È ora di smettere di cercare di giocare senza un SSD | ENBLE

Stop trying to play without an SSD | ENBLE

PlayStation

Tutti devono delle scuse a Sony. Quando è stato annunciato il PS5 e Ratchet and Clank: Rift Apart è stato mostrato come esclusiva per la piattaforma, c’è stata una serie di accuse rivolte a Sony per lo status di esclusiva next-gen del gioco. L’argomento di Sony era che il gioco richiedeva l’interfaccia di archiviazione di classe mondiale del PS5 e qualsiasi cosa di meno semplicemente non funzionerebbe.

Ora che il gioco è disponibile su PC, posso capire esattamente a cosa si riferiva Sony. Come si può vedere dal primo sguardo di Digital Foundry al gioco, semplicemente non funziona sull’hard disk lento da 5.400 RPM del PS4.

Ma aspetta un attimo. Su PC, Ratchet and Clank: Rift Apart supporta tecnicamente un hard disk tradizionale. I requisiti minimi di sistema raccomandano un SSD, ma secondo lo sviluppatore, un hard disk tradizionale funzionerà bene.

Non lo farà, come spiegherò più avanti, ma c’è un problema in crescita nel mondo del gaming su PC centrato sull’archiviazione e sta diventando troppo grande per essere ignorato.

SSD richiesto

Samsung

Quest’anno finalmente abbiamo visto sviluppatori richiedere un SSD per i giochi. Starfield ha ricevuto molte critiche dopo aver rivelato che il gioco richiede un SSD come specifica minima. Ciò nonostante, Cyberpunk 2077 richiederà un SSD come parte dell’espansione Phantom Liberty, così come Diablo 4 sarà rilasciato con la specifica minima dell’SSD.

I giocatori su PC non sono esattamente bravi con il cambiamento. La compatibilità all’indietro è una legge e la scelta dell’utente è tutto, quindi non è sorprendente che gli sviluppatori di giochi abbiano supportato gli hard disk tradizionali il più a lungo possibile. Sta diventando chiaro che lo storage ad alta velocità non porta solo a tempi di caricamento più veloci, ma è un componente critico in un ecosistema next-gen che può consentire rilasci PC più vibranti e stabili.

Ad esempio, RTX IO. Ho scritto di recente su RTX IO in Portal: Prelude RTX, ed era chiaro che la tecnologia di archiviazione migliorava notevolmente i tempi di caricamento delle texture e riduceva considerevolmente la dimensione dell’installazione del gioco. Una parte di RTX IO (così come di DirectStorage di Microsoft) di cui non si parla molto è come riduce l’utilizzo della CPU, il che può rendere i giochi molto più stabili.

Ecco come l’ha descritto Nyle Usmani, product manager di Nvidia: “RTX IO da solo non può eliminare completamente lo stuttering, ma può essere una tecnologia di supporto per aiutare a ridurre lo stuttering. Può farlo riducendo la dipendenza dal calcolo della CPU quando la necessità di caricare texture e geometrie ‘più velocemente’ è la causa dello stuttering e liberando la CPU per lavorare su altre attività”.

Ciò può fare una grande differenza, specialmente nei giochi che soffrono di stuttering durante la traversata. Ad esempio, Redfall e Star Wars Jedi: Survivor vengono entrambi eseguiti principalmente su due core della CPU, e come abbiamo appreso dagli sviluppatori di Hi-Fi Rush, è molto facile che questi core diventino sovraccarichi di lavoro. Quando sono sovraccarichi, si verificano degli scatti e l’unico modo per evitarli è distribuire il lavoro. Ecco quello che lo storage ad alta velocità, insieme a funzionalità come RTX IO e DirectStorage, possono realizzare.

Un ecosistema di archiviazione next-gen

Jacob Roach / ENBLE

Gran parte di tutto ciò è il primo stadio dell’interfaccia di archiviazione che abbiamo visto su Xbox Series X e PlayStation 5 da quasi tre anni. Soprattutto nei giochi che sono esclusivi per le console next-gen, come Star Wars Jedi: Survivor e Ratchet and Clank: Rift Apart, gli sviluppatori stanno approfittando di quell’interfaccia di archiviazione. Ci sono molti più giocatori su PC in generale, ma i dati più recenti mostrano che le console sono dove viene venduta la maggior parte dei nuovi giochi. Naturalmente, gli sviluppatori adatteranno i loro giochi a quelle piattaforme e a ciò di cui sono capaci.

Questo sistema di archiviazione veloce e di funzionalità next-gen come RTX IO e DirectStorage funziona meglio con un SSD. Se sei familiare con DirectStorage, almeno, saprai che tecnicamente supporta gli hard disk tradizionali. Ma quell’esperienza, almeno basata sui pochi giochi che abbiamo visto, non è eccezionale.

Questo ci riporta a Ratchet and Clank Rift Apart. È, secondo la maggior parte dei resoconti, un porting PC di grande successo. Il gioco si comporta bene su una vasta gamma di hardware, è completamente supportato su Steam Deck e include una serie di funzionalità come RTX IO, Nvidia Deep Learning Super Sampling (DLSS), AMD FidelityFX Super Resolution (FSR) e ray tracing.

È solo l’archiviazione il problema. Sicuramente, il gioco si scompone su un disco rigido PS4 lento e datato, ma non funziona nemmeno su un disco rigido standard da 7.200 RPM nonostante il supporto tecnico. Ho sperimentato tre crash nei primi 30 minuti di gioco, una varietà di scatti in ogni zona di caricamento invisibile e il divertente display di un caricamento lento che puoi vedere qui sotto su un disco rigido WD Black HDD da 7.200 RPM.

Non ci sono molti dati affidabili per valutare quanti giocatori su PC utilizzino ancora un HDD. Se fai parte di quel gruppo, però, è tempo di un upgrade. Non solo gli SSD offrono tempi di caricamento molto più veloci, come abbiamo visto da anni, ma stanno diventando una parte fondamentale del tuo PC che consente ai giochi di avere una migliore qualità grafica e di funzionare in modo più stabile. Un flusso di texture più veloce significa meno pop-in e un carico ridotto della CPU significa meno scatti, entrambi problemi chiave nei porting per PC nel 2023.

Non c’è molta scusa ora, inoltre. Un SSD WD Black SN850X da 2TB costa $110 al momento della scrittura. Questa è l’ultima opzione NVMe più veloce di questa linea, che supporta PCIe 4.0. Un disco rigido rotante WD Black da 2TB a 7.200RPM costa $93. È vero che i dischi rigidi rotanti sono molto più economici quando si arriva a 4TB e oltre, ma per tutto ciò che è inferiore a 2TB, stai spendendo circa lo stesso prezzo su un SSD, e a volte anche meno quando sono in offerta. Questo è particolarmente vero per gli SSD SATA da 2.5 pollici più lenti.

Non è ancora il momento di eliminare del tutto i dischi rigidi. Sono ancora un modo economico per archiviare molti dati a lungo termine e sono un’ottima opzione per film, foto, musica e altri media, in modo da poter tenere il tuo SSD solo per i giochi. È sempre più difficile giustificare l’installazione di qualsiasi gioco su un disco rigido rotante, però, e come dimostra Ratchet and Clank Rift Apart, porta a un’esperienza di gioco molto peggiore.