GM ammette che non ci sono motivi tecnici per cui CarPlay non potrebbe essere presente nei futuri veicoli elettrici

GM ammette che CarPlay potrebbe essere presente nei futuri veicoli elettrici senza problemi tecnici.

All’inizio di quest’anno, General Motors ha rivelato di avere pianificato di eliminare il supporto a CarPlay e Android Auto in tutti i suoi veicoli elettrici, citando la necessità di una maggiore integrazione con il veicolo mentre GM lancia un nuovo sistema di intrattenimento sviluppato in collaborazione con Google.

Con la presentazione molto attesa della Cadillac Escalade IQ, dal prezzo superiore ai $130.000, che sarà lanciata alla fine del 2024, GM ha mantenuto la promessa, confermando a The ENBLE ieri che il lussuoso SUV elettrico non supporterà CarPlay o Android Auto sul suo enorme schermo da 55 pollici.

La decisione di interrompere il supporto a CarPlay e Android Auto è più politica che tecnica, come ha osservato Jordan Golson, ex redattore di ENBLE e giornalista automobilistico, nel suo video di presentazione della nuova Escalade IQ.

Golson ha parlato con i rappresentanti di GM riguardo all’omissione e hanno condiviso che la decisione è stata presa a causa delle funzionalità specifiche per i veicoli elettrici, come l’utilizzo delle informazioni sullo stato di carica del veicolo per assistere con il percorso di navigazione. Quando si utilizza CarPlay o Android Auto, il telefono dell’utente non ha conoscenza dello stato di carica del veicolo e GM ritiene che obbligare gli utenti a utilizzare il sistema integrato basato su Google, che può tenere conto di queste informazioni, offrirà una migliore esperienza utente.

Golson afferma che, dato che si tratta di una decisione non tecnica, GM potrebbe aggiornare il sistema di intrattenimento sull’Escalade IQ e su altri veicoli elettrici futuri per aggiungere CarPlay e Android Auto se trovasse che i clienti lo richiedono, ma non ci sono garanzie su ciò che GM farà.

Anche se l’argomento di GM riguardo a una maggiore integrazione con i dati del veicolo ha una certa validità, ciò non impedisce all’azienda di offrire agli utenti la possibilità di utilizzare sia il sistema integrato che CarPlay/Android Auto, come avviene in milioni di veicoli in circolazione oggi.

Inoltre, sembra che l’argomento potrebbe diventare in gran parte irrilevante con la prossima versione di CarPlay annunciata da Apple al WWDC 2022, che si integra molto strettamente con i sistemi del veicolo e espande l’esperienza di CarPlay su tutto il cruscotto. Dovremmo saperne di più sulla prossima generazione di CarPlay e vedere i primi veicoli introdotti con essa entro la fine di quest’anno, ma GM non è inclusa nella lista di oltre una dozzina di marchi annunciati da Apple come partner per questa funzionalità.