Aspettative per Nintendo Switch 2 Arriverà nel 2024?

Nintendo Switch 2, expectations for 2024?

Il gaming portatile è tornato in una nuova ed strana forma. Le console portatili indie come la Panic Playdate e l’Analogue Pocket si sono ispirate allo spirito del vecchio Game Boy. Le console portatili in grado di streaming come il Razer Edge, il Logitech G Cloud e il prossimo progetto di Sony, Project Q, stanno sperimentando con idee a doppio schermo che ricordano il Nintendo Wii U, ma pensate per l’era dei giochi in streaming. Poi ci sono i PC da gioco in miniatura per le tue mani, come il Steam Deck, la console portatile per il gioco su PC di Valve. Indipendentemente dal dispositivo, però, tutti mostrano quanto potere possa stare nelle tue mani nel 2023.

Vivo con un Steam Deck da alcune settimane. È disponibile da oltre un anno e ha conquistato i giocatori con il suo design sorprendentemente capace e il modo apparentemente magico in cui gestisce i giochi per PC in movimento. Come utente di Nintendo Switch dal primo giorno, sono rimasto sorpreso. Ha alcuni difetti – è grande e complicato – ma in molti modi è tutto ciò che vorrei da un Nintendo Switch 2.

Il momento del Nintendo Switch 2 potrebbe essere vicino: un recente rapporto suggerisce un lancio entro la fine del 2024, che potrebbe coincidere anche con un PlayStation 5 Pro e sarebbe due anni nel ciclo di vita del Steam Deck. Ci sono molte buone ragioni per un Nintendo Switch 2, anche se l’attuale Switch è ancora la mia console di gioco preferita al momento.

Per saperne di più: Steam Deck evolve: il PC da gioco portatile di Valve, un anno dopo

Sono passati sei anni veloci

Il Nintendo Switch è arrivato sulla scena il 3 marzo 2017 e oltre sei anni dopo, non molto è cambiato. Dalla sua uscita iniziale, Nintendo ha migliorato la durata della batteria del Switch, ha rilasciato un modello Lite più piccolo e ha aggiunto un’iterazione con uno schermo OLED più grande. L’idea del Switch, però, è rimasta la stessa. Tutti i modelli utilizzano principalmente lo stesso tipo di CPU e GPU. Come ho discusso con l’ex presidente di Nintendo, Reggie Fils-Aimé, il Switch sembra essere pronto per un qualche tipo di aggiornamento… ma secondo Nintendo, il ciclo di vita del Switch potrebbe durare fino a 10 anni.

Come sempre, è difficile sapere se Nintendo creerà un vero e proprio modello “Switch Pro” rinnovato che si è atteso a intermittenza per anni. E per quanto il Switch sia stato di successo – è uno dei prodotti di punta di Nintendo di tutti i tempi – ha più di 6 anni. È ora di migliorarsi per restare competitivo.

A merito di Nintendo, sa come massimizzare l’hardware e i grafici: Zelda: Tears of the Kingdom del 2023 e Pikmin 4 mostrano quanto bene il Switch possa ancora riprodurre giochi. Ma è rimasto indietro in altre aree, luoghi in cui Nintendo potrebbe nuovamente superare gli altri con un vero successore del Switch. Succederà l’anno prossimo? Forse. Nintendo ha affermato che non ci sarà una nuova piattaforma nell’anno finanziario successivo, ma le aspettative dell’industria, compresi i concorrenti come Microsoft, indicano che un nuovo Switch è dietro l’angolo. Nintendo sta lavorando a qualcosa e ha già confermato che una nuova piattaforma sarà retrocompatibile con l’attuale Switch.

Per saperne di più: Buon compleanno, Nintendo Switch: quegli anni sono volati

È arrivato il momento

Nintendo ha storicamente rilasciato nuove console approssimativamente ogni cinque-sei anni e il Switch è uscito nel 2017. Il Wii U nel 2012. Il Wii nel 2006. Il GameCube nel 2001. Il N64 nel 1996.

Significa che Nintendo potrebbe immaginare un successore completamente diverso e inaspettato per il Switch? Così diverso dallo Switch come lo era il Wii dal GameCube? Chi lo sa? Ma potremmo vedere una versione veramente aggiornata del Switch (un Switch 2, un Switch Pro o comunque lo si chiamerà) prima che ci si aspetti, se si crede alle fughe di notizie e ai rumors. Dovrebbe essere qualcosa che rappresenti un vero potenziamento rispetto al più modesto Switch OLED del 2021.

