Sì, è ancora possibile ottenere un aggiornamento gratuito a Windows 10. Ecco come

È ancora possibile ottenere un aggiornamento gratuito a Windows 10. Ecco come.

Nota: Questo articolo è stato originariamente pubblicato nel gennaio 2017. È stato aggiornato più volte da allora per riflettere le informazioni più attuali. L’ultimo aggiornamento è stato il 7 agosto 2023.

L’offerta di aggiornamento gratuito di Microsoft per Windows 10 è terminata quasi sette anni fa, ma nessuno ha avvisato le persone che gestiscono i server di attivazione di Windows. Di conseguenza, è ancora possibile effettuare l’aggiornamento a Windows 10 da Windows 7 o Windows 8.1 e ottenere gratuitamente una licenza digitale per l’ultima versione di Windows 10, senza dover fare alcuna operazione complicata.

Inoltre: Windows 11 FAQ: Ecco tutto ciò che devi sapere

Quell’aggiornamento è più importante che mai, dato che il supporto per le versioni precedenti di Windows è ufficialmente terminato nel gennaio 2023. Ed è risultato un grande sollievo per i bilanci familiari quando la pandemia ha reso improvvisamente popolare il lavoro da casa (o l’istruzione a distanza). Negli ultimi tre anni, milioni di persone hanno tirato fuori vecchi PC dalla soffitta e si sono messi rapidamente al passo, grazie a questi aggiornamenti gratuiti.

Puoi anche ancora aggiornare Windows 10 Home a Windows 10 Pro utilizzando una chiave di prodotto di una precedente edizione business di Windows 7, 8 o 8.1 (Pro/Ultimate). Quell’aggiornamento può farti risparmiare fino a $100 sulle spese di aggiornamento OEM se acquisti un nuovo PC con Windows 10 Home preinstallato. (Per i dettagli, vedi “Come aggiornare da Windows 10 Home a Pro senza problemi”.)

Inoltre: I migliori modelli di laptop Windows: Confronto tra Dell, Samsung, Lenovo e altri

Tutte le tecniche descritte in questo articolo funzionano allo stesso modo anche per Windows 11, anche se la maggior parte dei vecchi PC sarà bloccata dall’aggiornamento al nuovo sistema operativo di Microsoft a causa dei rigorosi requisiti di compatibilità hardware di Windows 11. Per quei PC, Windows 10 rimane una scelta valida fino almeno all’ottobre 2025.

In questo post, tratterò le basi su come installare Windows 10 come aggiornamento su hardware più vecchio. Parlerò anche delle questioni relative alla licenza, che sono (come sempre) confuse.

Ho scritto e pubblicato la prima versione di questo post all’inizio del 2017, poco dopo la fine dell’offerta di aggiornamento gratuito iniziale di Microsoft. Quando ho scaricato lo strumento di aggiornamento a Windows 10 e l’ho eseguito su un vecchio PC con Windows 7, mi aspettavo che l’aggiornamento fallisse l’attivazione e mi venisse chiesta una chiave di prodotto.

Immagina la mia sorpresa quando, invece, mi è apparso questo schermo:

Una licenza digitale, nessuna chiave di prodotto richiesta.

Negli ultimi cinque anni e oltre, ho ripetuto quei passaggi su PC di prova a intervalli regolari e ho confermato che lo strumento di aggiornamento gratuito funziona ancora. Durante il mio semestre sabbatico di sei mesi all’inizio del 2023, ho continuato a ricevere email dai lettori che offrivano rapporti di prima mano che i loro aggiornamenti gratuiti erano riusciti, senza richiesta di acquisto o chiave di prodotto.

Inoltre: Come tornare a Windows 10 da Windows 11 (c’è una cosa da considerare)

Nel corso degli anni, un piccolo numero di lettori ha segnalato che l’aggiornamento fallisce a causa di un errore di configurazione o di un blocco di compatibilità. Per i dettagli su come risolvere questi errori, vedi “Questa offerta di aggiornamento gratuito a Windows 10 funziona ancora. Ecco perché – e come ottenerla”. Per aiuto nella decodifica degli errori di configurazione, vedi “Windows 10: Utilizzare i file di log di configurazione per risolvere i problemi di installazione”.

Vuoi la tua licenza digitale per l’ultima versione di Windows 10? Segui queste istruzioni.

