Asus ROG Ally (Z1 Extreme) recensione Ancora un killer portatile? | ENBLE

Asus ROG Ally (Z1 Extreme) recensione | ENBLE

Sapevo che il ROG Ally con il Z1 Extreme sarebbe stato più veloce dello Steam Deck, certo. Solo le specifiche da sole me lo potevano dire. Ma come sostenitore anticipato dello Steam Deck, non mi aspettavo di essere così pronto ad abbandonare completamente il dispositivo.

Durante la fase del periodo di luna di miele, il ROG Ally era un fantastico contatore allo Steam Deck, e ancora oggi si mantiene bene in quel confronto. Una serie di aggiornamenti ha cambiato le prestazioni fondamentali del dispositivo, però, e non sembra più impressionante come lo era al momento del lancio.

Finalmente competitivo

Jacob Roach / ENBLE

C’è davvero solo un punto di partenza per il ROG Ally: il prezzo. Il modello Z1 Extreme, disponibile ora, costa $700. È anche con 512GB di memoria di archiviazione. Lo Steam Deck, invece, costa solo $400, ma per ottenere 512GB dovrai spendere $650. Per la stessa memoria, almeno, la differenza è di $50.

Il confronto con lo Steam Deck è favorevole, ma il prezzo aggressivo del ROG Ally sembra ancora più impressionante se confrontato con altri dispositivi portatili Windows. L’Aya Neo 2, ad esempio, costa $1,100. Il GPD Win 4 costa $900 (anche se viene fornito con 1TB di archiviazione). Entrambi questi dispositivi utilizzano anche l’APU AMD Ryzen 6800U più vecchia.

C’è un’altra versione del ROG Ally, quella che ha il processore Ryzen Z1 base. Ha le stesse specifiche altrimenti, compresi 512GB di archiviazione e uno schermo 1080p, ma costa $600. Noi ci concentriamo qui sul ROG Ally con il Z1 Extreme, quindi assicurati di leggere la nostra recensione dell’Asus ROG Ally Z1 se vuoi i dettagli su quella versione.

Il cuore dell’Ally

Jacob Roach / ENBLE

Focalizziamoci un po’ sul cuore del ROG Ally, però: l’APU Ryzen Z1 Extreme. Ha otto core Zen 4 e dodici core grafici RDNA 3, con una prestazione teorica di 8.6 TFLOPs. Per mettere in contesto, il PS5 ha una prestazione teorica di 10.3 TFLOPs.

Non otterrai prestazioni di livello PS5 nel ROG Ally, ma è una buona illustrazione delle prestazioni a portata di mano. Il principale fattore limitante è la potenza. Il Ryzen Z1 Extreme può operare in un intervallo di potenza sostenuta compreso tra 9 watt e 30W (può andare oltre per brevi periodi). Questo quando stai effettivamente utilizzando il dispositivo. Inattivo, può consumare solo 2W.

Questi intervalli di potenza sono importanti perché determinano le prestazioni (e la durata della batteria) che otterrai dal ROG Ally. Asus include tre modalità nel suo utility Armoury Crate: Silenzioso, Prestazioni e Turbo. Queste estraggono rispettivamente una potenza sostenuta di 9W, 15W e 25W, e se colleghi il dispositivo in modalità Turbo, può arrivare a 30W.

Prestazioni al top

Immagine utilizzata con il permesso del detentore del copyright

Alla risoluzione nativa di 1080p con un frame rate non limitato, si ottengono circa 30 frame al secondo (fps) in giochi molto esigenti come Cyberpunk 2077 in modalità Turbo. Anche in giochi leggermente meno esigenti come Horizon Zero Dawn, il ROG Ally può superare i 30 fps in modalità Prestazioni. Queste non sono le impostazioni più basse, inoltre. Ho optato per il preset Medio nella maggior parte dei giochi per mostrare differenze più chiare tra le modalità di potenza.

