L’esercito di seguaci inattivi di Elon Musk dipinge un quadro cupo di X nel suo complesso

L'esercito di seguaci inattivi di Elon Musk dipinge un quadro cupo di X.

Un significativo numero dei più di 153 milioni di follower di Elon Musk su X sembra essere falso o, almeno, inattivo sulla piattaforma precedentemente conosciuta come Twitter. ENBLE ha appena pubblicato un’analisi dettagliata dei follower di Musk, basata sui dati raccolti dal ricercatore di terze parti Travis Brown.

I più di 153 milioni di follower di Musk rappresentano oltre un quarto dei 540 milioni di “utenti mensili” che Musk ha dichiarato essere ora su X a fine luglio. E, se metti in dubbio la legittimità dei numeri di Musk, i suoi follower rappresentano più della metà degli “utenti attivi mensili” che Twitter ha dichiarato di avere nei mesi precedenti all’acquisizione da parte di Musk della piattaforma.

Sebbene il campo di applicazione di questa relazione si limitasse ai follower di Musk, è impossibile non utilizzare tali dati per guardare alla piattaforma nel suo complesso attraverso il prisma dell’account di Musk. Come abbiamo già detto, l’alto numero di follower di Musk significa fondamentalmente che l’account di Musk è un microcosmo dell’intera piattaforma.

Utenti mensili vs utenti attivi mensili

Un breve riassunto di alcuni dati sui follower di Musk per coloro che non hanno letto il rapporto più dettagliato: poco più del 42% dei più di 153 milioni di follower di Musk non ha alcun follower. Più del 40% non ha mai pubblicato tweet sul proprio account. Circa il 40% dei follower di Musk segue anche meno di 10 utenti. Questo indica alcune cose. Molti di questi account potrebbero essere account falsi o bot. Inoltre, molti di questi account potrebbero appartenere semplicemente a utenti inattivi o a persone che hanno creato un account e raramente, se mai, vi ritornano.

Se il numero di follower di Musk può essere esteso a rappresentare X nel suo complesso, questo dipinge un quadro molto cupo per la piattaforma e quanti utenti reali e attivi ha effettivamente.

I conteggi degli utenti attivi mensili e giornalieri sono lo standard del settore per misurare la dimensione di una piattaforma online. Parola chiave: attivi. I brand e i responsabili delle campagne pubblicitarie valutano abitualmente il valore degli acquisti di annunci digitali in base a quanti potenziali spettatori vedranno i loro annunci. (E, naturalmente, i tassi di conversione basati su quelle visualizzazioni sono anche considerati.) Da quando Musk ha preso il controllo, le difficoltà di X nel generare ricavi pubblicitari sono state spesso riportate. La piattaforma ha perso metà dei suoi più grandi inserzionisti a causa del modo in cui Musk ha gestito la piattaforma. Molti di loro sono tornati, ma i ricavi pubblicitari sono ancora significativamente in calo. E, proprio questa settimana, alcuni altri inserzionisti hanno abbandonato dopo che i loro annunci sono apparsi accanto a contenuti neonazisti.

Tuttavia, se la base potenziale di clienti è ancora sulla piattaforma, alcuni inserzionisti ovviamente cercheranno di superare i problemi e cercare di raggiungerli. Quindi quei numeri di utenti sono importanti. Ma descrivono accuratamente gli utenti attivi? Non è chiaro, specialmente dopo aver analizzato gli account che seguono Musk. Ma è stato notato, almeno da noi, che Musk ha eliminato la parola “attivi” quando riporta i numeri degli utenti di X.

Le affermazioni sulla base utenti di Musk su X non tornano

X è stata attiva per quasi due decenni (con il nome Twitter per la maggior parte di quel tempo), eppure l’ultima affermazione di Musk sui “utenti mensili” è più del doppio del numero di “utenti attivi mensili” riportato dall’azienda subito prima dell’acquisizione di Musk. Se più di 250 milioni di utenti si sono uniti a X nei 10 mesi in cui Musk è stato al comando, rispetto a qualsiasi momento nei precedenti 17 anni, è ragionevole pensare che Musk sia stato un fattore importante nella loro decisione di unirsi e che un numero significativo di essi lo seguisse. Secondo il nostro rapporto sui follower di Musk, più del 25% – o 38,9 milioni – dei follower di Musk si sono uniti alla piattaforma dopo aver acquisito l’azienda nell’ottobre. Quello è un gran numero di follower di Musk. Tuttavia, quei 38,9 milioni rappresentano meno del 14% dei nuovi utenti che Musk afferma che X abbia. Qualcosa non torna.

Quando Musk ha acquisito l’azienda, il nuovo proprietario di X ha fatto molto rumore sulla rimozione degli account falsi e dei bot sulla piattaforma. Musk stesso sospettava che Twitter avesse notevolmente sottostimato il numero di account falsi quando ha accettato di acquistare l’azienda. È letteralmente la ragione che ha citato nel tentativo di ritirarsi ma che è stato successivamente costretto a portare a termine l’acquisizione.

Uno dei primi passi di Musk dopo l’acquisizione è stato quello di ricostruire completamente il sistema di verifica della piattaforma secondo la sua visione, rimuovendo gli utenti verificati del passato e trasformando la funzione in un abbonamento a pagamento. Nel frattempo, Musk ha affermato che questi passaggi facevano parte delle sue decisioni strategiche di base per facilitare una piattaforma con solo utenti attivi e reali. Tuttavia, un altro recente rapporto di ENBLE su X Premium, il servizio a pagamento di Musk precedentemente conosciuto come Twitter Blue, ha scoperto che ci sono solo circa 830.000 abbonati.

Ora, è ovvio che su X ci sono più di 830.000 utenti reali. Quanti di più, però, è un’incognita. Le affermazioni di Musk sui “utenti mensili” sembrano sicuramente esagerate. E i suoi follower, o meglio i milioni di account inattivi che lo seguono, stanno raccontando una storia completamente diversa.