Apple inizierà i pagamenti agli utenti iPhone nell’accordo di risarcimento di throttling da $500 milioni

Apple pagherà agli utenti iPhone $500 milioni per il throttling

Il giorno del pagamento di Batterygate è finalmente arrivato.

Apple pagherà ciascuno dei richiedenti che si sono uniti a una causa collettiva nel 2020 circa $65, poiché un giudice ha aperto la strada per l’accordo di risoluzione da $500 milioni. La causa è stata intentata dopo che Apple ha ammesso di aver rallentato le prestazioni di alcuni modelli di iPhone nel 2017. I modelli di iPhone che rientrano nel caso includono iPhone 6, 6 Plus, 6s, 6s Plus e SE che utilizzano iOS 10.2.1 o successivo prima del 21 dicembre 2017; e iPhone 7 e 7 Plus che utilizzano iOS 11.2 o successivo prima della stessa data.

 Inoltre: Anche Apple potrebbe aggiungere la ricarica USB-C ai vecchi iPhone L’accordo ha assegnato un totale compreso tra $310 e $500 milioni a più di 3 milioni di richiedenti, ma l’importo che i clienti riceveranno non è definitivo; $65 è solo una stima. Tuttavia, solo alcuni proprietari di questi modelli di iPhone riceveranno un pagamento, poiché la scadenza per partecipare alla causa legale era il 6 ottobre 2020.

Apple è stata accusata nel 2018 di rallentare intenzionalmente le prestazioni di questi modelli di iPhone dopo che gli utenti hanno iniziato a lamentarsi di spegnimenti improvvisi tra il 2015 e il 2016. Gli spegnimenti si verificavano in modo casuale, anche se i telefoni avevano oltre il 30% di batteria, a causa della disparità tra l’hardware e le crescenti richieste di iOS, il sistema operativo di iPhone.

Apple ha preso in considerazione queste lamentele e ha rilasciato un aggiornamento software per risolvere il problema di spegnimento. Tuttavia, questo aggiornamento ha solo limitato le prestazioni di questi iPhone per cercare di “evitare che il dispositivo si spenga in modo imprevisto” in condizioni di freddo, quando avevano una bassa batteria o se fossero diventati obsoleti, secondo una dichiarazione dell’epoca.

Inoltre: Apple potrebbe svelare il tuo prossimo iPhone il 12 settembre: Cosa ci aspettiamo

Dopo aver ammesso nel 2017 di aver intenzionalmente rallentato le prestazioni di alcuni modelli di iPhone più vecchi per evitare altri problemi di spegnimento, Apple si è trovata coinvolta nella causa legale.