Jacob Roach / ENBLE

Non giocheresti necessariamente in questo modo. La modalità Silenziosa sembra atroce, ma è importante tenere presente che quei risultati sono alla risoluzione completa di 1080p. Puoi eseguire i tuoi giochi anche a 720p. Il ROG Ally include la tecnologia Radeon Super Resolution (RSR) di AMD integrata, che ti consente di eseguire giochi a una risoluzione inferiore con un upscaling per migliorare le prestazioni o la durata della batteria.

E il ROG Ally sembra davvero impressionante in quel contesto. Anche alle sue impostazioni predefinite di Performance, sbaraglia il Steam Deck a 720p (la console portatile di Valve funziona a 800p). Oltre i 60 fps in Horizon Zero Dawn, un confortevole 30 fps in Returnal e quasi 45 fps in Cyberpunk 2077? Non è male. Sulla base dei miei test, il ROG Ally è più del 50% più veloce del Steam Deck in un confronto diretto.

Jacob Roach / ENBLE

E tutto questo con ancora energia da spendere. Questi benchmark sono stati eseguiti in modalità Performance con un limite di 15W. In Cyberpunk 2077 a 720p in modalità Turbo, il ROG Ally ha una media di 53 fps con una combinazione di impostazioni Medie e Alte.

Dal suo lancio, il ROG Ally ha ricevuto diversi aggiornamenti, alcuni dei quali, secondo quanto riportato, hanno abbassato le prestazioni. Ho ripetuto i test con l’ultima versione del BIOS (versione 322) e sebbene ci siano alcune piccole differenze, il ROG Ally continua a mantenere le prestazioni che mi aspetterei alla sua risoluzione nativa.

Immagine utilizzata con il permesso del detentore dei diritti d’autore

Ci sono state alcune perdite significative in Cyberpunk 2077 e Horizon Zero Dawn con la modalità Performance. Tuttavia, il dispositivo ha perso solo pochi frame. E in altri giochi, le prestazioni sono effettivamente migliorate. Ad esempio, in Dying Light 2 ho notato un frame in più nelle modalità Silent e Turbo.

Immagine utilizzata con il permesso del detentore dei diritti d’autore

Tuttavia, in generale ho riscontrato prestazioni inferiori a 720p. Anche se il ROG Ally continua a superare il Steam Deck, non è più il vincitore indiscusso di un tempo. Sono anche preoccupato che così tante prestazioni siano soggette alle decisioni di un aggiornamento del BIOS, mentre il Steam Deck ha mantenuto una stabilità notevole nel corso della sua esistenza.

Il costo delle prestazioni extra

Le prestazioni superiori hanno un costo in termini di durata della batteria, ma il ROG Ally non è così terribile come pensavo. In modalità Performance predefinita, ho ottenuto un’ora e 53 minuti di gioco in Cyberpunk 2077 con un frame rate senza limiti a 1080p. Non è eccezionale, ma non è peggio dello Steam Deck. In modalità Performance, ci si può aspettare circa due ore di gioco impegnativo a 1080p.

La modalità che consuma più energia è la Turbo, nella quale il ROG Ally ha resistito solo 51 minuti in Cyberpunk 2077 a 1080p. Tuttavia, questo è un test di stress per il ROG Ally. Riducendo la risoluzione, impostando un limite di frame rate (Asus supporta da 15 fps fino a 120 fps), regolando il consumo energetico dell’APU, si hanno molte opzioni per risparmiare batteria.

In un ambiente più realistico, ho giocato a Gunfire Reborn a 1080p, bloccato a 60 fps, in modalità Silent, e ho ottenuto oltre quattro ore e mezza di autonomia con il ROG Ally. Con alcune regolazioni, è possibile ottenere facilmente cinque, sei o forse anche più ore con il ROG Ally in un gioco meno impegnativo come Dead Cells.

