Come abilitare la Cronologia delle notifiche sul tuo Android (e perché dovresti farlo)

Attiva Cronologia notifiche su Android (e perché)

Non posso dirti quante volte ho accidentalmente eliminato una notifica che in realtà avevo bisogno di leggere o l’ho ignorata… solo per scoprire che avrei dovuto prestare attenzione. Nel corso degli anni, ciò mi ha fatto perdere molte comunicazioni importanti, articoli di notizie e aggiornamenti.

Inoltre: L’app fotocamera Pixel 8 sta subendo una revisione importante

Fortunatamente, Google rende abbastanza semplice accedere alla cronologia delle notifiche, quindi hai ancora l’opportunità di visualizzare quelle notifiche che hai perso o rifiutato accidentalmente. In effetti, ci sono due modi per accedere alla cronologia delle notifiche, entrambi molto facili. Quale utilizzare dipenderà dalla versione di Android che stai utilizzando. Io mostrerò come farlo su Android 12, ma la procedura è la stessa per Android 11 e 13.

Come abilitare la cronologia delle notifiche

1. Apri Impostazioni

Scorri due volte verso il basso dalla parte superiore dello schermo per aprire la Tenda delle notifiche e tocca l’icona dell’ingranaggio nella sezione delle azioni rapide per aprire le impostazioni del tuo telefono.

2. Nelle impostazioni, tocca Notifiche

Una volta nell’app Impostazioni, tocca su Notifiche per accedere alle impostazioni delle notifiche.

Accesso alla cronologia delle notifiche in Android 12.

3. Abilita la cronologia delle notifiche

Tocca “Cronologia delle notifiche” e attiva la funzione tramite l’interruttore on/off. Poiché l’hai appena abilitata, non troverai alcuna voce elencata. Dovresti iniziare a ricevere notifiche molto presto, che verranno ora registrate.

Abilitazione della cronologia delle notifiche.

Come accedere alla cronologia delle notifiche

Ora che è abilitata, ci sono tre modi per accedere alla cronologia delle notifiche. Il primo è il più semplice. Scorri verso il basso la Tenda delle notifiche una volta e quindi scorri fino in fondo alle tue notifiche. Dovresti vedere un pulsante Cronologia. Se non lo vedi, salta le due righe successive.

Figura 3. Il pulsante Cronologia è stato aggiunto alla Tenda delle notifiche.

Tocca Cronologia per accedere alle tue ultime 24 ore di notifiche.

Figura 4: Tutta la tua cronologia ci appartiene!

Se tocchi una delle voci di notifica, si aprirà l’app che ha inviato la notifica o le impostazioni di quell’app, da cui puoi raggiungere l’app stessa. Quindi, se tocchi una notifica di Slack dalla cronologia, si aprirà l’app di Slack.

Inoltre: Come attivare la modalità DNS privata su Android (e perché dovresti farlo)

Puoi anche accedere all’app Impostazioni dalle opzioni che raggiungi scorrendo due volte la Tenda delle notifiche. Tocca l’icona dell’ingranaggio Impostazioni in basso, quindi tocca Notifiche e poi Cronologia delle notifiche, come hai fatto per abilitarla. Questo ti porterà alla stessa finestra del pulsante Cronologia all’interno della Tenda delle notifiche, mostrandoti le tue notifiche recenti.

Un’eccezione a questo è che, secondo la mia esperienza, mentre toccare una notifica all’interno della Tenda delle notifiche aprirà il messaggio/email/evento specifico associato alla notifica, toccarla dalle Impostazioni aprirà solo l’app o, come con Google Drive, solo le impostazioni delle notifiche per quell’app.

Il terzo modo per visualizzare la cronologia delle notifiche è scorrere verso l’alto dal basso dello schermo per aprire il cassetto delle app, toccare l’icona dell’ingranaggio Impostazioni e selezionare Notifiche e poi Cronologia delle notifiche.

Inoltre: Come impedire alle app di apparire nella Tenda delle notifiche in Android 13

In ogni caso, questo è un ottimo modo per assicurarti di non perdere accidentalmente una notifica da qualsiasi app o servizio sul tuo dispositivo Android.

Domande frequenti

C’è un modo per vedere tutte le tue notifiche passate su Android?

In breve, no. Android conserva solo le ultime 24 ore di notifiche in modo da non intasare la memoria locale del tuo telefono. Ad un certo punto, tutti quei dati memorizzati localmente rallenterebbero il telefono fino a renderlo non responsivo, da qui il limite di 24 ore. In passato c’erano applicazioni di terze parti disponibili su Google Play Store che rappresentavano opzioni valide, ma ora o non sono più disponibili, o non sono più affidabili o hanno costi proibitivi per molti.