Shein accusata di pratiche anticoncorrenziali nell’espansione globale

Shein accused of anti-competitive practices in global expansion

Due delle più grandi piattaforme di e-commerce della Cina, Temu e Shein, competono aggressivamente tra di loro, e questa rivalità è tipica dell’intera industria. Entrambe le società stanno ora portando le loro strategie aggressive dalla Cina a livello globale. Questo articolo esaminerà la controversia attuale tra Temu e Shein, così come le accuse e le confutazioni fatte da entrambe le parti, e come ciò ha influenzato il mercato internazionale dell’e-commerce.

Temu, una sussidiaria del gigante cinese dell’e-commerce Pinduoduo, ha intentato una causa contro l’industria della moda veloce gigante Shein negli Stati Uniti, sostenendo che Shein si impegna in pratiche anticoncorrenziali. Secondo le affermazioni di Temu, Shein ha costretto i produttori di abbigliamento a firmare clausole di non concorrenza. Questa accusa è simile a quella che sostiene che la politica di Alibaba “scegliere uno tra due” ha costretto i venditori ad abbandonare Pinduoduo a favore delle piattaforme di Alibaba. L’indagine del governo cinese sulle pratiche monopolistiche di Alibaba nel 2020 mostrerà le gravi conseguenze del comportamento anticoncorrenziale.

Shein è così rigorosa con i suoi fornitori di abbigliamento perché ha difficoltà a reperire cotone in Cina. Secondo un post su Xiaohongshu, la versione cinese di Reddit, scritto da un venditore di Temu, i produttori di abbigliamento incontrano difficoltà nel tentativo di reperire cotone da zone al di fuori di Xinjiang, la principale regione produttrice di cotone della Cina. Le preoccupazioni per la possibile manodopera forzata hanno portato l’industria della moda statunitense a ritirarsi da Xinjiang. Tutti i 8.338 produttori di Shein sono tenuti a firmare accordi di esclusiva, che impediscono loro di vendere su Temu o fornire prodotti ai venditori di Temu.

Gli accordi di esclusiva di Shein con circa 8.338 produttori rappresentano circa il 70% – 80% dei rivenditori stimati in grado di fornire moda ultra-veloce, secondo la causa legale di Temu. Questo dimostra le gravi circostanze in cui si trova Temu e l’impatto che le pratiche anticoncorrenziali di Shein hanno avuto sull’intera industria. Nonostante la crescente popolarità della moda ultra-veloce, che soddisfa le richieste dei clienti di abbigliamento alla moda, consegnato rapidamente e a prezzi ragionevoli, la capacità di Temu di offrire una vasta selezione di tali prodotti potrebbe essere compromessa a causa del controllo di Shein su molti produttori.

Sia Shein che Temu sono impegnate in una guerra che si è estesa oltre i confini della Cina. Shein è una sussidiaria di una società con sede a Singapore e interamente controllata in Cina. Temu e Pinduoduo, d’altra parte, hanno iniziato la loro espansione globale aprendo un ufficio a Dublino, in Irlanda. Le questioni legali tra Shein e Temu sono complicate dalle normative del mercato cinese e di altri paesi.

Per contrastare il dominio di alcune aziende nello spazio dell’internet consumer e l’ampio utilizzo di modelli di business monopolistici nel settore tecnologico, la Cina ha proposto una legislazione antimonopolio. Non c’è stata una risoluzione della controversia tra Shein e Temu, ed è incerto se il governo cinese interverrà per mediare la situazione. Ciò solleva interrogativi sull’efficacia e la portata delle leggi antimonopolio cinesi a livello globale.

La controversia legale tra Shein e Temu riguarda una vasta gamma di argomenti. Shein sostiene che Temu abbia violato i suoi diritti di marchio e copyright cercando di sfruttare la popolarità del marchio Shein nel mercato americano attraverso un complesso schema di impersonificazione. Queste accuse illustrano quanto sia in gioco per entrambe le parti.

Il futuro dello shopping online in tutto il mondo è in gioco nella controversia in corso tra Shein e Temu. Le normative dovrebbero essere rigorose per prevenire comportamenti anticoncorrenziali e si sottolinea la concorrenza leale. Man mano che sempre più persone scelgono i mercati online per l’acquisto di beni, proteggere i consumatori e garantire una concorrenza leale è più cruciale che mai.

La competizione tra Temu e Shein è indicativa dell’industria dell’e-commerce a livello globale. Le accuse e le controaccuse di comportamenti anticoncorrenziali mostrano quanto sia accesa la competizione e quanto sia in gioco. È fondamentale che le autorità affrontino le pratiche monopolistiche e garantiscono un accesso equo al mercato mentre il settore dell’e-commerce cresce. Le imprese e i clienti hanno bisogno di un campo di gioco livellato nell’economia digitale odierna.

