Recensione Sonos Move 2 un sequel da slam-dunk.

Sonos Move 2 review, a slam-dunk sequel.

Quando si considera il sequel di un qualsiasi prodotto tecnologico, è facile giungere alla conclusione che sia “tutto ciò che l’originale avrebbe dovuto essere”. E mentre ho testato il nuovo altoparlante Sonos Move 2 da $449 nei giorni scorsi, è stato tentante affidarsi a questa narrazione. Il Move 2 migliora il primo altoparlante portatile dell’azienda con un suono migliore e più ampio – ora offre l’audio stereo invece della semplice uscita audio mono – e grandi progressi nella durata della batteria. È inoltre più versatile grazie all’inclusione della linea in ingresso e alla possibilità di ricaricare il telefono e altri dispositivi tramite la porta USB-C dell’altoparlante. L’unico svantaggio potrebbe essere che tutti questi miglioramenti comportano un aumento di prezzo di $50.

Ma in realtà, il primo Move non avrebbe mai potuto essere nulla del genere. È arrivato prima che Sonos scoprisse come gestire in modo fluido l’audio Bluetooth con la musica riprodotta sulla sua piattaforma audio domestica basata su Wi-Fi; era necessario scegliere tra uno o l’altro tramite un pulsante sul retro. (Sonos ha risolto questo imbarazzante dilemma con il suo altoparlante Roam molto più compatto.) Al momento del lancio del Move, il Sonos One di base era inoltre limitato alla riproduzione mono. È stato solo con l’Era 100 che l’azienda ha inserito due tweeter in un involucro di altoparlante singolo relativamente piccolo. Ora, sta facendo la stessa mossa con il Move 2, fornendo al prodotto canali sinistro e destro dedicati invece di mescolare tutto insieme. Ma il tempo non ha giovato al Move 2 in tutti i modi: in mezzo a una controversia legale in corso tra Sonos e Google, questo altoparlante intelligente viene commercializzato senza Google Assistant, presente sull’hardware di prima generazione.

Sonos Move 2

I vantaggi

  • Miglior suono stereo
  • Durata della batteria molto più lunga
  • Supporta la riproduzione tramite linea in ingresso

Gli svantaggi

  • Non c’è più Google Assistant
  • Non può essere utilizzato come vivavoce
  • Ingombrante per un altoparlante portatile

Salvo le modifiche ai controlli sulla parte superiore, l’aspetto del Move 2 non è cambiato molto. È ancora della stessa forma. Ed è ancora piuttosto alto (9,53 pollici) e pesante (6,61 libbre) per essere considerato molto “portatile” – ma almeno hai la maniglia integrata per portarlo in giro. Come il primo Move, è progettato per essere spostato in diversi punti dentro e fuori casa, non tanto per accompagnarti in spiaggia come un tradizionale altoparlante Bluetooth.

Il Move 2 si attiene strettamente alle dimensioni e al design dell’originale.

Oltre alle opzioni standard nera e bianca, Sonos offre una versione verde del Move 2, e devo dire che ho apprezzato molto la tonalità di oliva mentre la recensivo. Non è eccessivamente audace, ma è elegante e non è noioso. Nella confezione, si trova una base di ricarica wireless, e a differenza della volta precedente, questa può essere staccata dalla presa a muro anziché dover staccare tutto. Come prima, il Move 2 può essere caricato anche tramite la porta USB-C.

<p+Nella parte posteriore si trovano il pulsante di accensione, il pulsante di associazione Bluetooth, un interruttore fisico per i microfoni integrati del Move 2 e la porta USB-C. In linea con l'originale, il Move 2 supporta il Trueplay automatico, che utilizza i microfoni per analizzare l'ambiente circostante l'altoparlante e ottimizzare il suono ogni volta che lo si sposta in un nuovo punto. I comandi vocali senza mani sono possibili sia con il controllo vocale di Sonos che con Amazon Alexa. Ci sono due modi per disattivare i microfoni: è possibile toccare un pulsante a forma di fumetto in cima all'altoparlante per disattivare gli assistenti vocali mantenendo attive funzionalità come il Trueplay automatico. Se si desidera spegnere del tutto i microfoni, è quello che serve l'interruttore posteriore.

Ma è stato aggiornato con gli stessi controlli touch degli altoparlanti Era di Sonos.