Guarda questo:

Le dichiarazioni di Nintendo dell’anno scorso che suggeriscono che il ciclo di vita del Switch sia a metà strada indicano che ci saranno ulteriori aggiornamenti iterativi, ma al momento attuale, sembra che il passo successivo logico sia un chipset più potente, quando accadrà. Anni fa, Bloomberg ha riferito che gli sviluppatori di giochi avevano già l’hardware per lavorare su giochi Switch in 4K, e nel 2022 una presunta fuga di informazioni da parte di Nvidia ha fatto impazzire i social media mentre gli utenti di Twitter facevano notare possibili indizi su nuovi modelli di Switch nel codice sorgente.

Nintendo non ha indicato l’arrivo di nuove console, anche se ha ammesso che ci sarà una nuova piattaforma. Nintendo tiene strette le sue notizie riguardanti l’hardware, e gli annunci a sorpresa (come il lancio improvviso del Nintendo Switch OLED nel 2021) sono la norma. Al momento, è possibile acquistare un Nintendo Switch già disponibile. Il Nintendo Switch rimane un ottimo sistema portatile, ma sta invecchiando, con un costante rifornimento di giochi, sia prodotti da Nintendo che indie.

Ma ecco cosa Nintendo potrebbe – e dovrebbe – fare prossimamente.

Scopri di più: Confronto tra Nintendo Switch OLED e gli altri: li abbiamo provati tutti

Zelda: Le lacrime del Regno sfrutta al massimo il Nintendo Switch, ma sembra aver raggiunto i suoi limiti.

Nintendo

Aggiungere un nuovo processore per stare al passo con la concorrenza

Le grafiche 4K non sono l’unica cosa che Nintendo potrebbe adottare: pensate a grafiche che potrebbero finalmente consentire al Nintendo Switch di competere con le console e i giochi più recenti di Xbox e PlayStation. Il Nintendo Switch ha avuto difficoltà con i giochi che richiedono una grafica di alto livello che possono girare su PlayStation 5 e Xbox Series X. Ciò ha portato a una tendenza di giochi in streaming sul Nintendo Switch che necessitano di una connessione internet per funzionare. Mentre lo streaming dei giochi continuerà a crescere, il prossimo Switch deve gestire meglio questi giochi sulla console. Potrebbe persino aggiungere una scheda grafica nella dock stessa? Ciò aumenterebbe il costo, ma è un’idea interessante. Alcuni computer possono farlo ora, aggiungendo un’unità grafica collegata tramite Thunderbolt quando sono collegati alla dock. Ma su una console, potrebbe diventare un’idea confusa (vengono in mente ricordi del Sega Genesis 32X).

Una domanda con un processore Switch migliorato sarebbe come Nintendo bilancia i giochi per il “nuovo” sistema rispetto a quello più vecchio. Il Nintendo 3DS ha avuto un aggiornamento del chip a metà ciclo con il New Nintendo 3DS, ma i suoi vantaggi erano sottili. Il PlayStation 4 Pro di Sony ha migliorato le grafiche di molti giochi PS4, fungendo da ponte tra PS4 e PS5, ma non era un acquisto essenziale per la maggior parte dei giocatori. Anche Microsoft ha fatto qualcosa di simile con l’Xbox One X prima delle Serie X e S, quindi c’è un precedente.

Lo Steam Deck di Valve è il nuovo punto di riferimento per l’evoluzione dei sistemi di gioco portatili. Anche se lo Steam Deck è enorme in confronto, è in grado di eseguire giochi completi per PC. Può anche trasmettere in streaming i giochi. Il Nintendo Switch deve recuperare, fino a un certo punto, con la direzione in cui si sta dirigendo il resto del panorama dei giochi mobili e portatili.

I controller del Nintendo Switch sono gli stessi, sei anni dopo.

Charles Wagner/CNET

Risolvere i problemi dei Joy-Con

Quei piccoli e versatili controller Joy-Con che si inseriscono nel Nintendo Switch sono un’idea geniale… ma sono invecchiati in modo scomodo. Molti Joy-Con finiscono per avere problemi di drift o pulsanti usurati nel tempo (I Joy-Con del Nintendo Switch OLED sono pensati per aver affrontato in modo sottile il problema del drift, ma sono altrimenti identici come sempre).

Nel 2023, non sopporto quanto siano piccoli. Inoltre, i loro pulsanti dorsali, che non sono analogici, sembrano datati. I morbidi trigger analogici dello Steam Deck sono l’aspettativa di base per la maggior parte dei giocatori ora, e Nintendo dovrebbe unirsi al resto del gruppo. Le vibrazioni tattili dei Joy-Con, sebbene all’avanguardia nel 2017, sembrano ora inferiori a quelle che possono fare Xbox, PlayStation (e telefoni). E lo Steam Deck di Valve aggiunge altre opzioni di input: touchpad abilitati al feedback tattile che adoro avere come opzione aggiuntiva e trigger dorsali posteriori.

