Recensione di iPhone 15 Pro e 15 Pro Max Amore al primo zoom

iPhone 15 Pro e 15 Pro Max Amore al primo zoom

Apple iPhone 15 Pro e 15 Pro Max

Mi piace

  • Più leggero e più comodo da tenere
  • Lo zoom ottico 5x del 15 Pro Max aggiunge versatilità
  • A17 Pro per videogiochi su console
  • È gradito poter cambiare la messa a fuoco nelle foto in modalità Ritratto

Non mi piace

  • Il pulsante di azione può attivare solo una singola azione
  • Il 15 Pro Max di base costa $100 in più
  • L’unica opzione di colore è il blu

Ho recensito e testato gli iPhone per anni, ma il nuovo iPhone 15 Pro Max di Apple è la prima volta che mi sono così entusiasmato. (L’iPhone 12 Mini è un ottimo secondo posto.)

Ho testato l’iPhone 15 Pro e 15 Pro Max per cinque giorni, ma è stato quando ho fotografato un gatto di una bodega di nome Kit Kat che mi sono reso conto di quanti miglioramenti abbiano questi telefoni. Sono pieni di novità. Dopo aver scattato la foto di Kit Kat, ho visto l’opzione di trasformare la sua immagine in una foto in modalità Ritratto. È un dettaglio minore ma di grande importanza: ora praticamente ogni foto può essere una foto in modalità Ritratto. E questa non è nemmeno la migliore novità.

Apple ha dato ai suoi modelli Pro un restyling con un design più leggero, un nuovo pulsante di scelta rapida e il processore più piccolo al mondo. E ha fatto tutto questo mantenendo intatta l’affascinante estetica dell’iPhone. Nel corso della mia recensione di entrambi i telefoni, ho registrato video di pinguini che nuotano, ho giocato al gioco per console Resident Evil Village sul 15 Pro, ho provato il nuovo obiettivo zoom del 15 Pro Max su una ruota panoramica di San Francisco e ho cercato, distrattamente, di inserire un cavo Lightning nella nuova porta USB-C. Vecchie abitudini, vero?

Il nuovo iPhone 15 Pro Max nella finitura “naturale” di Apple.

James Martin/CNET

L’iPhone 15 Pro e 15 Pro Max sono caratterizzati dai loro perfezionamenti. Questa coppia di telefoni rappresenta uno dei lanci più interessanti di Apple degli ultimi anni.

Tutto ciò però ha un costo. Mentre il 15 Pro costa $999 (£999, AU$1,849), lo stesso prezzo dell’iPhone X del 2017, il costo di ingresso per il 15 Pro Max è $100 superiore rispetto allo scorso anno. Apple ha eliminato l’opzione di archiviazione da 128GB più economica, lasciando il modello da $1,199 con 256GB di memoria come nuovo standard. E questo prezzo è perfettamente in linea con il Galaxy S23 Ultra di Samsung.

Se sei curioso riguardo agli altri telefoni che Apple sta lanciando, dai un’occhiata alla recensione dell’iPhone 15 e 15 Plus di Lisa Eadicicco, editor senior di ENBLE.

Confronto prezzi e archiviazione

Telefono Archiviazione Prezzo USA Prezzo UK Prezzo Australia
iPhone 15 Pro 128GB $999 £999 AU$1,849
iPhone 15 Pro 256GB $1,099 £1,099 AU$2,049
iPhone 15 Pro Max 256GB $1,199 £1,199 AU$2,199
iPhone 15 Pro 512GB $1,299 £1,299 AU$2,399
iPhone 15 Pro Max 512GB $1,399 £1,399 AU$2,549
iPhone 15 Pro 1TB $1,499 £1,499 AU$2,749
iPhone 15 Pro Max 1TB $1,599 £1,599 AU$2,899

Guarda questo:

Il design dell’iPhone 15 Pro abbraccia il titanio e l’USB-C

Il nuovo corpo in titanio è incantevole, leggero e facile da tenere grazie ai suoi bordi leggermente arrotondati. Si sente meno ingombrante rispetto alle serie 12, 13 e 14 dal bordo retto. In effetti, è quasi come se Apple avesse fuso i lati curvi delle famiglie X, XS e 11 con i lati squadrati degli ultimi anni per trovare un punto di equilibrio alla Goldilocks con il 15 Pro e il 15 Pro Max. Detto questo, la maggior parte delle persone probabilmente metterà una custodia sul telefono e non noterà affatto questi cambiamenti.