Tuttavia, Google Assistant rimane assente dopo essere stato inizialmente escluso dalla linea Era. Con JBL che ora offre un altoparlante che esegue contemporaneamente Alexa e Assistant, spero davvero che Sonos e Google possano mettere da parte le loro dispute legali e trovare un modo per riportare Assistant nel sistema. Per un certo gruppo di clienti, la sua assenza rende il Move 2 inutilizzabile.

Un altro aspetto del Move 2 che mi delude (sebbene in misura minore) è che non può essere utilizzato come vivavoce per le chiamate. Se l’oggetto funziona con il Bluetooth e dispone di microfoni con cui già parlo regolarmente, perché non andare fino in fondo, Sonos? Molti altoparlanti Bluetooth a prezzi più bassi e persino gli HomePod senza Bluetooth di Apple includono questa funzione, quindi è frustrante vedere che Sonos la esclude ancora una volta.

È disponibile in un nuovo colore verde oliva insieme al nero e al bianco.

Tuttavia, ci sono diversi modi in cui l’azienda ha ampliato in modo positivo le capacità del Move 2. Come gli Era, supporta l’ingresso di linea (se acquisti l’adattatore USB-C da $19 di Sonos) in modo da poter collegare qualsiasi sorgente audio, come un giradischi, all’altoparlante e riprodurre quel contenuto su tutto il sistema Sonos. Tutto ciò che stai ascoltando tramite Bluetooth può anche essere sincronizzato su tutti gli altoparlanti del tuo gruppo, il che è un comodo vantaggio che il Move di prima generazione non possedeva. Sonos continua a supportare AirPlay 2 di Apple e puoi controllare direttamente i suoi altoparlanti con servizi musicali come Spotify, Pandora, Tidal e molti altri.

Il Move 2 può trasmettere audio Bluetooth al resto del sistema Sonos.

Un’altra nuova funzionalità è che la porta USB-C posteriore può essere utilizzata per caricare dispositivi esterni. Fornisce 7,5 watt di potenza, che non è particolarmente veloce, ma è un buon ricorso se la batteria del tuo telefono è scarica quando stai suonando la musica al parco o in spiaggia lontano da una presa di corrente.

La durata della batteria del Move 2 è più che raddoppiata, con Sonos che afferma che può durare fino a 24 ore di riproduzione continua. Questo grande salto può essere attribuito a due cose: c’è una batteria più grande da 44Wh all’interno e l’azienda ha anche effettuato ottimizzazioni per il risparmio energetico. La batteria più grande è compatibile con il Move originale, ma inserirla in quell’altoparlante non ti garantirà automaticamente 24 ore di ascolto poiché il Move di prima generazione non dispone di alcune delle nuove ottimizzazioni di efficienza.

“Inserire una batteria del Move 2 in un Move originale aumenterà la durata della batteria del Move di circa il 25 percento, per un totale di circa 13,5 ore di autonomia”, mi ha detto via email la portavoce di Sonos, Olivia Singer. “Il Move 2 ha un sistema molto più efficiente che contribuisce ai miglioramenti aggiuntivi della riproduzione.” In ogni caso, apprezzo molto che la batteria sia facilmente sostituibile fin dall’inizio; questo assicura una lunga durata del Move 2 rispetto a molti altoparlanti per consumatori, dove la batteria man mano trattiene meno carica nel tempo.

I suoi due tweeter producono audio stereo, a differenza del modello mono di prima generazione.

Ho detto più di una volta che il Move originale è diventato il mio prodotto Sonos preferito in assoluto grazie alla sua portabilità e al suono potente. L’aggiornamento del Move 2 allo stereo non è un cambiamento monumentale: un altoparlante a singola unità è limitato nella quantità di separazione che può produrre, ma si può chiaramente sentire la differenza. Riproducendo un file di prova, ho potuto distinguere facilmente i tweeter sinistro e destro all’interno del Move 2. Il principale vantaggio di questa disposizione stereo è che non dovrai preoccuparti che i dettagli di una canzone si perdano sullo sfondo, come può accadere quando tutto viene mixato in mono.

Accetta per continuare: Sonos Move 2

Ogni dispositivo intelligente richiede ora di accettare una serie di termini e condizioni prima di poterlo utilizzare – contratti che nessuno legge effettivamente. È impossibile per noi leggere e analizzare ogni singolo accordo. Ma abbiamo iniziato a contare esattamente quante volte devi cliccare su “accetto” per utilizzare i dispositivi quando li recensiamo, poiché questi sono accordi che la maggior parte delle persone non legge e sicuramente non può negoziare.

