Potrebbero i prodotti Apple ottenere un anello intelligente per controllare gli oggetti con i gesti della mano?

Gli Apple potrebbero avere un anello intelligente per controllare oggetti con gesti della mano?

Il dispositivo indossabile nel brevetto US-20230251711-A1 depositato da Apple.

Apple ha appena depositato un brevetto per un anello smart in grado di rilevare il contatto pelle a pelle e i movimenti delle dita per controllare altri dispositivi, potenzialmente inclusi TV, iPad, Mac e iPhone. E naturalmente, dobbiamo chiederci come questo potrebbe influire su Apple Vision Pro, le cuffie per la realtà aumentata dell’azienda che arriveranno nel 2024.

Sul mercato ci sono diversi anelli smart utilizzati per tenere traccia del fitness e della salute, come l’Oura Ring, ma questo brevetto di Apple è incentrato sull’interazione con altri dispositivi. Il portatore farebbe gesti con la mano per eseguire azioni su dispositivi periferici, come spostare un cursore, cambiare impostazioni, effettuare e rispondere a chiamate, selezionare e aprire file e altro ancora.

Secondo il brevetto depositato l’10 agosto, il dispositivo includerebbe “circuiti di azionamento, circuiti di rilevamento e circuiti di elaborazione” e potrebbe prevedere l’uso di più anelli contemporaneamente. Con questo documento, Apple descrive un dispositivo indossabile per rilevare i gesti di una mano che si muove da sola o interagisce con un’altra, indossando uno o due anelli su una sola mano o un anello su ciascuna mano.

Il numero di brevetto US-20230251711-A1 include questi diagrammi che mostrano l’uso del dispositivo su una mano, con entrambe le mani e un dispositivo su ciascuna mano.

Tra le immagini incluse nel documento, ci sono rappresentazioni di mani che indossano l’anello e pizzicano, toccano, fanno scorrere un dito su un palmo, indicano e compiono altri movimenti delle mani per controllare i dispositivi.

Inoltre: Apple rilascia VisionOS SDK, gli sviluppatori possono richiedere il kit hardware Vision Pro

Il brevetto afferma che l’anello smart può rilevare a 5 megacampionamenti al secondo (MS/s), o 5 MHz, una velocità comunemente utilizzata nei sistemi di acquisizione dati ad alta velocità (DAQ). Questi sistemi DAQ includono sensori e trasduttori comunemente utilizzati per misurare e registrare dati come misurazioni elettriche, temperatura, accelerazione, vibrazione e altro ancora.

Per evitare che l’anello smart traduca involontariamente movimenti incidentali o minori in azioni, potrebbero essere aggiunti ulteriori sensori per migliorare le prestazioni ed escludere fattori esterni, come telecamere, umidità, sensori ottici e di forza.

Nel tipico stile Apple, l’anello smart potrebbe anche essere in grado di fornire un feedback aptico con un generatore aptico.

Tecnologicamente, questa tecnologia dell’anello smart differisce dall’esperienza di Apple Vision Pro, che sfrutta una serie di telecamere e sensori per tracciare i movimenti degli occhi e delle dita quando l’utente esegue gesti in aria. Non è chiaro se questa tecnologia dell’anello potrebbe integrare e potenziare l’interfaccia utente nel Vision Pro.

Inoltre: Il nuovo brevetto Apple suggerisce che indosserai le cuffie Vision Pro alle partite della NFL

Quando Apple ha annunciato Apple Vision Pro dopo molte voci sul lavoro su un visore VR/AR, è diventato evidente che il gigante della tecnologia si è concentrato maggiormente su un’esperienza immersiva dell’ecosistema Apple attraverso la realtà aumentata piuttosto che su un’esperienza di realtà virtuale. Con questo ultimo brevetto, questa impressione futuristica sembra essere un tema comune con Apple.

Apple non ha confermato le voci su un anello smart in grado di eseguire queste azioni e il fatto che il brevetto sia stato appena depositato indica che il processo di sviluppo potrebbe ancora essere alle fasi iniziali. Quindi non c’è notizia su quando questo dispositivo verrà lanciato, se verrà lanciato.