Migliori stampanti 3D veloci del 2023

Best Fast 3D Printers of 2023

Nell’era della stampa 3D, la qualità è sempre stato il fattore più importante. Ottenere stampe di buona qualità è sempre stato a scapito della velocità, ma andava bene perché una stampa di 14 ore era comunque meglio dei giorni e dei costi che avrebbe comportato ottenere qualcosa in una fabbrica.

Tuttavia, con l’avvento di nuove stampanti 3D veloci, possiamo ridurre il tempo di stampa da 14 ore a sette ore o meno, risparmiandoti tempo e denaro, e permettendo alle tue idee creative di fluire a un ritmo molto più elevato. Se possiedi già diverse delle migliori stampanti 3D attuali, potresti non voler fare l’upgrade a una stampante più veloce in questo momento, e va bene così. Ma se stai cercando una stampante che offra un’ottima qualità e che possa stupirti con la sua velocità, abbiamo ciò che fa al caso tuo.

Qual è la migliore stampante 3D veloce?

Trovando il giusto equilibrio tra convenienza e facilità d’uso, la P1S di BambuLab è attualmente la migliore stampante 3D veloce da acquistare. Non è il massimo delle stampanti veloci sul mercato – quello sarebbe il suo fratello maggiore, il X1C – ma è significativamente più economica, rendendola una scelta migliore in termini di valore rispetto al X1C.

Le stampanti 3D veloci sono ancora relativamente nuove, quindi questa lista sarà aggiornata regolarmente da qui in avanti. Stai attento mentre aggiungiamo nuove stampanti una volta che i test saranno completati.

Le migliori stampanti 3D veloci

James Bricknell/CNET

Bambu Lab P1S

Migliore in assoluto

La P1S è una versione aggiornata della nostra precedente vincitrice come migliore stampante 3D, la P1P. Ogni aggiornamento alla macchina – pannelli laterali in plastica, copertura e porta in vetro, telecamera, ventola per le parti e luce a LED – contribuisce a elevare la P1S al primo posto nella nostra classifica.

Anycubic

Anycubic Kobra 2

La migliore stampante 3D economica e veloce

Anche se non è veloce come la P1P o la X1C, la Kobra 2 ha una velocità simile alla AnkerMake M5. Può produrre stampe a 250 millimetri al secondo, anche se la migliore qualità sembra essere intorno ai 150 mm/s nei miei test. È dotata anche di un sensore di esaurimento del filamento e di un livellamento del piano di stampa, che funzionano estremamente bene.

James Martin/CNET

Bambu Lab P1P

Quasi la scelta migliore

La P1P di Bambu Lab è attualmente una delle migliori stampanti 3D che puoi acquistare. Costa $699, non è la stampante più economica, ma è incredibilmente veloce e la qualità di stampa è costantemente eccellente. Anche se la P1P è essenziale all’esterno, è dotata di una serie di funzioni avanzate come il livellamento automatico del piano di stampa, i sensori di esaurimento del filamento e il rilevamento della perdita di potenza. Ha persino una telecamera che crea video in time-lapse da condividere sui social media.

Anker

AnkerMake M5

Costruzione solida

Una delle prime stampanti 3D per consumatori a superare la velocità di 250 mm/s, l’AnkerMake M5 ha recentemente avuto un aggiornamento del software per aumentare la velocità fino a 500 mm/s nella modalità ultraveloce. La M5 utilizza una telecamera con intelligenza artificiale per aiutarti a individuare problemi in modo da poter interrompere una stampa fallita prima di sprecare molto materiale. L’intelligenza artificiale è particolarmente scarsa, ma la telecamera ti offre dei fantastici video in time-lapse da condividere sui social media.

James Bricknell/CNET

Bambu Lab X1 Carbon

La migliore per materiali esotici

Tra tutte le stampanti 3D veloci che ho testato, la X1 Carbon è la migliore in assoluto. In ogni categoria di test, si distingue in cima. L’unica cosa che impedisce di essere la mia scelta principale è il costo. Questo pacchetto enterprise, pur offrendo molti vantaggi, costa ancora $1,659, quasi tre volte il prezzo dell’AnkerMake M5.

Stampanti 3D veloci in arrivo

Anche se queste stampanti sembrano essere della stessa categoria di quelle ultraveloci, non le abbiamo ancora testate completamente come vorremmo. Per questo motivo, almeno fino al completamento dei nostri test completi, non siamo in grado di raccomandarle completamente.

Prusa 3D

Prusa MK4

Un enorme miglioramento su una macchina già fantastica

Attualmente, la Prusa MK4 è posizionata sul mio banco di lavoro, producendo ottime stampe a volontà. Non ho ancora finito la recensione completa, ma finora la MK4 sta mantenendo l’eccellente reputazione di Prusa. Quasi ogni aspetto della MK4 è un miglioramento rispetto alla MK3S Plus, con un nuovo sistema di ugelli rimovibili, un nuovo estrusore e un sistema di regolazione automatica dell’altezza z che promette “perfette prime strati ogni volta..

Creality

Creality K1 e K1 Max

Stampa ultraveloce a un prezzo conveniente

Le K1 e K1 Max sono le nuove stampanti 3D di punta di Creality. L’azienda promette 600 mm/s – la velocità più alta di qualsiasi altra stampante finora – a un prezzo che è difficile da credere: $600 per la K1 e $999 per la K1 Max, una stampante con un volume di stampa più grande, sembra troppo bello per essere vero.