Per utilizzare il Sonos Move 2 (o qualsiasi altro altoparlante Sonos), c’è una cosa obbligatoria a cui devi accettare:

  • La politica sulla privacy di Sonos. Devi accettarla durante la creazione di un account Sonos, che è necessario per configurare un altoparlante Sonos. Se speravi di evitarlo usando solo il Move 2 tramite Bluetooth, mi dispiace. Non puoi usarlo su Bluetooth senza prima configurarlo con un account Sonos.

Ci sono anche due cose opzionali a cui devi accettare se vuoi aggiungere i comandi vocali:

  • Un account Amazon per utilizzare Alexa
  • Un account Google per utilizzare Google Assistant

Totale finale: un accordo obbligatorio e uno o due accordi opzionali per Amazon o Google. Per gli ultimi due, questi accordi si estendono ad altri prodotti che probabilmente comportano significativamente più accordi.

La firma sonora complessiva è fedele al Move originale, il che significa che il Move 2 ha ancora la tendenza a sottolineare poco gli alti; al momento sto anche testando l’Ultimate Ears Epicboom, dalla forma simile, e l’altoparlante UE mette un maggiore focus su quelle nitide frequenze alte mentre Sonos adotta un approccio più equilibrato. Se desideri maggiori alti, è facile da ottenere utilizzando gli slider dell’equalizzatore nell’app Sonos. La risposta dei bassi è stata più che sufficiente per le mie esigenze, ma posso capire che alcune persone vogliano maggiore potenza dal Move 2 quando si alza davvero il volume. 

Il Move 2 è classificato IP54 contro polvere e acqua.

Tra gli altri altoparlanti di Sonos, classificherei il Move 2 sotto il fiore all’occhiello Sonos Five e il Era 300 orientato ad Atmos. Fondamentalmente stai ottenendo un Era 100 wireless che può essere portato ovunque, ed è un pensiero allettante. Come qualunque altoparlante dell’azienda, puoi associare in stereo due Move 2 se desideri una presentazione più ampia e coinvolgente che un singolo unità da sola non può ottenere appieno. Ma essendo un dispositivo pensato per essere spostato, un’associazione in stereo potrebbe non essere altrettanto pratica qui come con gli altri altoparlanti di Sonos.

Da questo punto di vista, il Move 2 non è in alcun modo “portatile” o facile da mettere in valigia come un Roam, ma non è difficile da portare in giro per casa, portare in giardino o gettare nel bagagliaio durante i viaggi. Se hai intenzione di portarlo sempre in viaggio, Sonos vende una custodia di trasporto estremamente costosa di $79. Il Move originale era fornito con una borsa di trasporto in tessuto, ma questa volta non c’è più e Sonos mi ha detto che era stata pensata solo per proteggere l’altoparlante durante il trasporto e la spedizione. 

La durata della batteria può arrivare fino a 24 ore con una singola carica.

Se possiedi già l’altoparlante originale, senza dubbio ti stai chiedendo se vale la pena un aggiornamento. Nella maggior parte dei casi, supponendo che tu sia soddisfatto di ciò che il Move ha offerto fino a questo punto, direi che la risposta è no. L’originale rimane un ottimo prodotto – soprattutto se l’hai acquistato in saldo. Ma se ti trovi costantemente a esaurire la batteria del Move o hai già in mente un utilizzo per la funzione di ingresso del Move 2, allora passare al nuovo ha più senso. Il suono stereo sarà più piacevole e fedele alla tua musica preferita, ma questo da solo non è sufficiente per sborsare $450. 

Come pacchetto completo, il Move 2 è un sequel di successo che migliorerà ulteriormente quando si considera il supporto software a lungo termine di Sonos. L’azienda ha dovuto trarre insegnamenti da altri prodotti per arrivare qui, ma chiunque abbia amato il primo Move troverà un valore ancora maggiore nel suo successore. Speriamo che Google Assistant faccia presto il suo ritorno. Ma anche se ciò non accade, il Move 2 offre molte funzionalità e un suono sufficientemente buono da renderlo un’eccezione unica nella lineup hardware di Sonos. 

Fotografia di Chris Welch / The ENBLE