Prima riportato su TechCrunch

Domande frequenti

1. Chi sono Temu e Shein e cosa rende significativa la loro rivalità?

Temu e Shein sono due delle più grandi piattaforme di e-commerce della Cina impegnate in una competizione aggressiva. La loro rivalità è tipica della natura competitiva dell’industria dell’e-commerce. Entrambe le società stanno ora portando le loro strategie aggressive dalla Cina a livello globale, influenzando il mercato internazionale dell’e-commerce.

2. Quali azioni legali ha intrapreso Temu contro Shein e quali sono le accuse?

Temu, una controllata di Pinduoduo, ha intentato una causa legale contro Shein negli Stati Uniti, accusandola di pratiche anticoncorrenziali. La causa afferma che Shein ha costretto i produttori di abbigliamento a firmare clausole di non concorrenza, simili alla presunta politica “scegliere uno su due” adottata da Alibaba. L’indagine del governo cinese sulle pratiche monopolistiche di Alibaba nel 2020 ha mostrato le potenziali conseguenze di tali comportamenti.

3. Qual è l’importanza del rigoroso controllo di Shein sui fornitori di abbigliamento?

Il controllo rigoroso di Shein sui fornitori di abbigliamento è legato alla difficoltà di reperire cotone al di fuori di Xinjiang, la principale regione produttrice di cotone della Cina. A causa delle preoccupazioni per il lavoro forzato in Xinjiang, l’industria della moda statunitense si è allontanata dall’utilizzo di cotone proveniente dalla regione. Tutti e 8.338 i produttori di Shein sono tenuti a firmare accordi di esclusiva, che impediscono loro di vendere su Temu o di fornire prodotti ai venditori di Temu.

4. In che modo l’accordo di esclusiva di Shein influisce sull’industria e su Temu?

Secondo la causa di Temu, circa il 70% – 80% dei rivenditori stimati in grado di fornire moda ultra-rapida sono tra i produttori vincolati dagli accordi di esclusiva di Shein. Questo influenza gravemente la capacità di Temu di fornire una vasta selezione di prodotti di moda ultra-rapida, nonostante la crescente domanda per tali articoli.

5. In che modo la rivalità tra Shein e Temu si è estesa al di fuori della Cina?

Sia Shein che Temu hanno ampliato le loro operazioni al di fuori dei confini della Cina. Mentre la società madre di Shein ha sede a Singapore, la maggior parte dei suoi prodotti è prodotta in Cina. Temu e Pinduoduo hanno aperto un ufficio a Dublino, in Irlanda, come parte dei loro piani di espansione globale. Ciò aggiunge complessità alla controversia legale, coinvolgendo normative di più paesi.

6. Qual è la posizione della Cina sulle leggi anti-monopolio e come potrebbe influenzare questa disputa?

In risposta alle pratiche monopolistiche nell’industria tecnologica, la Cina ha proposto una legislazione anti-monopolio. L’esito della disputa tra Shein e Temu potrebbe essere influenzato da queste leggi, ma rimane incerto come i regolatori cinesi interverranno nel caso, poiché nessuna delle due aziende vende direttamente i propri prodotti in Cina.

7. Quali sono le principali questioni della disputa legale tra Shein e Temu?

La controversia legale coinvolge vari aspetti, tra cui l’accusa di Shein secondo cui Temu ha violato i suoi diritti di marchio e copyright attraverso uno schema di imitazione per trarre profitto dalla popolarità del marchio Shein sul mercato americano. Ciò evidenzia la complessità e gli alti rischi coinvolti nel conflitto.

8. In che modo la disputa in corso tra Shein e Temu influenzerà il mercato globale dell’e-commerce?

La rivalità in corso tra Shein e Temu ha implicazioni significative per il panorama internazionale dell’e-commerce. Viene sottolineata la necessità di regolamentazioni rigorose per prevenire comportamenti anticoncorrenziali e viene evidenziata l’importanza di una competizione leale. Man mano che sempre più consumatori si rivolgono ai mercati online, garantire la protezione dei consumatori e una competizione leale diventa cruciale.

9. Cosa rivela la disputa tra Shein e Temu sull’industria dell’e-commerce più ampia?

La disputa illustra la natura altamente competitiva dell’industria globale dell’e-commerce. Le accuse e le contro-accuse di comportamento anticoncorrenziale sottolineano la competizione intensa e l’importante impatto sul mercato. I regolatori devono affrontare pratiche monopolistiche e garantire opportunità uguali per le imprese in questo settore in crescita.

10. In che modo questa disputa influisce sulle imprese e sui consumatori nell’economia digitale?

Nell’economia digitale, sia le imprese che i consumatori richiedono un campo di gioco equo per prosperare. Il conflitto in corso tra Shein e Temu sottolinea l’importanza della competizione leale e la necessità di proteggere gli interessi dei consumatori. Sono necessarie regolamentazioni più rigorose per frenare le pratiche anticoncorrenziali e favorire un mercato equo e aperto per tutte le parti interessate.

Credit immagine principale: Unsplash