, dovremmo aiutarci a vicenda quando possiamo.

La responsabilità individuale è la linea di base per la comprensione della responsabilità e dell’etica. Eliminare il ruolo dell’individuo nella responsabilità ignora e / o mina davvero qualcosa che è al centro delle nostre decisioni.

Tuttavia, per essere chiari, nel punto in cui il sociale o la comunità possono riconoscere il loro comportamento come un impatto negativo sugli altri, è importante che assumano la responsabilità spostando tale comportamento.

Sì, siamo responsabili l’uno per l’altro. Ma l’unico controllo reale che abbiamo è su noi stessi. Possiamo consigliare gli altri con le nostre parole e possiamo influenzare gli altri con il nostro comportamento, ma le loro scelte sono le loro, come le nostre.