ChatGPT può ora analizzare qualsiasi PDF che gli invii

Con ChatGPT puoi inviare qualsiasi PDF e ottenere una dettagliata analisi!

ChatGPT di OpenAI sta ricevendo un’importante aggiornamento che consente agli utenti di caricare documenti e farli analizzare.

La nuova versione, attualmente in beta e disponibile per alcuni abbonati a ChatGPT Plus (@luokai tramite The ENBLE), offre agli utenti la possibilità di caricare molti tipi di documenti, inclusi PDF o file di dati.

Sono riuscito a testare personalmente la nuova funzionalità del chatbot, attivando le funzioni beta nelle impostazioni e selezionando “Analisi avanzata dei dati”, che consente il caricamento di file e offre a ChatGPT la capacità di scrivere ed eseguire codice Python. Ho provato prima a caricare Macbeth di Shakespeare in formato PDF, anche se ChatGPT non è riuscito ad analizzare il file a causa della sua formattazione (ha comunque riconosciuto la pièce e ha offerto di darmi un riassunto). Ho provato anche con un articolo accademico sull’impatto economico del disgelo dei ghiacci; ChatGPT ha analizzato il file e ha fornito punti chiave in forma di elenco puntato, oltre a una serie di informazioni aggiuntive, concludendo con un riassunto completo del documento.

Questa funzionalità può essere estremamente potente in determinate situazioni, poiché ora è possibile fornire a ChatGPT documenti specifici e farlo estrarre riassunti, vari punti dati o persino scrivere grafici e tabelle basati su tali dati.

Vale la pena notare che il creatore di ChatGPT, OpenAI, ha già avuto problemi per l’addestramento dei suoi modelli su opere coperte da copyright. Chiunque utilizzi ChatGPT per analizzare documenti deve fare attenzione ai documenti che utilizza e, ancora più importante, a come utilizza i risultati di ChatGPT.

La nuova beta di ChatGPT presenta anche una funzionalità che la rende più facile da usare, in quanto passa automaticamente tra vari modi di operare, inclusi la Navigazione, DALL-E e l’Analisi avanzata dei dati. Questo non è stato abilitato per me, ma sicuramente è meglio dover scegliere lo strumento specifico che si desidera utilizzare ogni volta che si avvia ChatGPT.

Anche se alcuni abbonati a ChatGPT Plus possono provare queste nuove funzionalità in questo momento, non c’è ancora nessuna indicazione su quando queste funzionalità potrebbero diventare disponibili per tutti.