La nuova modifica di politica di Microsoft riguarda gli accessori di terze parti per Xbox

La recente modifica di Microsoft riguarda l'utilizzo di accessori di terze parti per Xbox

In una mossa che ha sorpreso molti, Microsoft ha annunciato che a partire dal 12 novembre 2023 bloccherà gli accessori di terze parti non autorizzati dall’uso con le sue console Xbox. Le console Xbox hanno già iniziato a mostrare messaggi di avvertimento, secondo Windows Central, segnando un cambiamento di politica importante per il gigante tecnologico.

Gli accessori non autorizzati vanno incontro all’ascia

Molti utenti Xbox hanno segnalato di ricevere un messaggio di avvertimento quando cercano di utilizzare accessori non autorizzati. Questo messaggio, che mostra l’errore “0x82d60002”, avvisa gli utenti che Microsoft bloccherà il loro accessorio il 12 novembre:

“L’uso di accessori non autorizzati compromette la tua esperienza di gioco. Per questa ragione, l’accessorio non autorizzato verrà bloccato dall’uso il 12/11/2023”.

Questo passo non è una semplice risposta a pochi incidenti isolati. Microsoft mira a garantire che tutti gli accessori per le console Xbox mantengano i loro standard di qualità, sicurezza e sicurezza.

Perché il cambiamento improvviso?

Le persone stanno speculando sulle ragioni di questo cambiamento di politica. Alcuni pensano che sia legato all’intenzione di Microsoft di accogliere più controller wireless di terze parti per Xbox. Al momento, la maggior parte di questi controller di terze parti si collega con fili.

Un’altra teoria suggerisce che Microsoft stia implementando nuove misure di sicurezza per prevenire input non autorizzati che potrebbero fornire vantaggi ingiusti nel gioco. Ecco perché anche accessori “onesti”, come joystick per giochi di combattimento, devono rispettare queste nuove regole.

Impatto sui produttori e gli utenti

Marchi come Brook Gaming, noti per i loro accessori di gioco di terze parti, già stanno sentendo il calore. Hanno segnalato problemi con alcuni dei loro prodotti e hanno utilizzato i social media per affrontare queste preoccupazioni.

Tuttavia, non sono solo brutte notizie. I prodotti con licenza ufficiale di terze parti rimarranno invariati. Marchi come SCUF, Turtle Beach e Razer, che hanno pagato ufficialmente per la licenza Xbox, non avranno problemi a causa di questo cambiamento.