Ci sono altre due modifiche importanti al corpo. La prima è l’inclusione di una porta USB-C al posto della porta Lightning dei modelli precedenti. Sebbene il cambiamento abbia sicuramente fatto notizia prima ancora che Apple lo annunciassse, in realtà non si tratta di un cambiamento radicale. Ora collego un cavo USB-C (che viene fornito con il telefono) al posto di uno Lightning. Ma è comodo utilizzare il “un anello per dominarli tutti” dei cavi di ricarica.

Poi ci sono i pulsanti. I pulsanti del volume sono un po’ più elastici rispetto ai pulsanti dei modelli Pro in acciaio inossidabile precedenti. È come indossare un paio di sneakers con suola in schiuma, dove si ottiene quell’extra di elasticità nel passo, piuttosto che l’ammortizzazione dell’airbag che avevamo nelle scarpe come le Nike Air Max negli anni ’80 e ’90. Entrambi sono comodi, ma il nuovo design con schiuma lo è di più.

La cornice in titanio dell’iPhone 15 Pro Max. Il pulsante di silenzio è scomparso ed è stato sostituito da un pulsante di azione programmabile.

James Martin/CNET

Addio pulsante di silenzio, benvenuto pulsante di azione

Il pulsante di silenzio (o silenzio) è scomparso ed è stato sostituito da un pulsante di azione. Per impostazione predefinita, ti consente di mettere in silenzio il tuo iPhone, ma puoi anche personalizzarlo per accendere la torcia, registrare una nota vocale e aprire la fotocamera, tra le altre cose. Mi è piaciuto particolarmente poter aprire la fotocamera. Una volta aperta l’app, il pulsante di azione funge da pulsante fisico per scattare una foto. Ma il semplice fatto che posso utilizzare il pulsante per attivare una scorciatoia moltiplica le sue possibilità.

Il pulsante reagisce solo a due tipi di input: un tocco o una pressione. Può attivare solo una funzione alla volta, il che sembra limitante. Spero che Apple apra questa possibilità e consenta alle persone di programmare più pressioni e tocchi per attivare diverse impostazioni predefinite. Ad esempio, forse due pressioni consecutive avviano una scorciatoia e una pressione mette in silenzio il telefono. Al momento, l’unico modo per cambiare ciò che fa il pulsante è entrare nell’app Impostazioni, scorrere fino al pulsante di azione e cambiarlo lì. Inoltre, accoglierei la possibilità di aggiungere un pulsante del Centro di controllo che mi consenta di accedere più rapidamente a questo menu del pulsante di azione.

Per saperne di più: Questo è l’unico modo in cui dovresti accendere la torcia dell’iPhone

Come i modelli 14 e 14 Plus dell’anno scorso, i 15 Pro hanno un interno completamente ridisegnato che facilita la riparazione. Se il vetro posteriore è danneggiato, dovrebbe essere più veloce ed economico sostituirlo. Di seguito è riportato un confronto di quanto costa sostituire il vetro posteriore sul nuovo telefono rispetto ai vecchi modelli di iPhone Pro.

Costo di sostituzione del vetro posteriore

Telefono iPhone 15 Pro iPhone 15 Pro Max iPhone 14 Pro iPhone 14 Pro Max
Costo $169 $199 $499 $549

La protuberanza della fotocamera dell’iPhone 15 Pro (a sinistra) e la protuberanza della fotocamera dell’iPhone 15 Pro Max (a destra).

James Martin/CNET

Zoom 5x dell’iPhone 15 Pro Max

Cominciamo dallo spiegare questo. La lente di zoom sul piccolo Pro è diversa da quella sul grande Pro Max. Il 15 Pro ha una telecamera teleobiettivo provata e vera da 3x come i modelli precedenti. Ma il 15 Pro Max ha una nuova telecamera teleobiettivo da 5x realizzata con più prismi e qualche geniale ingegneria.