Come aggiornare un vecchio PC a Windows 10

Se hai un PC con una copia “genuina” di Windows 7/8/8.1 (edizione Home, Pro o Ultimate di Windows 7, o edizione Home o Business di Windows 8.x, correttamente licenziata e attivata), puoi seguire gli stessi passaggi che ho seguito io per installare Windows 10 come aggiornamento.

Prima di iniziare, ti consiglio di eseguire alcune operazioni preliminari che possono evitare potenziali problemi:

  • Verifica che la tua copia di Windows sia attivata. Questo è particolarmente importante se hai reinstallato di recente la versione originale di Windows in preparazione per l’aggiornamento.
  • Controlla se sono disponibili aggiornamenti recenti dei driver, soprattutto per hardware di rete e di archiviazione.
  • Scarica e installa tutti gli aggiornamenti del BIOS disponibili per il tuo hardware; questo passaggio è particolarmente importante per i sistemi progettati originariamente nel 2017 o prima, quando i produttori di hardware stavano ancora risolvendo problemi con Windows 10.
  • Esegui il backup dei tuoi file di dati su un hard disk esterno o su un archivio cloud (o entrambi). Considera di fare un backup completo del sistema su un hard disk esterno utilizzando il programma di backup di Windows 7, disponibile anche in Windows 8.x e Windows 10. Esegui semplicemente il comando Sdclt.exe, quindi scegli l’opzione Crea un’immagine di sistema.
  • Disinstalla temporaneamente i software di sicurezza di terze parti e le utilità di sistema a basso livello che possono interferire con l’aggiornamento. Puoi reinstallare questi programmi dopo aver completato l’aggiornamento.
  • Infine, disconnetti tutti i dispositivi esterni non necessari, in particolare le chiavette USB e gli hard disk esterni. (Diversi errori comuni durante l’installazione possono essere attribuiti al programma di configurazione che si confonde con questi dispositivi aggiuntivi.)

Con queste premesse, vai alla pagina Download di Windows 10 e fai clic sul pulsante Scarica ora. Dopo il completamento del download, fai doppio clic sul file eseguibile per avviare lo strumento di creazione multimediale.

Puoi eseguire l’aggiornamento direttamente utilizzando questo strumento o creare supporti separati.

Se hai scaricato lo strumento di creazione multimediale sul computer su cui intendi eseguire l’aggiornamento e se intendi eseguire l’aggiornamento solo su quel computer, puoi scegliere l’opzione Esegui l’aggiornamento di questo PC ora. Questa opzione installa la versione più recente di Windows 10. Solitamente richiede circa un’ora, a seconda dell’hardware. (Avere un SSD come disco di sistema è il modo migliore per accelerare il processo.)

Inoltre: Configurazione di Windows 11: quale tipo di account utente dovresti scegliere?

Se sai di voler eseguire l’aggiornamento a Windows 10 su più di un PC, o se desideri semplicemente maggiore flessibilità nel caso in cui l’aggiornamento istantaneo fallisca, scegli la seconda opzione e salva i file di installazione su una chiavetta USB o come file ISO. Il download richiede un po’ di tempo, ma una volta completato, puoi eseguire manualmente il programma di configurazione di Windows per installare Windows 10 su qualsiasi PC che esegue una versione di Windows supportata (mi dispiace, ma non funzionerà con PC che eseguono Windows Vista o Windows XP). I passaggi esatti dipendono dall’opzione di download che hai scelto:

  • Chiavetta USB: Inserisci la chiavetta USB che hai appena creato in una porta USB libera del PC su cui desideri eseguire l’aggiornamento. Quindi apri Esplora file (Esplora risorse in Windows 7) e fai doppio clic su Configurazione per installare Windows 10. Nota che non puoi avviare il PC da quella chiavetta USB o dal DVD appena creato per eseguire un aggiornamento a Windows 10. Devi eseguire il programma di configurazione di Windows 10 dalla tua copia di Windows attualmente installata e attivata.
  • File ISO: Dopo il completamento del download, dovrai montare il file ISO e aprirlo in una finestra di Esplora file. Su un PC che esegue Windows 8.1 o Windows 10, puoi fare doppio clic sul file ISO per aprirlo come una unità virtuale. Su un PC che esegue Windows 7, dovrai installare un’utilità di terze parti, come il gratuito e open-source WinCDEmu. Dopo aver montato il file ISO, fai doppio clic su Configurazione per avviare il processo di installazione.

Quindi segui semplicemente le istruzioni per completare l’aggiornamento a Windows 10. Non ti verrà richiesta una chiave di prodotto e, una volta completato l’aggiornamento e connesso a Internet, avrai una licenza digitale valida per la versione più recente di Windows 10, che puoi confermare andando su Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Attivazione. Tutte le tue app e i tuoi file dati saranno disponibili.

