Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold | ENBLE’ Samsung Galaxy Z Fold 5 contro Google Pixel Fold | ENBLE

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold | ENBLE

ENBLE

Nell’arena degli smartphone pieghevoli, c’è poco dubbio che Samsung sia diventata il campione indiscusso. Dopotutto, ha avuto quasi quattro anni per perfezionare l’esperienza e non ha esitato a farlo pubblicamente. Il Galaxy Z Fold 4 dell’anno scorso ha dimostrato che il design di Samsung era pronto per il grande pubblico. Ora, sta perfezionando tutto ciò con il nuovo Galaxy Z Fold 5, un degno successore che offre miglioramenti di qualità della vita e ancora più potenza sotto il cofano.

Samsung potrebbe essere il produttore di smartphone pieghevoli da battere, ma un altro concorrente importante ha gettato il cappello in campo quest’anno. Google è entrata nel mercato questa primavera con la propria visione unica del design pieghevole, che prende spunto dal suo successo di sette anni con la serie Pixel.

Il Google Pixel Fold è un dispositivo di prima generazione, senza dubbio, ma Google non è certo una piccola startup – ha le competenze di design e ingegneria per produrre qualcosa di speciale. La domanda è se sia abbastanza speciale da detronizzare la dominanza di Samsung o se il produttore di smartphone sudcoreano ha allargato ulteriormente il divario con il Galaxy Z Fold 5 di quest’anno.

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold: specifiche tecniche

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold: design e display

Andrew Martonik/Digital Trends

Se hai avuto tra le mani uno dei telefoni Z Fold di Samsung negli ultimi anni, non troverai troppe sorprese nel Galaxy Z Fold 5. È evidente che Samsung ha ideato un design che funziona, quindi non ci sono grandi cambiamenti qui, solo alcuni affinamenti anno dopo anno.

Allo stesso modo, anche se il Pixel Fold è il primo tentativo di Google di realizzare uno smartphone pieghevole, il linguaggio di design del Google Pixel 7 è evidente qui. Esteticamente, sembra quello che otterresti se impilassi due telefoni Pixel insieme, fino alla parte posteriore in vetro e al rilievo della fotocamera stranamente simile.

Tuttavia, è proprio questa somiglianza con il design standard del Pixel 7 che distingue il Pixel Fold dalla famiglia di dispositivi pieghevoli di Samsung. Samsung ha adottato un design più stretto in stile “candy bar” quando è chiuso, che ricorda i vecchi telefoni cellulari e alcuni dei primi dispositivi pieghevoli, come il Nokia E90 Communicator. Ne risulta uno schermo di copertina con un rapporto di aspetto 23:9 – molto più alto e stretto rispetto a quello a cui la maggior parte delle persone è abituata.

Andrew Martonik/ENBLE

Per mettere le cose in prospettiva, la maggior parte degli smartphone di punta moderni ha un rapporto di aspetto dello schermo di circa 19,5:1. Questo include l’iPhone 14 Pro Max, il Samsung Galaxy S23 Ultra e il Google Pixel 7 Pro.

Con il Pixel Fold, Google ha scelto la direzione opposta, allargando lo schermo in una presentazione 17,5:9. Questo gli conferisce anche una vera risoluzione HD 1080p, a cui il Galaxy Z Fold 5 non arriva, con solo 2.316 x 904 pixel.

Quanto tutto questo sia importante è una domanda aperta, ma se ti piace guardare video senza aprire il telefono, c’è poco dubbio che il Pixel Fold offrirà una presentazione migliore.

Christine Romero-Chan/ENBLE

Inoltre, anche se lo schermo di copertina del Fold 5 può sembrare più grande, con 6,2 pollici rispetto ai 5,8 pollici del Pixel Fold, le dimensioni diagonali dello schermo possono essere fuorvianti quando si hanno rapporti di aspetto significativamente diversi. In realtà, lo schermo di copertina del Pixel Fold ha effettivamente una superficie leggermente più grande di 13,71 pollici quadrati, rispetto ai 13,02 pollici quadrati del Galaxy Z Fold 5. Questa non è una differenza che la maggior parte delle persone noterà, ma dimostra che le dimensioni diagonali dello schermo non raccontano sempre tutta la storia.

Tuttavia, una volta aperti entrambi i telefoni, gli schermi sono molto più simili. Hanno dimensioni identiche e risoluzioni praticamente uguali. La differenza principale è che lo schermo interno del Pixel Fold ha una vista più panoramica, mentre quello del Z Fold 5 è più simile a una forma quadrata.

Christine Romero-Chan / ENBLE

Samsung ha potenziato i suoi schermi AMOLED nel Galaxy Z Fold 5 di quest’anno fino a un picco di luminosità di 1.750 nit, il che dovrebbe aiutare nella visualizzazione all’aperto, ma il Pixel Fold non è certo inferiore in questo campo, vantando 1.550 nit di luminosità massima e 1.200 durante l’uso normale.