In contrasto, ci sono diversi telefoni Android con lenti teleobiettivo in stile periscopio che utilizzano un singolo prisma per riflettere la luce al sensore, come lo zoom 10x sul Samsung Galaxy S23 Ultra. Il vantaggio del design di Apple è che la lente occupa molto meno spazio e consente al sensore d’immagine di essere posizionato parallelamente alla lente, eliminando la limitazione di avere un sensore d’immagine teleobiettivo limitato nelle dimensioni dalla spessore del telefono.

Entrambi i telefoni Pro hanno anche un sensore principale più grande da 48 megapixel, che aiuta a migliorare le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione. Mentre scattavo foto con l’iPhone 15 Pro Max e il 14 Pro Max dopo il tramonto, ho notato che il telefono più recente non doveva entrare così spesso in modalità notturna. Inoltre, il motore fotonico, il nome elegante di Apple per il processamento delle foto, sembra aiutare maggiormente con gli highlights.

Dai un’occhiata ad alcune delle mie foto preferite scattate con l’iPhone 15 Pro e il 15 Pro Max.

Questa è stata scattata in condizioni di scarsa illuminazione con l’iPhone 15 Pro Max.

Patrick Holland/CNET

La mia foto in modalità ritratto, scattata nello stile di una band grunge degli anni ’90.

Patrick Holland/CNET

Non c’è nulla di noioso in questa foto di una noiosa vongola.

Patrick Holland/CNET

La modalità ritratto è migliorata con i baffi del gatto.

Patrick Holland/CNET

Ho scattato questa foto con lo zoom ottico 5x dell’iPhone 15 Pro Max.

Patrick Holland/CNET

Una foto in modalità ritratto scattata su un iPhone 15 Pro.

Celso Bulgatti/CNET

Telecamere iPhone 15 Pro Max vs Pixel 7 Pro, Galaxy S23 Ultra

Per testare la versatilità di queste telecamere, ho deciso di fare un servizio fotografico in studio con la mia collega di ENBLE, Abrar Al-Heeti, una giornalista premiata e intenditrice di tea party. Ho scattato foto di Abrar con il Pixel 7 Pro, il Galaxy S23 Ultra, l’iPhone 15 Pro Max e l’iPhone 15 Pro. Ho cercato di incorniciarla allo stesso modo per ogni telefono.

Anche sotto la luce dello studio, ogni telefono ha adottato approcci molto diversi per la foto di Abrar.

Patrick Holland/CNET

Delle cinque foto, la foto dello zoom 10x dello S23 Ultra è quella che mi piace meno. La foto del Pixel ha reso lo sfondo scuro e ha levigato le texture e i difetti della carta dietro Abrar. Per quanto riguarda la pelle, sia l’iPhone 15 Pro che il 15 Pro Max hanno reso il suo incarnato più caldo, mantenendo al contempo il maggior dettaglio.

Lo scatto dello zoom ottico 3x del Samsung sembra meraviglioso, ma ha una quantità elevata di levigatura della pelle, che alcune persone preferiscono. E il Pixel è stato il migliore nel catturare in modo accurato la pelle di Abrar in termini di colore e dettaglio. Di nuovo, tutte queste foto sono buone. Tuttavia, le immagini del 15 Pro Max e del Pixel sono le mie preferite.

Foto a 3x di Abrar scattate con l’iPhone 15 Pro e il Galaxy S23 Ultra.

Patrick Holland/CNET

Ho deciso anche di portare il 15 Pro Max, il Pixel e il S23 Ultra sulla ruota panoramica di Golden Gate Park a San Francisco. C’era un cielo nuvoloso e nebbia (ah, gli estati di San Francisco!), e quelle condizioni hanno messo alla prova tutti e tre i telefoni. Ma il Galaxy S23 Ultra era ancora più svantaggiato.

Mentre il Pixel 7 Pro e l’iPhone 15 Pro Max hanno entrambi uno zoom ottico 5x, per eguagliarlo sul S23 Ultra, l’ho impostato su uno zoom digitale 5x e, come puoi vedere qui sotto, i risultati non sono stati eccellenti. Il Pixel ha avuto un risultato migliore, ma nota che i dettagli degli alberi sembrano appannati rispetto a quelli catturati dall’iPhone. Nessuna di queste foto è eccezionale, ma lo scatto dell’iPhone è il migliore dei tre.

Ogni foto è stata scattata a 5x.

