PlayStation Portal Hands-On Ho provato la nuova console portatile PS5 di Sony

PS5 Hands-On with Sony's new portable console

Il nuovo dispositivo di gioco portatile di Sony si chiama PlayStation Portal e ho avuto l’opportunità di provare una versione anticipata in una demo privata. Ho anche provato gli auricolari abbinati, ora chiamati Pulse Explore, un auricolare aggiornato chiamato Pulse Elite e una nuova funzione di connettività wireless che tutti e tre questi dispositivi utilizzeranno: PlayStation Link. Il Portal aveva un ottimo aspetto e una buona sensazione e si è comportato bene durante la mia breve esperienza, ma resta da vedere se questo dispositivo portatile vale il prezzo.

Annunciato per la prima volta a maggio come Progetto Q, il PlayStation Portal Remote Player costerà 199 dollari e i preordini inizieranno “presto”, ha detto Sony, con una data di lancio prevista per più avanti nel 2023. Gli auricolari Pulse Explore saranno lanciati anche quest’anno, insieme al Portal, allo stesso prezzo di 199 dollari. L’auricolare Pulse Elite verrà lanciato poco dopo al prezzo di 149 dollari.

Il PlayStation Portal (al centro) costerà 199 dollari e richiede una console PS5 (non mostrata) per funzionare.

Sean Booker/CNET

Una cosa da notare fin dall’inizio: a differenza del Nintendo Switch, del Valve Steam Deck o dei precedenti dispositivi portatili PSP di Sony, il Portal è solo un lettore remoto. Richiede una PS5 per funzionare. Non ha memoria interna e non può fare nulla quando non è collegato a una PS5. Il PlayStation Portal funziona tramite lo streaming di giochi da una console PS5 tramite Wi-Fi o un’altra connessione, anche al di fuori di casa.

L’idea, secondo Sony, è quella di mettere “gran parte di una PS5 nelle tue mani quando non sei sul divano”. Il dispositivo ha un display LCD da 8 pollici e 60Hz. PlayStation afferma che questa dimensione è il punto ideale per sessioni di gioco prolungate, mantiene il testo leggibile e non fa sentire al giocatore di essere in una situazione di downgrade.

A mio avviso, le immagini avevano un aspetto nitido e chiaro. Sebbene fossi abbastanza soddisfatto del display, avrei preferito un pannello OLED invece di un LCD a causa della luminosità, del contrasto più elevato e di una gamma di colori più ampia, specialmente dopo essere stato viziato dal Nintendo Switch OLED negli ultimi anni. È anche importante notare che l’ultimo dispositivo portatile di Sony, il PlayStation Vita, aveva uno schermo OLED.

Il Portal è leggero, probabilmente si trova tra un Switch e uno Steam Deck. Non è stata fornita una durata della batteria definitiva, ma l’azienda punta a qualcosa di simile al controller DualSense, che di solito dura circa sette o nove ore.

Lo schermo LCD da 8 pollici aveva un buon aspetto, ma avrei preferito un display OLED.

Sean Booker/CNET

Parlando del DualSense, i controlli su entrambi i lati del dispositivo riproducono completamente il controller PS5. A differenza di uno Switch e dei suoi Joy-Con rimovibili, i controlli sono fissi al display (come con uno Steam Deck). Le funzionalità di feedback aptico, grilletti, microfono e così via che si trovano sul tuo PS5 sono tutte presenti qui. Il touchscreen ora funge da touchpad. I giocatori possono accedervi con entrambi i pollici. La presa per le cuffie e la porta di ricarica USB-C si trovano sul retro del dispositivo.

Giochi come Astro’s Playroom e Returnal si sono sentiti esattamente come li ricordavo giocando direttamente sulla console PS5. La differenza più evidente è che i pad degli stick analogici sono un po’ più piccoli rispetto al DualSense. Il rappresentante mi ha detto che sono gli stessi stick presenti nei controller del PSVR2.

I controller del PlayStation Portal hanno l’aspetto e la sensazione esattamente come i controller DualSense della PS5.

Sean Booker/CNET

Qui devo menzionare che è già possibile trasmettere in streaming giochi PS5 su altri dispositivi, inclusi il telefono, il tablet o il computer, utilizzando la funzionalità Remote Play di Sony. La nuova funzione PlayStation Link, tuttavia, è pensata per portare il Portal a un livello superiore rispetto a qualsiasi altro hardware. Si tratta di un nuovo protocollo wireless utilizzato dal Portal e dai nuovi dispositivi Pulse. Descritto dall’azienda come “Remote Play al massimo”, Link consente a PlayStation di ottimizzare la connessione tra i dispositivi e la PS5 poiché controlla l’hardware su entrambi i lati, allo stesso modo in cui alcuni auricolari wireless, mouse e tastiere possono fare tramite un dongle a 2,4 GHz.

Non ho notato alcun ritardo durante la riproduzione di Returnal, un gioco bullet hell roguelike, insieme a titoli d’azione meno intensi come Astro’s Playroom e God of War Ragnarök. Tuttavia, prendi questa informazione con le pinze, poiché ero in una stanza demo, seduto a pochi metri di distanza dalla PS5. Il rappresentante ha menzionato che il Portal può connettersi al Wi-Fi, quindi giocare in una stanza diversa, più lontano dalla PS5, è un’altra opzione. Infatti, proprio come con Remote Play ora, puoi collegare la tua PS5 al Portal e trasmettere giochi da reti esterne alla tua casa, ma la tua connessione Wi-Fi e la sua potenza diventeranno un fattore limitante.

Se vuoi auricolari abbinati, il Pulse Explore sarà disponibile anche a $199.

Sean Booker/CNET

I nuovi auricolari Pulse Explore verranno lanciati insieme al Portal, mentre l’headset Pulse Elite verrà lanciato poco dopo. Entrambi questi dispositivi saranno dotati di driver magnetici planari, noti per l’alta fedeltà audio. Sia l’Explore che l’Elite sono stati confortevoli. Gli auricolari erano leggeri e comodi e vengono forniti con un custodia per riporli e caricarli.

Gli headset possono connettersi al Portal tramite PlayStation Link o Bluetooth. Oltre agli headset, l’acquisto include anche una chiavetta USB che si collega al PS5. Questo consente alla console di connettersi a più headset, o persino al tuo PC. Sony venderà anche la chiavetta separatamente, in modo che i giocatori possano passare dal loro PS5 a un PC con il semplice tocco di un pulsante.

L’headset Pulse Elite verrà lanciato dopo gli altri accessori, al prezzo di $149.

Sean Booker/CNET

Entrambi i dispositivi audio supportano anche più input contemporaneamente. Sony ha dato come esempio il fatto di poter giocare a un gioco e partecipare a una chat su Discord: sarebbe possibile sentire e parlare contemporaneamente, utilizzando i microfoni integrati. Il microfono dell’Elite è nascosto e può essere esteso dal lato sinistro. Inoltre, entrambi i microfoni utilizzano la riduzione del rumore potenziata dall’intelligenza artificiale.

Come qualcuno che usa regolarmente il Remote Play a letto, sono uscito da questa demo con una buona impressione dell’esperienza. Sono stato piacevolmente sorpreso dal prezzo, ma poiché posso già fare il Remote Play con altri dispositivi, è difficile dire se vale la pena spendere altri $200. Non vedo l’ora di testare la versione finale presto.