È possibile scendere sotto i 9W con la modalità Manuale di Armoury Crate. Questo consente di ridurre a 7W con un proprio profilo o aumentare fino a 30W, anche quando non si è collegati a un caricatore. Nel complesso, Armoury Crate è uno strumento sorprendentemente competente per gestire il ROG Ally, ma presenta alcuni problemi evidenti.

Inoltre, sono sempre più frequenti le segnalazioni di guasti delle schede micro SD nel ROG Ally. Ho utilizzato una scheda micro SD nel ROG Ally per diversi mesi senza problemi, ma Asus ha confermato che la scheda micro SD può guastarsi in determinate condizioni termiche e sta lavorando per risolvere il problema.

Un laptop, non una console portatile

Immagine utilizzata con il permesso del detentore dei diritti d’autore

Innanzitutto, si posiziona sopra Windows. Quando avvii il ROG Ally, ti viene mostrata la schermata di blocco di Windows, che devi scorrere verso l’alto e toccare “Accedi”. Armoury Crate cercherà di caricarsi immediatamente, consentendoti di navigare nel dispositivo solo con i comandi a disposizione. Non sempre funziona, ma Asus include un pulsante dedicato che aprirà o ridurrà al minimo Armoury Crate.

Questo è il tuo hub e ha lo scopo di emulare qualcosa come la modalità di gioco di SteamOS. Si collega a tutte le principali piattaforme PC: Steam, Epic Games Store, app Xbox, Ubisoft Connect, EA App e GOG Galaxy, e popola automaticamente la tua libreria con i giochi installati.

Ma solo per i giochi installati. Armoury Crate non ti consente di gestire i giochi in alcun modo. Devi ancora utilizzare il desktop per installare e disinstallare i giochi. L’esperienza non è sicuramente così fluida come quella dello Steam Deck. Dovrai spesso ridurre al minimo l’app Armoury Crate per installare giochi e fare cose come scaricare gli aggiornamenti di Windows.

Jacob Roach / ENBLE

Asus cerca di semplificare il processo. Puoi scaricare alcuni aggiornamenti direttamente da Armoury Crate e le app come Steam sono automaticamente configurate per funzionare in modalità Schermo intero. Ma questo non risolve completamente il problema.

Invece, ti consiglierei di configurare una configurazione del controller per il desktop. Asus supporta fortunatamente sia una configurazione per i giochi che una configurazione per il desktop, che puoi cambiare attraverso il menu di accesso rapido. Tutti i controlli sono personalizzabili in Armoury Crate, puoi assegnare comandi al mouse e alla tastiera, nonché a compiti comuni come aprire il Task Manager o chiudere la finestra corrente. Ancora meglio, ogni pulsante può avere una funzione secondaria che puoi attivare con uno dei pulsanti posteriori.

Jacob Roach / ENBLE

Ci sono molte cose che puoi fare, ma alla fine ne vorrai ancora di più. Non c’è supporto per le macro dei pulsanti e non puoi premere contemporaneamente più tasti. Ad esempio, Alt + Invio ti obbliga a richiamare la tastiera virtuale o a assegnare ciascuna di quelle pressioni dei tasti a pulsanti diversi. Questo è qualcosa che Asus probabilmente può risolvere con un aggiornamento del software e spero che lo faccia.

Fortunatamente, l’esperienza desktop funziona. Non è ideale, ma il ROG Ally risponde molto meglio agli input touch rispetto allo Steam Deck e Windows stesso è abbastanza facile da usare. Sono riuscito a configurare un paio di emulatori, installare app esterne e navigare su internet sul ROG Ally senza bisogno di periferiche. Piccoli cambiamenti aiutano molto qui, ad esempio il fatto che toccare la barra degli indirizzi apre automaticamente la tastiera e tenere premuta un’icona richiama il menu contestuale.

Puoi passare tra le due modalità del controller attraverso il menu di accesso rapido, che ha il suo pulsante dedicato. Questo menu è completamente personalizzabile tramite Armoury Crate, quindi puoi creare la tua configurazione di impostazioni per regolare la frequenza di aggiornamento, limitare i fotogrammi al secondo, visualizzare il monitor reale, aprire la tastiera e molto altro ancora. Ci sono già molte opzioni qui e questa è sicuramente un’area in cui potrei vedere Asus espandersi con aggiornamenti software in futuro.

