L’essenza del perdono muore se tieni il brutto ricordo con te?

Un modo di pensare a questo inizia con la comprensione che la memoria non funziona come l’accesso ai file su un computer. Ogni volta che ricordi qualcosa, stai ricreando l’esperienza nella tua mente, intrappolata nel contesto attuale. Qual è il contesto attuale della memoria? Senti rabbia o risentimento quando ricordi? Hai una comprensione diversa, come del perché la persona ha fatto qualcosa o perché hai reagito nel modo in cui hai fatto? Se il contesto della memoria non è cambiato, non hai veramente perdonato; quello che hai fatto è una decisione razionale per trattare un certo evento passato in un certo modo.

Non c’è niente di sbagliato in questo. Puoi dire “il mio ex marito mi ha ferito, ma è il padre dei miei figli e lo tratterò rispettosamente di fronte a loro”. Non è perdono, ma è una decisione ragionevole (anche se potrebbe essere difficile da implementare). Ma se ogni volta che entri in intimità con qualcuno, compare un ricordo dell’infedeltà del tuo ex marito e ti allontani, quindi la tua mancanza di perdono ti fa male e devi rielaborare il passato per andare avanti.

No

Attraverso la terapia e la comprensione profonda alcuni ricordi possono perdere il loro dolore. Con questa nuova comprensione si può sviluppare il perdono.

Mia madre era dura e critica. Ho smesso di imparare la depressione, una seria depresione.

La terapia mi ha mostrato e ho la depressione non imparziale. Ma con questa terapia ho sviluppato molta sensibilità con le mie emozioni. Sono anche venuto a capire la posizione di mia madre. Ha avuto una cattiva educazione in cui era brunita per i suoi fallimenti fratelli. Ero probabilmente un bambino iperattivo senza controllo.

Una volta che ho capito tutte queste cose e ho disimparato la mia depressione, sono stato in grado di accettare la madre che avevo messo in fila come prima nella vita.

Il perdono è un dono che ti dai. Ricordare la lezione appresa è una buona cosa. È successo.

Abbiamo la capacità di osservare i nostri pensieri e le nostre azioni. Prenditi il ​​tempo di osservare l’esperienza umana che hai avuto per la lezione che doveva insegnarti. Forse la “brutta esperienza” non sarà poi così male. Sii grato per la lezione e vai avanti. Esplora la meravigliosa vita mondiale che ha da offrire.

Tecnicamente, penso che sia tutto il contrario: ricordare qualcosa è un prerequisito per perdonare qualcuno per questo, altrimenti semplicemente … non lo sai più?
Vedo perdonare come consapevole di qualcosa che qualcuno ha fatto e accettandolo, qualunque cosa accada.

No, per niente. Rappresenta che sei molto gentile e umile e credi di dare la seconda possibilità alle persone che vogliono cambiare. E per quanto riguarda la cattiva memoria, ho letto da qualche parte che la nostra mente memorizza le cose in formati visivi, puoi provarla con qualsiasi cosa, quindi ora la cosa migliore che potresti fare è: provare a convertire quei brutti momenti, fai il tuo editing e convertili in immagini e immagini divertenti e divertenti. Proveremo sicuramente a provarlo 🙂

Trovo che il perdono sia il primo passo per dimenticare. Non puoi dimenticarti se continui a rimuginare su di te, o prendere in considerazione la vendetta.