C’è qualcosa di patriarcale sul fatto che alcuni uomini siano giocatori?

I giocatori sono uomini che non si assumono la responsabilità delle loro azioni, fanno promesse false senza alcuna intenzione di tenerle, e spesso scompaiono quando hanno ottenuto ciò che vogliono da te.

In breve, sono bugiardi e manipolatori che non hanno nulla in comune con un vero patriarca.

Ciò sembrerà controintuitivo, ma dall’esperienza personale, gli uomini che usano (o giocano ) le donne sono spesso ancora alla ricerca infantile dell’approvazione delle proprie madri. La causa di ciò è una delle due cose (a volte entrambe): 1) hanno avuto madri che le hanno trascurate o abusate o 2) sono state soffocate o controllate.

Ora, prima di incolpare completamente la madre per il comportamento del suo figlio femminilizzante, è importante nominare il probabile colpevole dietro il suo comportamento che è spesso un padre assente o passivo.

La domanda diventa: come individuare un uomo come questo o sapere se il padre di un uomo era passivo? Un segno rivelatore è se mai dice che spera di essere “metà dell’uomo di suo padre”. Ancora una volta, questo è controintuitivo, ma l’uomo che parla di suo padre in questo modo, sta effettivamente mostrando pietà verso di lui (e la vergogna per quanto riguarda il suo stesso comportamento) – forse suo padre non era in realtà responsabile o non era riuscito a fornire. Qualunque sia la causa, il donnaiolo non vuole finire come lui.

In questo modo, il giocatore emerge in assenza del patriarcato.

Non c’è nulla di patriarcale (o buono) sugli uomini che usano le donne. Sono l’opposto degli uomini che hanno autocontrollo, integrità e responsabilità personale – tutte le cose che il vero patriarcato richiede da loro.