Patrick Holland/CNET

Ma aspetta, Samsung ha qualcosa che gli altri telefoni non hanno: uno zoom ottico 10x. Si avvicina molto di più. La qualità non è eccezionale, ma è migliore dello zoom digitale 10x dell’iPhone 15 Pro Max. La foto del Galaxy S23 Ultra lotta contro quella nebbia e il contrasto è esagerato.

Questa è stata scattata con la telecamera dello zoom ottico 10x del Galaxy S23 Ultra.

Patrick Holland/CNET

Una foto scattata con uno zoom digitale 10x sull’iPhone 15 Pro Max.

Patrick Holland/CNET

Anche se, come me, ti stai chiedendo cos’è quel palazzo, è l’Università di San Francisco. Ma all’epoca non lo sapevo. Quindi ho usato lo strumento di ricerca visiva dell’iPhone per scoprirlo. Sebbene l’iPhone l’abbia identificato come un punto di riferimento, non è riuscito a dirmi effettivamente cos’era. Infatti, ha condiviso una foto della Torre Sa’at in Iran. Quindi, sono passato al mio Pixel, ho usato Google Lens e ho scoperto correttamente che era l’università, il che ha senso dal momento che vivo a San Francisco, non in Iran.

Dopo aver scattato una foto o un ritratto, è possibile cambiare il punto di messa a fuoco successivamente.

Stephen Beacham/CNET

I ritratti dell’iPhone 15 Pro sono un gioco da ragazzi

Poi ci sono i ritratti in modalità foto che ti permettono di scattare una foto normale e trasformarla in un ritratto successivamente per determinati soggetti (umani, cani e gatti). Ecco una foto che ho scattato di Kit Kat, il gatto del negozio, in modalità foto. Ti ricordi di lui dall’inizio? Posso attivare la modalità ritratto, regolare l’apertura per mantenere i suoi baffi a fuoco e persino applicare effetti di illuminazione da ritratto.

Ho scattato una foto di Kit Kat fuori da un negozio a San Francisco. Sono riuscito a convertirla in questi due ritratti dopo il fatto, anche se il 15 Pro Max non era in modalità ritratto quando l’ho scattata.

Patrick Holland/CNET

Ma posso anche cambiare la messa a fuoco successivamente. Dai un’occhiata alle foto della band grunge degli anni ’90 di me e il mio amico Beacham. Posso cambiare la messa a fuoco da me a lui dopo aver scattato la foto. Questa sarà una funzionalità fantastica per i genitori.

Sono anche felice di dire che il nuovo rivestimento della lente sul 15 Pro e 15 Pro Max aiuta a ridurre i riflessi delle fonti luminose. Nel complesso, se c’è un riflesso o una luce parassita, è minimo al massimo e di solito si tratta di un solo punto.

Il 15 Pro e il 15 Pro Max gestiscono meglio i riflessi luminosi e le luci parassite rispetto ai modelli precedenti. Nota il piccolo cerchio di riflesso luminoso sullo zaino dell’uomo.

Patrick Holland/CNET

In modalità notturna, ho ottenuto alcune strane striature luminose quando ho utilizzato la telecamera teleobiettivo 5x del 15 Pro Max con luci di stringa e una lampada all’interno di un bar. Mi chiedo se sia qualcosa legato ai prismi utilizzati per la lente. Ma per essere chiaro, su centinaia di foto che ho scattato, solo tre avevano queste striature.

Questa è una foto in modalità notturna scattata con lo zoom 5x del 15 Pro Max. Nota l’aspetto delle luci di stringa.

Patrick Holland/CNET

Nota il riflesso della luce sulla destra.

Patrick Holland/CNET

Le registrazioni video sono di buona qualità. Sono entusiasta di poter registrare in formato log, che rende le riprese piatte con colori desaturati. Registrare in log offre più margini di manovra per abbinare i video dell’iPhone ai filmati di altre fotocamere che si utilizzano, rispetto a incastonare il colore nel file video. Posso immaginare di utilizzare video log di Apple per film in cui si utilizzano fotocamere multiple di diverse marche o per video sui social media, come quello che abbiamo realizzato per questa recensione.

Il nuovo iPhone 15 Pro e 15 Pro Max hanno un chip A17 Pro sufficientemente potente per gestire videogiochi per console, incluso Resident Evil Village.

