Non fare il bagno con il tuo nuovo iPhone 15, anche se dice che è impermeabile

Don't swim with your new iPhone 15, even if it claims to be waterproof.

Una giornata in spiaggia con il Cat S75.

Gli smartphone difficilmente ci lasciano, quindi non è sorprendente che i design di questi dispositivi si siano evoluti per resistere all’esposizione a uno dei loro più grandi nemici: l’acqua.

L’acqua è formidabile nella sua distruzione degli apparecchi elettronici. Una singola goccia, o anche la formazione di condensa, può danneggiare un dispositivo. L’acqua può causare cortocircuiti elettrici che danneggiano componenti delicati. E non commettere l’errore di pensare che mettere il tuo telefono in una ciotola di riso possa aiutare. Anche se il dispositivo sembra sopravvivere all’incontro, la corrosione può rapidamente insediarsi e distruggerlo nelle settimane o nei mesi successivi.

Inoltre: iPhone 15 Pro vs iPhone 14 Pro: quale modello conviene acquistare?

Fino ad ora ho parlato di acqua dolce, ma l’acqua di mare, grazie alle proprietà conduttive e corrosive del sale, è ancora peggiore. I cortocircuiti sono più violenti e la corrosione può insediarsi entro poche ore.

Ho visto gli interni di smartphone e action camera ridotti a uno strato marrone ossidato dopo l’infiltrazione di acqua di mare.

Per placare le nostre paure di separarci dai nostri smartphone per qualsiasi periodo di tempo, i produttori hanno iniziato a rendere i loro dispositivi “resistenti all’acqua” e “impermeabili”.

Inoltre: 5 modi per mantenere il tuo smartphone come nuovo, più a lungo

Certo, chiunque può dire che la propria tecnologia è resistente all’acqua o impermeabile, ma hai davvero bisogno di qualche rassicurazione che il dispositivo sia stato testato e devi conoscere i parametri di ciò che può sopravvivere, così da non avere brutte sorprese.

La classificazione più riconosciuta per la resistenza all’acqua e alla polvere è la classificazione IP, o Ingress Protection. Questa classificazione si basa su standard internazionali e viene utilizzata per definire i livelli di efficienza di tenuta delle custodie contro l’ingresso di umidità e corpi estranei, come sporco, polvere e sabbia.

Le classificazioni IP sono composte da due cifre. La prima cifra è la classificazione di protezione dall’ingresso, con le cifre che vanno da 0 (o X), che significa nessuna protezione, a 6, che significa che l’involucro è a prova di polvere.

La seconda cifra riguarda la protezione dall’ingresso di umidità e varia da 0 (o X), che significa nessuna protezione, a 8, che significa che l’involucro può resistere all’immersione prolungata sotto una pressione più alta o a profondità generalmente fino a tre metri (9,8 piedi).

Inoltre: Una power station “resistente all’acqua” è troppo buona per essere vera? L’ho testata per scoprirlo

Potresti anche vedere l’utilizzo della classificazione IP69K, che significa che l’oggetto non solo è a prova di polvere ma può anche resistere a getti d’acqua ad alta pressione e spruzzi ad alta temperatura.

Quindi, ad esempio, il nuovo iPhone 15 di Apple è classificato IP68, con Apple che aggiunge che è impermeabile fino a una profondità massima di sei metri per un massimo di 30 minuti. Il Cat S75 ha una classificazione IP68 e IP69K, mentre il Blackview BV9800 ha una classificazione IP68, IP69K e MIL-STD-810H.

Ma aspetta un attimo – cos’è il MIL-STD-810H?

Si tratta di uno standard di prova del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti che sottopone gli oggetti a una vasta gamma di fattori ambientali, come vibrazioni, urti, variazioni estreme di temperatura, umidità, protezione dalla pioggia, ingresso di sabbia e polvere, atmosfera esplosiva e persino muffa.

Quindi, se il mio dispositivo ha la classificazione IP68, IP69K e MIL-STD-810H, posso tuffarmi in piscina con il telefono in mano? Beh, qui divento cauto.

Il primo motivo è semplice: mi fido della classificazione? Se una grande azienda come Apple o Samsung, o aziende che producono action camera come GoPro o DJI, afferma che qualcosa è stato testato secondo uno standard, mi fido. Man mano che scendo nella lista dei produttori, la mia fiducia diminuisce un po’.

Inoltre: Batteria scarica dopo l’installazione di un aggiornamento? Prova questi consigli

Faccio molti test di cose che affermano di essere impermeabili e trovo molte cose che non superano la prova (che non finiscono mai su queste pagine).

Un’altra cosa da tenere presente è che questi test vengono effettuati su campioni nuovi. L’usura, i colpi, le ammaccature e altri danni possono compromettere le guarnizioni di un dispositivo.

Un altro problema è la possibilità di difetti di fabbricazione o assemblaggio nascosti.

Inoltre: “Rilevato liquido nel connettore Lightning”? Ecco cosa fare ora

Inoltre, se qualcosa dichiara di essere impermeabile e l’acqua penetra, chi paga per il difetto?

Ho sentito molte storie di sventure riguardanti iPhone inzuppati e le risposte dei proprietari da parte di Apple variano. Alcune persone ottengono una riparazione o una sostituzione gratuita, ad altre viene detto di utilizzare AppleCare+ (se lo hanno) e ad altre viene detto di tornare in spiaggia e cercare altrove. Dovrei aggiungere che sto ascoltando solo un lato della storia, quindi potrebbe esserci di più dietro la questione, ma è una preoccupazione.

Inoltre, l’acqua, specialmente l’acqua salata, sabbiosa o sporca, è dannosa per porte e pulsanti, e la sabbia all’interno di una porta di ricarica può essere un incubo da rimuovere.

Infine, un smartphone caduto in acqua può essere estremamente difficile da trovare, rendendo il recupero difficile. Le piscine non sono troppo male, sebbene i prodotti chimici aggiunti per mantenere l’acqua pulita siano potenzialmente peggiori dell’acqua di mare. Ma se un telefono cade in tre piedi d’acqua in un fiume o in mare, può essere quasi impossibile trovarlo.

Inoltre: I migliori telefoni resistenti, testati e recensiti

Torniamo ora ai termini “resistente all’acqua” e “impermeabile”. Ho testato molti dispositivi che rientrano in queste categorie e alcune tecnologie sopravvivono a un abuso subacqueo molto duro. Ma prenderei il mio telefono principale, un iPhone 14 Pro Max di un anno, e lo userei per fare un video subacqueo di piccoli pesci arrabbiati?

No, non lo farei. Quando si tratta di smartphone, considero termini come “resistente all’acqua” e “impermeabile” per coprire l’esposizione accidentale all’acqua. So che il mio telefono è classificato IP68, ma so anche che è caduto molto e che è stato esposto a calore e freddo, il che potrebbe aver compromesso una guarnizione o una guarnizione.

Inoltre, non sfugge alla mia attenzione che Apple non abbia promosso il nuovo iPhone 15 come una fotocamera subacquea, e lo stesso vale per la maggior parte dei produttori di fama. Le aziende di solito menzionano che un dispositivo è resistente all’acqua o impermeabile, mostrano qualche spruzzo e passano alla parte successiva della presentazione.

Ora, la tua esperienza potrebbe essere diversa e potresti portare sempre il tuo smartphone sott’acqua, ma non è qualcosa che posso consigliare. Ci sono semplicemente troppi svantaggi.