Amerei avere un nuovo tipo di Joy-Con, uno che possa ancora funzionare con i giochi Nintendo Switch più vecchi. Direi persino che un Joy-Con migliorato potrebbe essere la funzione che spero di più in una Switch di nuova generazione. Che Nintendo aggiunga nuovi tipi di pulsanti o controlli, vorrei che fossero più robusti e migliorati, e che risolvessero quei problemi dei trigger.

Lo schermo OLED del Nintendo Switch è ottimo, ma è ancora 720p. Una futura Switch potrebbe fare ancora meglio.

Scott Stein/CNET

Uno schermo Nintendo Switch ancora migliore

Il Nintendo Switch OLED ha un ottimo schermo OLED da 7 pollici, molto più vibrante rispetto ai modelli precedenti del Nintendo Switch. Mi piace, ma non è sufficiente. La risoluzione di 720p di quel display è sufficiente per i giochi attuali di Nintendo, ma un OLED da 1080p avrebbe più senso per una Switch di nuova generazione. Il Nintendo Switch può già emettere un segnale da 1080p su una TV con la dock. Forse anche la dimensione di quel display potrebbe essere migliorata ulteriormente, allungandosi fino a 8 pollici. Il Nintendo Switch OLED ha ridotto considerevolmente le dimensioni delle cornici rispetto al Nintendo Switch precedente, ma c’è ancora margine di manovra.

Il panorama attuale dei giochi portatili non sta andando molto meglio. La risoluzione dello schermo del Steam Deck è anch’essa di 720p. L’aggiunta di uno schermo ad alta risoluzione potrebbe finire per mettere a dura prova il processore e la durata della batteria dello Switch 2.

La maggior parte dei giochi attuali di Nintendo non si basano così tanto su grafiche ad alta risoluzione, ma se Nintendo potenziasse quel processore per consentire l’utilizzo di giochi di nuova generazione più competitivi sull’hardware dello Switch, ci sarebbero motivi per migliorare quel display. D’altro canto, Nintendo non si è generalmente concentrata su specifiche di risoluzione all’avanguardia in passato.

Batterie sostituibili?

Le console portatili dovranno avere batterie sostituibili dall’utente in Europa entro il 2027, grazie a una nuova normativa dell’UE. Ciò potrebbe significare buone notizie per i giocatori, se significa che lo Switch 2 avrà una batteria più accessibile. Se ciò accadrà, potrebbe anche aprire la possibilità di opzioni di batterie di terze parti o pacchi batteria estesi. Per lo meno, poter sostituire la batteria durante lunghi viaggi sarebbe fantastico.

Nintendo si comporterà in modo strano?

La carta vincente è Nintendo stessa. Nintendo non tende a seguire linee rette quando si tratta di hardware per giochi: la sua storia delle console è piena di svolte sorprendenti. Il design con schermo diviso e abilitato alla stylus del Nintendo DS, ad esempio, ha ribaltato il design del Game Boy. L’N64 aveva il suo stravagante controller a tre punte. I rivoluzionari controller di movimento del Wii sono stati seguiti dal controller a tablet touchscreen incluso nel Wii U. Il 3DS ha aggiunto una visione 3D senza occhiali. Nintendo avrà una mossa a sorpresa per lo Switch 2?

Una teoria suggerisce che Nintendo aggiunga in qualche modo un secondo schermo simile a quello del DS allo Switch 2. Questa è solo speculazione, ma ho imparato ad amare quell’idea. In un’epoca di telefoni pieghevoli, un secondo schermo non sembra più così strano. Ciò consentirebbe anche a Nintendo di riproporre l’intera libreria di giochi DS e 3DS, che è scomparsa. E c’è un punto pratico: piegando lo schermo superiore si potrebbe proteggere quello inferiore.

Un altro rapporto suggerisce dei controlli simili a una manopola sulla parte superiore. Non penso che nulla sia impossibile, conoscendo Nintendo. Mi piacerebbe un po’ di stranezza sul nuovo Switch… anzi, lo spero. È anche il modo in cui uno Switch 2 potrebbe differenziarsi dalla concorrenza. Dopotutto, anche il piccolo Panic Playdate aveva una manovella analogica.

Mi chiedo anche riguardo agli accessori. I set di cartone Nintendo Labo hanno sperimentato nuovi modi di giocare con lo Switch, così come Ring Fit Adventure. Nintendo non ha avuto nuovi accessori per lo Switch da molto tempo, ed è un territorio in cui l’azienda si immerge (ricordo bene la Wii Fit balance board).

Lo Switch va bene – per ora

Per ora, sii felice con qualsiasi Switch tu abbia, e anche l’acquisto di uno nuovo (soprattutto se in offerta) non è un’idea terribile. Ci sono un sacco di ottimi giochi. Ma sono pronto a tenere d’occhio qualcosa di nuovo all’orizzonte. Sono passati due anni dall’ultimo Switch, e le probabilità sono che qualcosa sia in arrivo entro l’anno prossimo.