Stephen Beacham/CNET

L’iPhone 15 Pro è la prossima console di gioco

Il cervello di tutto su 15 Pro e 15 Pro Max è il nuovo chip A17 Pro. Le sue prestazioni di elaborazione e grafica si mostrano al meglio con i videogiochi. E non sto parlando di Candy Crush.

Il 15 Pro e il 15 Pro Max supportano giochi per console completi come Resident Evil Village, che ho avuto modo di testare… almeno l’inizio. Resident Evil Village si presenta fenomenale sullo schermo del 15 Pro Max, soprattutto per quanto riguarda l’illuminazione e l’ombreggiatura. Nel mio tempo libero e con gli occhi di un giocatore occasionale, sono rimasto impressionato. È significativo che giochi come questo possano arrivare sull’iPhone.

Non sono nemmeno arrivato a una settimana di utilizzo dei nuovi iPhone, quindi devo ancora sottoporre i dispositivi ai test di consumo della batteria e di ricarica di ENBLE. Ma posso condividere come si è comportata la batteria finora. Per la maggior parte, la batteria del 15 Pro Max ha resistito per un’intera giornata di utilizzo (dalle 7 del mattino alle 10 di sera), finendo di solito con il 20-25% di carica residua. Nel giorno forse più impegnativo che ho trascorso con il telefono (scattando foto, registrando video e con la luminosità dello schermo al massimo), il 15 Pro Max è partito con una batteria completamente carica al mattino e ha avuto ancora il 7% di carica alla fine della giornata.

Ho effettuato un test di ricarica ENBLE sia con il 15 Pro che con il Pro Max. Ho utilizzato il cavo USB-C incluso nella confezione e un caricabatterie da parete Twelve South da 20 watt. In 30 minuti, la batteria del 15 Pro è passata dal 4% al 66% e il 15 Pro Max si è ricaricato dal 7% al 56%. Entrambi i telefoni supportano la ricarica ENBLE fino a 27 watt, che ho intenzione di testare e aggiornerò questa recensione con i risultati.

L’iPhone 15 Pro e il 15 Pro Max supportano anche la ricarica wireless da 15 watt tramite MagSafe o Qi2. Ho testato entrambi su un supporto Belkin BoostCharge Pro. In 30 minuti, il 15 Pro è passato dal 30% al 52% e il 15 Pro Max è passato dal 7% al 28%, risultati sorprendentemente simili.

Un iPhone 15 Pro Max in modalità StandBy.

James Martin/CNET

L’iPhone 15 Pro è la casa di iOS 17

Se il chip A17 Pro è il cervello, allora iOS 17 è l’anima del 15 Pro e del 15 Pro Max. Il nuovo sistema operativo è pieno di piccoli miglioramenti nella qualità della vita. La modalità StandBy mi ha conquistato. Adoro poter visualizzare sull’orologio di blocco l’ora in numeri grandi come una sveglia, widget delle app o foto mentre si ricarica. L’interfaccia è pulita e contemporanea e dà nuova vita all’iPhone.

Adoro anche creare adesivi personalizzati da foto e live photo in Messaggi. Rende la comunicazione con amici e familiari ancora più espressiva. L’autocorrezione sulla tastiera funziona così bene per me. Di solito sono un pessimo tastierista al telefono, ma questa nuova autocorrezione mi capisce. E nemmeno maledico così tanto.

Per saperne di più: Recensione di iOS 17: la modalità StandBy ha cambiato il mio rapporto con il mio iPhone

Alla fine della giornata, sono rimasto impressionato dall’iPhone 15 Pro e 15 Pro Max. Li raccomando entrambi a chiunque provenga da un 12 Pro, 12 Pro Max o precedenti. Se stai cercando di decidere tra il 15 Pro e il 15 Pro Max, quella fotocamera teleobiettivo 5x sul Pro Max è convincente. Ma se non scatti molte foto ingrandite, potrebbe essere meglio optare per la versione più piccola del Pro. Inoltre, se stai considerando l’acquisto di uno dei due telefoni, ci sono diversi sconti per il ritiro da prendere in considerazione.