Due mondi, una piattaforma

Jacob Roach / ENBLE

Anche se ci sono solo due modalità per il controller, puoi memorizzare molti altri profili. Armoury Crate ti consente di configurare una configurazione del controller per ogni gioco, inclusi le zone morte del joystick e la sensibilità del grilletto. Puoi associare altre impostazioni ai giochi, come la modalità di prestazioni che desideri utilizzare, il colore degli anelli intorno ai joystick e l’impostazione GameVisual. Ah, sì – il ROG Ally ha diverse modalità di colore per lo schermo tramite GameVisual.

Armoury Crate ha un sacco di funzionalità, ma non sembra ancora un sistema operativo focalizzato sul gioco. È un’utilità che si sovrappone a Windows, e i giocatori che cercano un’esperienza di gioco immediata non la troveranno qui. Windows, per quanto flessibile, prende comunque il sopravvento e dovrai interagire con esso per utilizzare il ROG Ally.

Ci sono diverse stranezze che derivano da Windows – un esempio fastidioso è che non puoi chiudere i giochi tramite Armoury Crate, devi uscire dal gioco dal suo menu – ma di gran lunga la peggiore è la modalità di riposo. A differenza di un Steam Deck o di un Nintendo Switch, è difficile fidarsi che il ROG Ally si riposi correttamente quando si preme il pulsante di accensione.

Jacob Roach / ENBLE

È un po’ come chiudere il coperchio di un laptop mentre si gioca. Dovrebbe andare in sleep mode, ma a meno che tu non intervenga e modifichi le impostazioni di alimentazione, è difficile sapere in quale stato di riposo si trova il dispositivo. Inoltre, non sono nemmeno consistenti. Molte volte, utilizzando il ROG Ally, ho premuto il pulsante di accensione per metterlo in sleep, solo per trovarmi bloccato in un ciclo di schermata di blocco di Windows che appare e che scarica la batteria.

Ci sono altri bug strani che ho notato durante il test. Ad esempio, eseguire alcuni giochi in modalità Silenziosa rompe l’audio con scoppettamenti fastidiosi. Altre volte, ho cambiato il mio profilo di alimentazione solo per aprire il menu di accesso rapido e trovarlo nuovamente cambiato. Lo Steam Deck ha dei bug, di sicuro, ma il ROG Ally ha le sue pecche.

Un’area in cui il ROG Ally ha un enorme vantaggio è l’espandibilità, e questo dipende dall’XG Mobile external GPU. Asus offre la sua versione attuale con una RTX 4090 mobile, ma anche la versione di generazione precedente (con una RTX 3080) è supportata. Collegala con un solo cavo e avrai una GPU super potente, una serie di output video e un sacco di porte USB.

Immagine utilizzata con il permesso del detentore dei diritti d’autore

È costoso, ma il ROG Ally con l’XG Mobile potrebbe facilmente sostituire un desktop completo. È sicuramente molto più pratico che collegare una GPU esterna a qualcosa come lo Steam Deck.

Un killer portatile (in fase di sviluppo)

Ma la domanda principale: dovresti comprare il ROG Ally con il Ryzen Z1 Extreme? Se stai andando contro lo Steam Deck, sì. Non è privo di problemi e non è un vero e proprio nemico dello Steam Deck, ma offre un supporto più ampio per i giochi, più potenza e una durata della batteria accettabile. Questo supponendo che tu non abbia già uno Steam Deck, però.

Non dovresti abbandonare il tuo Steam Deck per questo, soprattutto ora che le prestazioni a 720p sono carenti. Per quanto impressionante fosse il ROG Ally al momento del lancio, ha perso terreno nell’area chiave in cui aveva un vantaggio: le prestazioni.

