Proteggi il tuo Mac come una rockstar – 5 trucchi facili per restare al sicuro online

Proteggi il tuo Mac come una rockstar - 5 semplici trucchi per mantenerti al sicuro online

Sì, gli hacker e i professionisti della sicurezza informatica sono ancora impegnati in un costante gioco del gatto e del topo per sfruttare e risolvere le falle, ma il mondo intorno a questo è cambiato sostanzialmente.

Oggi, l’80% degli utenti Mac afferma di essere informato sulle minacce informatiche, lontano dai vecchi tempi.

Eppure, nonostante gli strumenti e le guide di buona pratica abbiano reso più facile che mai rimanere al sicuro online, gli utenti Mac sono ancora confusi e agiscono in modo rischioso. Ad esempio, oltre un quarto di loro (28%) crede che i computer Apple siano privi di malware, e questo tipo di mito e superstizione è diffuso in tutto Internet.

Ma vogliamo aiutare – e con il Mese della Consapevolezza della Sicurezza Informatica in pieno svolgimento, abbiamo pensato di condividere una selezione di consigli e trucchi per rendere semplice (e divertente) rimanere il più possibile al sicuro online.

Consiglio 1: Porta sempre un gestore di password

Se c’è una cosa che dovresti iniziare a fare oggi per rimanere al sicuro online, è utilizzare un gestore di password.

Citazione di Mykhailo Hrebeniuk, Ricercatore di Sicurezza presso Moonlock by MacPaw:

Uno strumento come 1Password ti consente di creare e memorizzare accessi unici per ogni sito che visiti, riducendo così le possibilità che le tue password vengano divulgate su Internet.

E ancora meglio… è persino divertente! Io uso un gestore di password e c’è qualcosa di così soddisfacente nell’avere bisogno di ricordare solo un accesso per ogni sito o app di cui hai bisogno. È un po’ come imparare a suonare gli accordi di potenza su una chitarra e, improvvisamente, stai suonando un sacco di canzoni.

I gestori di password possono fare molto di più che semplicemente memorizzare gli accessi.

“Un gestore di password come 1Password non dovrebbe limitarsi esclusivamente alla memorizzazione delle password,” dice Mykhailo Hrebeniuk, Ricercatore di Sicurezza presso Moonlock by MacPaw, a TNW. “Puoi anche aggiungere altre informazioni cruciali che devono essere memorizzate, come i numeri di carta di credito”.

In sostanza, i gestori di password sono la tua personale libreria piena di conoscenze proibite. E questo è fantastico.

Consiglio 2: Sii come Beenie Man e fallo di backup

Questo è uno di quei consigli che so che conosci, ma non lo rende meno importante: fai il backup dei tuoi dati.

Immagino che tu lo rimandi perché è noioso o perché sei troppo occupato, ma penso che tu debba guardarlo da un’altra prospettiva.

Il backup è come Steely Dan; potrebbe sembrare noioso quando sei giovane, ma quando ci rifletti un po’, ti rendi conto che la sua semplice superficie è solo un rivestimento per intricazioni più profonde.

Con questo in mente, ti suggerisco due tipi di backup.

Il primo è il più semplice: iscriviti a un servizio basato su cloud. Qualcosa del genere implica un’app in esecuzione in background che mantiene costantemente al sicuro i tuoi dati. Potrebbe sembrare semplice, ma è una meraviglia tecnica – inoltre mi dà un enorme senso di benessere (Parklife!).

Il secondo è più vecchio stile: prendi un hard disk. Scegline uno che, come dice Hrebeniuk, sia “di alta qualità [e] in grado di resistere a anni di utilizzo”. Non vuoi che ti si guasti. Poi, tutto quello che devi fare è collegarlo ogni paio di mesi per un po’ di sicurezza mentale in più.

Questo potrebbe sembrare noioso per alcuni, ma solo veri appassionati sanno quanto sia bello sentirsi al sicuro con tutti i propri dati.