Altro sulla stampa 3D

  • Migliore stampante 3D per il 2023
  • Migliore stampante 3D economica
  • Cos’è la stampa 3D?
  • Miglior filamento per stampa 3D

Come testiamo le stampanti 3D

James Bricknell/CNET

Testare le stampanti 3D è un processo approfondito. Le stampanti spesso non utilizzano gli stessi materiali, o persino lo stesso processo per creare modelli. Io testo le stampanti SLA, che utilizzano resina e luce per stampare, e le FDM, che fondono plastica su una piastra. Ognuna ha una metodologia unica. I criteri principali che considero includono:

  • Qualità hardware.
  • Semplicità di configurazione.
  • Software incluso.
  • Aspetto e precisione delle stampe.
  • Riparabilità.
  • Supporto dell’azienda e della comunità.

Una stampa di test chiave, che rappresenta il vecchio logo ENBLE, viene utilizzata per valutare come una stampante riempie i vuoti, crea forme precise e gestisce gli sbalzi. Ha persino delle piccole torri per aiutare a misurare quanto bene la stampante 3D gestisce le variazioni di temperatura.

Quando testiamo la velocità, suddividiamo il modello utilizzando il fetteggiatore standard fornito con la macchina alle sue impostazioni standard, quindi confrontiamo la durata effettiva della stampa con il tempo di completamento dichiarato sul fetteggiatore. Le stampanti 3D spesso utilizzano fetteggiatori diversi e questi fetteggiatori possono variare notevolmente su quale sia il tempo di completamento previsto.

Successivamente utilizziamo PrusaSlicer per determinare quanto materiale dovrebbe utilizzare la stampa e dividiamo quel numero per il tempo effettivo impiegato per la stampa per ottenere un numero più preciso per la velocità in millimetri al secondo (mm/s) alla quale la stampante può funzionare.

James Bricknell/CNET

Ogni piano di costruzione dovrebbe riscaldarsi a una certa temperatura, quindi utilizziamo la telecamera termica InfiRay per Android per verificare quanto bene lo fanno. Impostiamo il piano di costruzione a 60 gradi Celsius, la temperatura più utilizzata per i piani di costruzione, aspettiamo 5 minuti affinché la temperatura si stabilizzi, quindi la misuriamo in sei posizioni separate. Quindi prendiamo la temperatura media per vedere quanto la stampante 3D si avvicina alla temperatura pubblicizzata.

Il collaudo della resina richiede criteri diversi, quindi utilizzo il test standard di AmeraLabs, stampando un piccolo modello in resina che assomiglia a un piccolo paese. Questo aiuta a determinare quanto precisa sia la stampante, come si comporta con le parti piccole e quanto bene funziona l’esposizione UV in diversi punti del modello.

Vengono eseguite anche molte altre stampe di test, utilizzando modelli 3D diversi, su ogni stampante per testare la longevità delle parti e come la macchina si comporta con diverse forme.

Per gli altri criteri, faccio una ricerca sull’azienda per vedere quanto bene risponde alle richieste di supporto da parte dei clienti e quanto sia facile ordinare pezzi di ricambio e installarli personalmente. I kit (stampanti che vengono fornite solo semiassemblate) vengono valutati in base a quanto tempo e fatica richiede il processo di assemblaggio e quanto chiare sono le istruzioni.

Domande frequenti sulla stampa 3D

Quale materiale dovrei utilizzare per stampare?

La maggior parte delle stampanti 3D domestiche utilizza plastica PLA o ABS. Le stampanti professionali possono utilizzare tutti i tipi di materiali, dal metallo al filamento organico. Alcune stampanti utilizzano una resina liquida, che è molto più difficile da gestire. Come principiante, utilizza il PLA. Non è tossico, è composto principalmente da amido di mais e canna da zucchero, si gestisce facilmente ed è economico. Tuttavia, è più sensibile al calore, quindi non lasciare le tue stampe 3D sul cruscotto di una macchina in una giornata calda.

Quale marca di PLA è la migliore?

La marca migliore dipenderà dal lavoro che stai cercando di fare. Se vuoi stampare qualcosa che sembra incredibile senza post-elaborazione, Polylite di Polymaker è una scelta eccellente con una vasta gamma di colori e finiture.

Quali impostazioni dovrei utilizzare?

La maggior parte delle stampanti 3D include o collega a software consigliati, che possono gestire la conversione di file 3D STL o altri formati supportati dalla stampante. Segui le impostazioni consigliate per iniziare, con un’eccezione. Ho iniziato ad aggiungere una zattera, o un fondo di filamento, a quasi tutto ciò che stampo. Questo ha ridotto drasticamente le stampe che non aderiscono correttamente al piano di stampa, che è un problema comune. Se continui ad avere problemi, spalma un bastoncino di colla standard sul piano di stampa proprio prima della stampa.

Cosa sono i supporti?

I tuoi modelli 3D probabilmente hanno bisogno di aiuto per stampare correttamente, poiché queste stampanti non si comportano bene con grandi sbalzi — ad esempio, un braccio che sporge da una figura. Il software della tua stampante 3D di solito può calcolare e aggiungere automaticamente dei supporti, ossia piccoli supporti che sostengono tutte quelle parti sporgenti del modello. Dopo la stampa, lima eventuali protuberanze o bordi ruvidi con lime da modellismo.

Dove posso trovare cose da stampare?

Thingiverse.com è un enorme repository online di file 3D per qualsiasi cosa tu possa immaginare. Un set di scacchi Pokemon? È lì. Supporto da parete per aspirapolvere Dyson? Certo.