Specifiche dell’iPhone 15 Pro rispetto a iPhone 15 Pro Max, Google Pixel 7 Pro, Galaxy S23 Ultra

iPhone 15 Pro iPhone 15 Pro Max Google Pixel 7 Pro Galaxy S23 Ultra
Dimensioni dello schermo, tecnologia, risoluzione, frequenza di aggiornamento, luminosità 6,1 pollici OLED; 2.556×1.179 pixel; 120Hz adattivo 6,7 pollici OLED; 2.796×1.290 pixel; 120Hz adattivo Display OLED da 6,7 pollici, QHD+ (1.440×3.120 pixel), frequenza di aggiornamento 120Hz, luminosità 1.500 nit 6,8 pollici AMOLED; 3.088×1.440 pixel; 120Hz adattivo
Densità di pixel 460 ppi 460 ppi 512 ppi 500 ppi
Dimensioni (pollici) 2,78 x 5,77 x 0,32 pollici 3,02 x 6,29 x 0,32 pollici 6,4 x 3,0 x 0,3 pollici 3,07 x 6,43 x 0,35 pollici
Dimensioni (millimetri) 70,6 x 146,6 x 8,25 mm 76,7 x 159,9 x 8,25 mm 162,9 x 76,6 x 8,9 mm 78 x 163,3 x 8,9 mm
Peso (grammi, once) 187 g (6,6 oz) 221 g (7,81 oz) 212 g (7,5 oz) 234 g (8,25 oz)
Software mobile iOS 17 iOS 17 Android 13 Android 13
Fotocamera 48 megapixel (grandangolare), 12 megapixel (ultragrandangolare), 12 megapixel (teleobiettivo 3x ottico) 48 megapixel (grandangolare), 12 megapixel (ultragrandangolare), 12 megapixel (teleobiettivo 5x ottico) 50 megapixel (principale), 12 megapixel (ultragrandangolare), 48 megapixel (teleobiettivo) 200 megapixel (grandangolare), 12 megapixel (ultragrandangolare) 10 megapixel (teleobiettivo) 10 megapixel (teleobiettivo)
Fotocamera frontale 12 megapixel 12 megapixel 10,8 megapixel 12 megapixel
Registrazione video 4K 4K 4K 8K
Processore A17 Pro A17 Pro Google Tensor G2 Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 per Galaxy
Archiviazione 128 GB, 256 GB, 512 GB, 1 TB 256 GB, 512 GB, 1 TB 12 GB RAM + 128 GB, 256 GB, 512 GB 8 GB + 256 GB; 12 GB + 256 GB; 12 GB + 512 GB; 12 GB + 1 TB
Archiviazione espandibile Nessuna Nessuna Nessuna Nessuna
Batteria

Come testiamo i telefoni

Ogni telefono testato dal team di recensioni di ENBLE è stato effettivamente utilizzato nel mondo reale. Testiamo le caratteristiche di un telefono, giochiamo e scattiamo foto. Esaminiamo il display per vedere se è luminoso, nitido e vibrante. Analizziamo il design e la costruzione per capire come si tiene in mano e se ha una classificazione IP per la resistenza all’acqua. Sottoponiamo le prestazioni del processore a estremi utilizzando sia strumenti di benchmark standardizzati come GeekBench e 3DMark, insieme alle nostre osservazioni personali mentre navighiamo nell’interfaccia, registriamo video ad alta risoluzione e giochiamo a giochi graficamente intensi con frequenze di aggiornamento elevate.

Tutte le fotocamere vengono testate in una varietà di condizioni, dal sole accecante a scene buie al chiuso. Proviamo funzionalità speciali come la modalità notturna e la modalità ritratto e confrontiamo i nostri risultati con telefoni concorrenti di prezzo simile. Verifichiamo anche la durata della batteria utilizzandola quotidianamente e facendo una serie di test di scarica della batteria.

Consideriamo funzionalità aggiuntive come il supporto per il 5G, la connettività satellitare, i sensori di impronte digitali e facciali, il supporto per la penna, la velocità di ricarica rapida, i display pieghevoli e altre caratteristiche utili. E naturalmente bilanciamo tutto questo con il prezzo per darvi il verdetto su se quel telefono, a prescindere dal prezzo, rappresenta effettivamente un buon valore. Sebbene questi test potrebbero non essere sempre riflessi nella recensione iniziale di ENBLE, effettuiamo test di follow-up e a lungo termine nella maggior parte delle circostanze.