Infine, una discussione sul design degli smartphone pieghevoli non sarebbe completa senza una parola sulle cerniere. Google ci ha impressionato con la capacità del Pixel Fold di chiudersi completamente senza spazi, un risultato nel design delle cerniere che sembrava eludere Samsung – fino ad ora, ovviamente. Il Galaxy Z Fold 5 ora include quello che l’azienda chiama il suo nuovo design “Flex Hinge” che consente al suo dispositivo pieghevole di fare lo stesso.

Oltre alle differenze di design che dipenderanno principalmente dai gusti personali, la qualità costruttiva e le specifiche del display del Galaxy Z Fold 5 e del Pixel Fold sono troppo simili per poterli considerare diversi.

Vincitore: Pareggio

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs Google Pixel Fold: prestazioni e batteria

Andrew Martonik/Digital Trends

Per quanto riguarda le prestazioni puramente tecniche, il Galaxy Z Fold 5 batte il Pixel Fold, almeno sulla carta, grazie al nuovo chip Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 che monta al suo interno.

Il Galaxy Z Fold 4 dello scorso anno era alimentato da un Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1 che superava nettamente il Tensor G2 personalizzato del Pixel Fold, quindi il Snapdragon 8 Gen 2 farà sicuramente avanzare ancora di più il Galaxy Z Fold 5.

Questo non vuol dire che il Tensor G2 sia un chip lento, ma non è ottimizzato allo stesso modo dei chip Snapdragon di punta di Qualcomm. Il Tensor G2 è lo stesso chip presente nella lineup del Pixel 7, e mostra i suoi limiti sotto sforzo. Questo è particolarmente vero quando si tratta di attività come il gaming intenso, dove si surriscalderà e avrà un impatto più serio sulla durata della batteria.

Tuttavia, il Pixel Fold garantirà una solida durata della batteria di 24 ore, a patto che non lo si sottoponga a compiti impegnativi come il gaming. Dovremo aspettare dei test reali per vedere quanto resistente sia il Galaxy Z Fold 5, ma ha le stesse specifiche della batteria del Galaxy Z Fold 4, e certamente non ha deluso. I due telefoni probabilmente avranno una durata della batteria simile, ma il Galaxy Z Fold 5 è sicuramente il performer più potente.

Vincitore: Samsung Galaxy Z Fold 5

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs Google Pixel Fold: fotocamere

Christine Romero-Chan / ENBLE

Ciò che manca al Tensor G2 in potenza e efficienza, lo compensa abbondantemente nelle prestazioni del suo motore neurale. È qui che Google ha concentrato le proprie competenze, ottenendo un chip in grado di alimentare funzionalità di fotografia computazionale come nessun altro.

Ciò dà al Pixel Fold un vantaggio significativo in termini di fotografia. Ha battuto il Galaxy Z Fold 4 nel nostro confronto diretto, e non siamo convinti che il Galaxy Z Fold 5 abbia miglioramenti sufficienti alle fotocamere per cambiare la situazione.

Andrew Martonik/Digital Trends

Innanzitutto, i sensori del Galaxy Z Fold 5 rimangono del tutto invariati rispetto ai suoi predecessori, quindi eventuali miglioramenti del Fold 5 non arriveranno dall’hardware. L’unica speranza è che il nuovo processore di segnale di immagine nel chip Snapdragon 8 Gen 2 migliori i risultati, ma dovremo testarlo a fondo prima di poterlo confermare. Nel frattempo, è sicuro dire che il Pixel Fold produrrà ottime foto con colori bilanciati in modo realistico, senza mancare di vivacità o tono.

Il Pixel Fold ha anche il vantaggio sul Galaxy Z Fold nell’offrire uno zoom ottico 5X più una fotocamera interna da 8 MP che non è nascosta sotto il display come nel caso del sensore da 4 MP di Samsung. Anche se queste specifiche della fotocamera non sono al livello della Pixel 7 Pro di punta, si avvicinano molto di più rispetto alla differenza tra il Galaxy Z Fold 5 e il top di gamma Galaxy S23 Ultra di Samsung.

Vincitore: Google Pixel Fold

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold: software e aggiornamenti

Andrew Martonik/Digital Trends / ENBLE

Come smartphone del 2023, il Galaxy Z Fold 5 e il Pixel Fold vengono entrambi forniti con Android 13. Mentre Samsung sovrappone la sua interfaccia One UI 5.1.1, Google offre naturalmente la sua solita esperienza “pure Android” per il Pixel Fold.

Ironicamente, Samsung batte Google nelle promesse di aggiornamenti di Android, con il Galaxy Z Fold 5 che riceverà quattro anni di aggiornamenti che lo porteranno infine ad Android 17 nel 2027. Nel frattempo, il Pixel Fold terminerà i suoi aggiornamenti nel 2026 con Android 16. Questo potrebbe non essere una cosa negativa, considerando che ci aspetteremmo che il processore Snapdragon 8 Gen 2 rimanga rilevante e in grado di supportare nuove versioni di Android per un periodo più lungo. In ogni caso, entrambi i telefoni riceveranno cinque anni di aggiornamenti di sicurezza per mantenerli al passo.

Vincitore: Parità

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold: funzioni speciali

Andrew Martonik/Digital Trends / ENBLE

Nella creazione dell’esperienza software per il Pixel Fold, Google ha sfruttato al meglio le nuove capacità offerte da Android 13 e probabilmente ha anche imparato da alcuni errori di Samsung nel corso degli anni.