La licenza digitale è associata a quel dispositivo specifico, il che significa che puoi formattare il disco e eseguire un’installazione pulita della stessa edizione di Windows 10 in qualsiasi momento. (Se stai pensando di aggiornare il vecchio disco di sistema a un SSD, esegui l’aggiornamento a Windows 10 sull’hardware vecchio; dopo aver confermato che la nuova versione di Windows 10 sia correttamente attivata, installa l’SSD e quindi ripristina da un’immagine di backup o avvia il PC dalla chiavetta USB per eseguire un’installazione pulita. Non avrai bisogno di una chiave di prodotto e l’attivazione sarà automatica.)

La tua licenza è valida?

E ora la grande domanda: se usufruisci di questo aggiornamento a Windows 10, la licenza risultante è valida?

L’intera offerta di “aggiornamento gratuito” è stata sempre accompagnata da un linguaggio che era, per dirla in modo educato, un po’ sfuggente. E il linguaggio intorno alla fine di quell’offerta era altrettanto vago. Ad esempio, guarda le risposte che ho evidenziato qui nella FAQ sull’aggiornamento a Windows 10 di Microsoft:

La formulazione qui è notevolmente vaga.

È un linguaggio molto strano. L’aggiornamento gratuito tramite l’app Get Windows 10 è terminato il 29 luglio 2016. Allo stesso modo, la discussione sulle chiavi di prodotto afferma che una chiave sarà necessaria “per far funzionare questo strumento” (non vero), ma non dice nulla sulla licenza.

E a differenza dell’etichetta “Genuine Windows” subdola degli aggiornamenti precedenti, le schermate di attivazione per un aggiornamento a Windows 10 confermano specificamente l’esistenza di una “licenza digitale”.

In ogni caso, l’offerta di aggiornamento gratuito è stata estesa brevemente, almeno per le persone che utilizzano tecnologie di assistenza. La FAQ su una pagina separata lo ha persino definito un “prolungamento dell’offerta di aggiornamento gratuito” e ha sottolineato che non era limitato a tecnologie di assistenza specifiche. (Io uso regolarmente l’utilità Magnifier in Windows, che è indiscutibilmente una tecnologia di assistenza.)

Ovviamente, non sono un avvocato e questa rubrica non è un consiglio legale. Ma posso dire che personalmente sono fiducioso dello stato di attivazione di qualsiasi PC aggiornato utilizzando lo strumento su quella pagina durante il periodo di idoneità.

Inoltre:Il trucco definitivo per la risoluzione dei problemi di Windows

Questo prolungamento era, a mio parere, un grande segnale e un’occhiata, progettati per rendere facile per coloro che volevano un aggiornamento a Windows 10 ottenerlo mentre placavano i partner OEM che non erano troppo felici dell’enfasi durata un anno sugli aggiornamenti piuttosto che sulle nuove vendite di PC.

Purtroppo, dico “era”, perché il prolungamento (che è stato a sua volta esteso) è ufficialmente terminato il 16 gennaio 2018. La pagina che in precedenza ospitava un Assistente di aggiornamento restituisce ora un messaggio di errore.

La grande domanda ora è se Microsoft spegnerà mai il codice sui suoi server di attivazione che distribuisce licenze digitali dopo un aggiornamento da una versione precedente di Windows. Ho continuato a testare quel caso, e posso confermare, molto tempo dopo la fine del supporto per Windows 7 e Windows 8.1, che funziona ancora.

Sono sicuro che ogni tecnica che descrivo in questo articolo continuerà a funzionare. La grande domanda ora è cosa succede quando Windows 10 raggiunge la sua data di scadenza del supporto nel 2025. (E la risposta potrebbe essere “Nulla. Non succede nulla del tutto.” Ma chi lo sa?)

Continuo a ricevere feedback dai lettori che condividono le loro esperienze. Se hai utilizzato questa tecnica su un PC, invia una nota a edbott (at) realworldwindows (dot) com per farmi sapere come è andata per te.

E una nota dall’autore:Ti ho fatto mancare mentre ero via in sabbatico? Puoi rimanere in contatto iscrivendoti alla mia newsletter, Ed Bott’s READ.ME. È gratuita (per ora) e farò molte delle stesse cose che ho fatto qui su ENBLE e nei miei libri. Per iscriverti, vai su https://edbott.substack.com/.