È finalmente il momento di salire sul treno dei PC portatili, però? No, almeno non per tutti. Se i bug ti hanno scoraggiato dallo Steam Deck, il ROG Ally non è migliore. Per quanti problemi risolva, ne introduce di nuovi. Questo non è un Nintendo Switch che può eseguire giochi Steam. Tuttavia, mantiene la promessa di poter giocare alla tua libreria di giochi per PC ovunque ti trovi, nonostante gli ostacoli nell’utilizzo.

Grandi domande sul ROG Ally

Essendo un laptop compresso in un portatile, il ROG Ally ha molte stranezze che non vengono sempre affrontate in una recensione tipica. Ecco le risposte ad alcune delle domande più frequenti che ci avete posto.

Cosa include il ROG Ally?

Il ROG Ally include il dispositivo e un caricabatterie da 65W nella confezione, insieme a un supporto di cartone su cui posizionarlo. Asus vende molti accessori per il dispositivo, tra cui una custodia e un caricabatterie che include un’uscita HDMI, ma dovrai acquistarli separatamente.

Quale versione di Windows utilizza il ROG Ally?

Il ROG Ally viene fornito con Windows 11 Home, ma sei libero di installare qualsiasi sistema operativo desideri. Tieni presente che il dispositivo è progettato attorno a Windows 11, quindi potresti incontrare problemi se installi un sistema operativo diverso.

La ROG Ally rovinerà la mia scheda microSD?

Dal lancio, abbiamo visto diversi rapporti di surriscaldamento delle schede microSD della ROG Ally quando vengono inserite nella macchina. Anche se non abbiamo riscontrato questo problema (anche con una scheda microSD installata per mesi), Asus ha segnalato di essere consapevole del problema e ha rilasciato un aggiornamento del firmware per limitare il surriscaldamento intorno alla scheda microSD.

Con test approfonditi, è difficile dire se Asus ha affrontato completamente il problema. Non è chiaro se questo si applica solo a alcune unità o a determinate schede microSD o a una varietà di altri possibili fattori. Quello che possiamo dire con certezza è che c’è una possibilità che la tua scheda microSD venga rovinata nella ROG Ally. Questo sembra essere un problema di surriscaldamento, quindi sospettiamo che tu corra un rischio maggiore se stai utilizzando il dispositivo collegato alla rete elettrica mentre è in modalità Turbo.

La ROG Ally è aggiornabile?

Puoi aggiornare l’SSD nella ROG Ally, ma solo quello. Supporta una dimensione standard di SSD M.2 2230, che puoi installare rimuovendo la parte posteriore del dispositivo. Tieni presente che dovrai entrare all’interno del dispositivo per farlo, quindi potrebbe essere meglio utilizzare un SSD esterno se non ti senti a tuo agio.

La ROG Ally può eseguire emulatori?

La ROG Ally può eseguire qualsiasi emulatore che puoi eseguire su un normale PC Windows e strumenti come RetroBat e EmuDeck semplificano la configurazione di diversi emulatori contemporaneamente. Purtroppo, però, non sarai in grado di vedere i tuoi giochi emulati all’interno dell’utilità principale della ROG Ally.

Quanta memoria di archiviazione ha la ROG Ally?

Asus ha due modelli della ROG Ally, uno con il processore Z1 Extreme e 512 GB di archiviazione e un altro con un processore Z1 e 256 GB di archiviazione. Tuttavia, puoi espandere lo spazio di archiviazione sostituendo l’SSD, aggiungendo una scheda microSD o utilizzando un disco rigido esterno.

Quanta durata della batteria ha la ROG Ally?

La ROG Ally è dotata di una batteria da 40 wattora e, in base ai nostri test, dura circa due ore in un gioco impegnativo nella modalità di prestazioni predefinita. Questo scende a solo un’ora di durata della batteria in modalità Turbo, mentre la modalità Silenziosa (in un gioco meno impegnativo) può raggiungere fino a cinque ore.