È stato solo con l’arrivo di Android 12L l’anno scorso che il sistema operativo mobile ha veramente abbracciato i dispositivi con schermi più grandi. Prima di ciò, Samsung doveva integrare molto nella One UI per gestire le esigenze dei suoi dispositivi pieghevoli, ma non è un caso che il Galaxy Z Fold 4 abbia raggiunto il suo pieno potenziale con Android 12L.

Con Android 13, i dispositivi pieghevoli si trovano su un piano molto più equilibrato, cosa che si nota confrontando il Pixel Fold con il Galaxy Z Fold 5. Entrambi i telefoni offrono potenti funzioni di schermo diviso e multitasking, insieme a una barra delle applicazioni che consente di passare facilmente da un’app all’altra, e l’esperienza è fluida e intuitiva indipendentemente dalla piattaforma su cui ti trovi.

Andy Boxall / ENBLE

Il Galaxy Z Fold 5 di Samsung ha un vantaggio in termini di produttività per chi ama il multitasking, con la possibilità di eseguire fino a tre applicazioni affiancate e una quarta in sovrapposizione. Il Pixel Fold è limitato a una semplice visualizzazione a schermo diviso per due app.

Il Pixel Fold ha alcune funzioni speciali uniche, tra cui gli stessi strumenti fotografici avanzati basati sull’apprendimento automatico presenti sui telefoni Pixel 7 di Google. Tuttavia, le sue funzioni pieghevoli più interessanti arriveranno con Android 14, che sarà disponibile più avanti quest’anno. Questo include una promessa funzione di interpretazione a schermo doppio che tradurrà le conversazioni in tempo reale sui display interni ed esterni, consentendo a due persone di interagire più facilmente in lingue diverse.

Anche se non tutti sono fan delle pennette, è difficile negare che la S Pen sul Galaxy Z Fold 5 non sia un bel vantaggio, e anche se Samsung non fornisce ancora un posto per riporla, dovrai aggiungere una custodia per questo, la nuova S Pen è più colorata e più sottile che mai. Il Pixel Fold non ha un equivalente.

Con funzioni software aggiuntive e la potente S Pen, il Galaxy Z Fold 5 vince questa sfida.

Vincitore: Samsung Galaxy Z Fold 5

Samsung Galaxy Z Fold 5 vs. Google Pixel Fold: prezzo e disponibilità

Christine Romero-Chan / ENBLE

Il Galaxy Z Fold 5 è disponibile ora per il pre-ordine da Samsung, dove l’etichetta di prezzo di partenza di $1,800 ti permetterà di ottenere 256GB di storage e 12GB di RAM. Sono disponibili anche modelli da 512GB e 1TB. Quest’anno, il classico Phantom Black di Samsung è affiancato dai colori Icy Blue e Cream come colori standard, oltre alle finiture Blue e Gray esclusive dal negozio online di Samsung. Per un periodo limitato, Samsung offre anche il doppio dello storage quando pre-ordini direttamente dal negozio di Samsung – 512GB al prezzo di 256GB. Il Galaxy Z Fold 5 arriverà nei negozi l’11 agosto 2023.

Il Pixel Fold di Google è disponibile ad un prezzo simile di $1,799 per la stessa configurazione da 256GB/12GB. C’è un’opzione di upgrade a 512GB ma non c’è una versione da 1TB. Le opzioni di colore sono limitate alle finiture Porcelain e Obsidian che sono ancora più banali rispetto a quelle offerte da Samsung quest’anno.

Vincitore assoluto: Samsung Galaxy Z Fold 5

Andy Boxall/Digital Trends

Il Galaxy Z Fold 4 aveva già superato il Pixel Fold in prestazioni e affidabilità, in parte grazie al track record più consolidato di Samsung nella costruzione di dispositivi pieghevoli. Quindi, non è una sorpresa che il Galaxy Z Fold 5 di quest’anno si distanzi ancora di più con un processore più potente e un design di cerniera migliorato.

Con la sua nuova cerniera flessibile, Samsung chiude letteralmente il divario, consentendo al Galaxy Z Fold 5 di piegarsi completamente chiuso allo stesso modo del Pixel Fold. Offre anche più opzioni di colore, una configurazione di storage da 1TB, migliori funzionalità di multitasking e la S Pen di Samsung, creando un pacchetto complessivamente più completo.

Questo non vuol dire che il Pixel Fold sia inferiore. Gli appassionati di un sistema operativo Android più pulito o di un formato di smartphone più tradizionale, quando chiuso, apprezzeranno ciò che Google ha fatto qui. Sebbene il Tensor G2 non riesca a tenere il passo con il Snapdragon 8 Gen 2 di Qualcomm in termini di prestazioni iniziale, alimenta le solite brillanti funzionalità di fotografia computazionale di Google per offrire un’esperienza fotografica migliore.

Tuttavia, alla fine della giornata, il Galaxy Z Fold 5 si rivela essere l’opzione più completa, rendendolo il vincitore di questa comparazione.