Con l’aggiornamento dell’IA, l’Einstein Copilot di Salesforce gestirà i dati non strutturati

Con l'aggiornamento dell'intelligenza artificiale, il copilota Einstein di Salesforce sarà in grado di gestire i dati non strutturati

Logo di Salesforce sul lato di un edificio

Con il termine “copilota” che sta guadagnando popolarità nello spazio dell’intelligenza artificiale generativa, potrebbe presto raggiungere la stessa ubiquità di termini come ChatGPT e AI chatbot. E ora Salesforce sta dando una spinta al suo copilota in questa arena competitiva.

All’evento Salesforce World Tour New York 2023 della scorsa settimana, Salesforce ha presentato un aggiornamento per il suo Einstein Copilot, un assistente conversazionale di intelligenza artificiale da integrare in tutte le applicazioni Salesforce. Einstein Copilot è stato annunciato per la prima volta a settembre e sarà lanciato nel febbraio 2024.

Also: Come migliorare la tua privacy su Google Bard con questa semplice impostazione

Con questo aggiornamento, Einstein Copilot sarà in grado di recuperare informazioni da dati non strutturati, che si riferiscono a dati non formattati come una voce di dati organizzata, inclusi materiali come PDF ed email. Questa funzionalità dovrebbe riscuotere successo tra i clienti di Salesforce, tra cui vendite, servizio clienti, marketing, commercio e professionisti IT, che possono trarre vantaggio dall’ottimizzazione delle operazioni aziendali quotidiane, ad esempio l’email, che spesso non sono organizzate in modo ordinato.

Salesforce ha anche presentato Einstein Copilot Search, che sarà presente in Einstein Copilot e avrà “capacità di ricerca avanzate di intelligenza artificiale” per rispondere a complesse domande e fornire suggerimenti intelligenti attingendo a dati aziendali non strutturati e strutturati in tempo reale.

Einstein Copilot e Copilot Search saranno in grado di accedere a dati non strutturati sfruttando il Data Cloud Vector Database di Salesforce che unifica tutti i dati aziendali, inclusi dati non strutturati come trascrizioni e documenti e dati strutturati come inventario prodotti o cronologia degli acquisti.

Also: L’ingegnere di prompt sta sostituendo lo scienziato dei dati come “lavoro più sexy del 21° secolo”?

Un altro vantaggio del Data Cloud Vector Database è che bypasserà la necessità di ottimizzare modelli di linguaggio di grandi dimensioni (LLM), risparmiando così tempo e denaro alle aziende e dando ai LLM accesso a informazioni che in passato erano irraggiungibili a causa di limitazioni dei dati di addestramento, secondo Salesforce.

“Il Data Cloud Vector Database risolve la sfida di processi costosi e complessi per sfruttare il valore dei dati non strutturati”, ha dichiarato Rahul Auradkar, EVP e GM del Data Cloud e di Einstein di Salesforce. “Ora i nostri clienti possono ragionare su tutto lo spettro dei loro dati aziendali per potenziare in modo più efficace le loro applicazioni aziendali.”

Il Data Cloud Vector Database di Salesforce e Einstein Copilot Search saranno in fase pilota nel febbraio 2024, mentre Einstein Copilot sarà disponibile in generale in quella data.

Also: L’IA generativa ci ha riempiti di meraviglia nel 2023 – ma ogni magia ha un prezzo

Anche se il Copilot di Salesforce non è stato ancora rilasciato, Microsoft ha diversi Copilot diversi per diverse esigenze aziendali che danno agli utenti un’idea di come funzionerà quello di Salesforce.