Samsung Odyssey Neo G9 2023 vs. 2022 | ENBLE’ ‘Samsung Odyssey Neo G9 2023 vs. 2022 | ENBLE

Samsung Odyssey Neo G9 2023 vs. 2022 | ENBLE

Recentemente Samsung ha aperto i preordini per il modello 2023 del monitor Odyssey Neo G9. È un monitor impressionante da tutti i punti di vista e ci ha colpito quando abbiamo provato il display all’inizio di quest’anno. Ma vale la pena aspettare che il monitor sia ufficialmente disponibile?

Con l’arrivo del nuovo Neo G9, il modello dell’anno scorso ha subito sconti significativi. Al momento della stesura di questo testo, il display ha subito un taglio di prezzo di quasi il 40%, portando il suo prezzo di listino di $2.220 a soli $1.300. È un’ottima opzione se vuoi un display di alta qualità senza spendere troppo, ma ci sono molte differenze tra il 2023 Odyssey Neo G9 e il modello dell’anno scorso che devi tenere a mente prima di effettuare un acquisto.

Prezzo

ENBLE

Affrontiamo il problema principale: il prezzo. Come accennato, puoi trovare l’Odyssey Neo G9 dell’anno scorso a partire da $1.300 – e anche meno se opti per un modello usato o aperto. Ce ne sono molti in giro, dato quanto tempo il monitor è stato sul mercato.

Il 2023 Odyssey Neo G9 è molto più costoso. Costa $2.500, che è un aumento di $300 rispetto al prezzo di listino del modello dell’anno scorso. Tuttavia, Samsung afferma che chiunque preordini il monitor entro il 1° ottobre riceverà un credito Samsung istantaneo di $500, portando i prezzi un po’ più in linea tra loro.

Anche con questo sconto, la versione dell’Odyssey Neo G9 dell’anno scorso è significativamente più economica. Risparmierai tra i $700 e i $1.200 a seconda del momento in cui acquisti il display. È comprensibile che il nuovo modello sia più costoso, come vedremo di seguito, ma la differenza di prezzo potrebbe fare la differenza per molti acquirenti.

Risoluzione e frequenza di aggiornamento

.

Anche se il 2023 Odyssey Neo G9 porta lo stesso nome del modello dell’anno scorso, i due display sono molto diversi. Innanzitutto, il modello del 2023 è molto più grande, con 57 pollici. Entrambi i display utilizzano il rapporto d’aspetto “super ultrawide” 32:9, ma il modello dell’anno scorso è solo di 49 pollici diagonalmente.

In pratica, il modello dell’anno scorso equivale a mettere due display da 27 pollici uno accanto all’altro. Il modello del 2023 equivale a due display da 32 pollici. Nonostante l’aumento di dimensioni, il 2023 Odyssey Neo G9 ha la stessa curvatura di 1.000R del modello dell’anno scorso. L’aumento di dimensioni incide però sul peso. Il modello del 2023 pesa quasi 42 libbre con il supporto, mentre la versione precedente pesa 32 libbre.

Un’altra grande differenza è la risoluzione. Il 2023 Odyssey Neo G9 ha una risoluzione “dual UHD”, che essenzialmente mette due display 4K uno accanto all’altro. Questo si traduce in una risoluzione di 7.680 x 2.160. La versione precedente ha una risoluzione doppia di 1440p, che corrisponde a 5.120 x 1.440.

Il modello del 2023 rappresenta un notevole miglioramento in termini di risoluzione, il che ha senso date le sue dimensioni. Nonostante l’aumento di risoluzione, entrambi i display hanno la stessa frequenza di aggiornamento di 240Hz. L’unica differenza è che il modello del 2023 utilizza il DisplayPort 2.1 per supportare la risoluzione e la frequenza di aggiornamento senza compressione. Questa connessione è una specifica significativa per il nuovo display. Attualmente, solo le GPU più recenti di AMD, come la RX 7900 XTX e la RX 7900 XT, supportano il DisplayPort 2.1. Le GPU più recenti di Nvidia funzioneranno con il monitor, ma sarà necessario utilizzare la compressione senza perdita di dati.

Luminosità e tecnologia del pannello

Nessuno dei modelli di Odyssey Neo G9 è dotato di un pannello OLED – per quello ti servirà l’Odyssey OLED G9, che è un monitor super ultrawide da 49 pollici. Entrambi utilizzano invece pannelli VA, con retroilluminazione Quantum Mini LED di Samsung. Questo consente un gran numero di zone di oscuramento locali.

Il modello del 2023 Odyssey Neo G9 è dotato di 2.392 zone di oscuramento locali, mentre la versione precedente ne ha 2.048. Dato l’aumento di risoluzione del modello del 2023, ci aspettavamo un numero maggiore di zone di oscuramento locali. Ciò potrebbe significare che la versione precedente offre un HDR più impressionante, ma non abbiamo ancora avuto la possibilità di testare il modello del 2023.

Una piuma nel cappello del modello 2023 è la certificazione VESA DisplayHDR 1000. La versione precedente ha il Quantum HDR 2.000 di Samsung, che non è una vera certificazione. È bello vedere il modello 2023 con un distintivo di terze parti per l’HDR, anche se entrambi i display sono in grado di offrire immagini HDR impressionanti.

Ci aspettiamo una qualità dell’immagine simile su entrambi i display. Utilizzano la stessa retroilluminazione e hanno entrambi la stessa luminosità tipica di 420 nit (Samsung non elenca la luminosità di picco per il modello 2023). La versione precedente potrebbe offrire un HDR leggermente più impressionante con la sua elevata densità di zone di oscuramento locali, anche se non dovrebbe esserci una differenza significativa tra i due display nel complesso.

Merece la pena aspettare (per alcuni)

ENBLE

L’Odyssey Neo G9 del 2023 è più che altro un aumento di risoluzione, ma non è insignificante. È il primo display dual 4K che abbiamo visto e introduce DisplayPort 2.1 sui monitor gaming. È un display all’avanguardia per giocatori all’avanguardia. Ed è prezzato per quel mercato, per coloro che sono disposti a pagare qualsiasi prezzo per l’ultimo e il migliore.

Per la maggior parte delle persone, la versione dell’anno scorso dell’Odyssey Neo G9 è la scelta più sensata. È comunque un monitor di alta gamma a 1.300 dollari, ma è comunque molto più economico rispetto a qualche mese fa.

Ci sono diversi altri ottimi monitor a quel prezzo, però. Se stai cercando un display e non sei convinto del rapporto di aspetto 32:9, assicurati di leggere le nostre altre selezioni di monitor:

  • Migliori monitor gaming
  • Migliori monitor OLED
  • Migliori monitor gaming 4K