Suggerimento 3: Tieni il tuo laptop al sicuro

Durante la pandemia, ho abbassato la guardia. Siccome non passavo tempo negli spazi di lavoro condivisi o in ufficio, smisi di bloccare il mio laptop tutto il dannato tempo. Invece, mi muovevo liberamente, senza pensieri nel mondo; come Mick Jagger, ma con un lavoro d’ufficio.

Ma, amici, era un errore.

Se sei in un caffè (o in un bar o a un concerto o a un festival se preferisci vivere pericolosamente), lasciare il tuo computer aperto e sbloccato è un incubo. I cattivi attori possono trovare informazioni personali o addirittura installare software dannosi.

Invece, devi cambiare il tuo comportamento alla radice.

“Inizia ad abituarti a bloccare il tuo laptop anche quando sei a casa”, dice Serhii Butenko, Ingegnere Software presso CleanMyMac X by MacPaw. “Blocca il tuo laptop ogni volta che ti allontani, anche solo per qualche secondo. In questo modo, svilupperai una routine e bloccherai il laptop anche in situazioni di emergenza in modo subconscio.”

E questa è la chiave: rendi il blocco del tuo laptop qualcosa a cui nemmeno pensi, che fai semplicemente.

Tasti di controllo, comando e Q sulla tastiera

Suggerimento 4: Aggiorna il software. Regolarmente.

Il software, come la musica, è realizzato dagli esseri umani, ma ognuno ha un rapporto completamente diverso con i difetti.

Con molti album o canzoni, sono proprio i difetti che ci fanno innamorare. Forse è il modo in cui la voce di un cantante si spezza o un chitarrista suona una corda a vuoto, qualunque cosa sia, ci fa sentire umani.

Ma non è quello che vogliamo dal software. Un errore umano è raramente piacevole, invece può essere un fastidio o addirittura pericoloso. Insomma, chi vuole che la propria identità venga rubata a causa di un errore dello sviluppatore?

Aggiorna il tuo software ogni volta che puoi. È facile. Ed è probabilmente meglio.

Suggerimento 5: L’email? Non è così semplice

Eh, l’email. Perché è così vecchia siamo abituati a usarla sempre nello stesso modo – ma è un errore.

Ad esempio, dovresti avere più di un account. In effetti, dovresti crearne diversi per diverse attività online. Dovresti avere un indirizzo email per gli acquisti online e altri pagamenti; uno per il lavoro; un altro per le operazioni bancarie e affari più seri; e, infine, un account per la sanità.

Grafico che dice "Imposta account email separati per attività separate

Questo protegge i tuoi dati. Significa che se un indirizzo viene compromesso, non si perde tutto. Fortunatamente, puoi anche ridurre questo rischio.

Ora, phishing non è un riferimento alla nota band di jam americana con un nome simile (sarebbe bello!), ma è un termine usato per uno dei modi più comuni con cui le persone hanno le proprie informazioni rubate.

Effettivamente, il phishing è una forma di ingegneria sociale. Uno dei modi più comuni per raggiungerlo è tramite email. I cattivi attori sono diventati incredibilmente bravi nel mimare i messaggi delle aziende, inserendo link a siti web da loro controllati e poi ottenendo che tu inserisca le tue credenziali di accesso, in modo da poter raccogliere quelle informazioni.

Un modo per evitare ciò è di non fidarti dei link nelle email che ricevi.

“Se devo effettuare l’accesso da qualche parte, vado al browser e accedo direttamente all’account”, dice Oleksii Myronenko, Product Manager presso CleanMyMac X by MacPaw, a TNW. “È diventato un’abitudine consolidata da tempo per me non cliccare su nessun link nelle email.”

In queste situazioni, pensa a te stesso come a un intrepido esploratore. Ti è stato dato un indizio che qualcosa potrebbe starsi verificando con un account, quindi devi andare lì e scoprire se è vero o meno. Un po’ come se stessi andando in una missione. E questo è figo come l’inferno.

Ecco qua! Cinque semplici consigli e trucchi per vivere al sicuro online. Goditi il viaggio, ragazzi!

Inizia un viaggio più pulito, più veloce e più sicuro con CleanMyMac X ora. Ecco uno sconto speciale del 10% per i lettori di TNW.

Banner che dice 'Fermo e saldo! Stai pronto al cyber'